Percorso di navigazione

Condividi su 
	Condividi su Facebook
  
	Invia come Tweet 
  
	Condividi su google+
  
	Condividi su linkedIn

Figli

Aggiornamento : 21/02/2014

Prestazioni familiari

Nell’UE, il paese responsabile delle tue prestazioni previdenziali, comprese le prestazioni familiari (assegni familiari, assegni per l’educazione dei figli, congedo di maternità/paternità, ecc.), dipende dal tuo status economico e dal tuo luogo di residenza, non dalla tua nazionalità.

Informati bene sul regime nazionale di sicurezza sociale al quale appartieni. Non puoi sceglierlo liberamente.

Ricorda inoltre che le prestazioni familiari variano notevolmente all’interno dell’UE.

Quale paese eroga le tue prestazioni familiari?

In generale:

  • se ti trasferisci in un altro paese dell’UE e sei coperto dal sistema previdenziale locale, sarai soggetto al regime di prestazioni familiari di quel paese
  • se vieni distaccato all’estero per un breve periodo (meno di due anni) rimanendo affiliato al regime previdenziale del tuo paese di origine, spetta a quest'ultimo versarti le prestazioni familiari
  • se i tuoi familiari non vivono nel paese in cui sei assicurato, potresti aver diritto alle prestazioni familiari in altri paesi.

Se sono in gioco due o più paesi, le autorità nazionali competenti terranno conto della situazione di entrambi i genitori e decideranno a quale paese spetta in primo luogo versare le prestazioni. La loro decisione si baserà sulle cosiddette "regole di priorità" .

Se le prestazioni che ricevi dal paese "primario" risultano essere inferiori a quelle che avresti ricevuto dal paese "secondario" nel quale avevi ugualmente diritto agli assegni, (perché ci lavori o perché quel paese ti paga una pensione), il paese secondario pagherà un'integrazione equivalente alla differenza tra le due prestazioni. Ciò assicura che tu riceva il massimo delle prestazioni alle quali hai diritto.

Regole di priorità

Esempio: sei l'unico genitore che ha diritto alle prestazioni familiari e hai diritto a riceverle in più di un paese, perché:

  • lavori in un paese e ricevi la pensione da uno o più paesi:

    in tal caso spetterà in primo luogo al paese in cui lavoriversarti le prestazioni familiari. Potresti anche avere diritto a un'integrazione dal paese che ti versa la tua pensione.

OPPURE

  • vivi in un paese e lavori in un altro:

    in tal caso spetterà in primo luogo al paese in cui lavoriversarti le prestazioni familiari.

OPPURE

  • ricevi una pensione da due paesi diversi:

    In tal caso spetterà in primo luogo al paese in cui vivono i tuoi figli versarti le prestazioni familiari.

    Se vivono in un paese che non ti versa alcuna pensione, verrà data priorità al paese nel quale sei stato assicurato per il periodo più lungo.

In ogni caso, se le prestazioni familiari che ricevi dal paese erogatore primario sono inferiori a quelle che percepiresti in uno qualsiasi degli altri paesi nei quali hai diritto a riceverle, questi ultimi dovranno pagare un'integrazione fino al raggiungimento della somma prevista.

Esempio: tu e l'altro genitore avete entrambi diritto alle prestazioni familiari in più di un paese perché:

  • lavorate entrambi nello stesso paese dell'UE ma vivete in un altro paese:

    in tal caso il paese in cui lavorate vi verserà le prestazioni familiari in conformità con la propria normativa.

OPPURE

  • lavorate in due paesi diversi:

    in tal caso, se tu o l'altro genitore lavorate nel paese in cui vivono i vostri figli, quel paese vi verserà le prestazioni familiari in conformità con la sua normativa. L'altro paese potrebbe invece pagare l'integrazione in caso di differenza tra le prestazioni.

OPPURE

  • lavori in un paese dell'UE e l'altro genitore riceve una pensione da un altro paese dell'Unione:

    in tal caso il paese in cui lavori ti verserà le prestazioni familiari in conformità con la sua normativa.

    Potresti anche avere diritto a un'integrazione nel paese che versa una pensione all'altro genitore.

OPPURE

  • percepite entrambi una pensione da diversi paesi dell'UE.

    Se avete diritto a una pensione nel paese in cui vivono i vostri figli, quel paese vi verserà le prestazioni familiari, in conformità con la sua normativa.

    Se non avete diritto a una pensione nel paese in cui vivono i vostri figli, riceverete le prestazioni familiari dal paese in cui tu o l'altro genitore siete stati assicurati per il periodo di tempo più lungo.

OPPURE

  • ricevi una pensione da un paese dell'UE e l'altro genitore lavora in un altro paese dell'UE.

    In tal caso il paese in cui lavora l'altro genitore vi verserà le prestazioni familiari, in conformità con la sua normativa.

    Potresti avere diritto a un'integrazione anche dal paese che ti versa la tua pensione.

L'importo totale delle tue prestazioni familiari deve essere uguale alla soglia massima disponibile.

Se sei divorziato/a e il tuo ex coniuge riceve le prestazioni, ma non le utilizza per mantenere i vostri figli, puoi contattare l'ente previdenziale del paese in cui vivono i tuoi figli chiedendo che le prestazioni vengano versate direttamente a te, essendo tu la persona che di fatto mantiene la famiglia.

Dove chiedere le prestazioni familiari

Puoi chiedere le prestazioni familiari in qualsiasi paese in cui tu o l'altro genitore ne avete diritto. L'autorità del paese in cui presenti la domanda la trasmetterà a tutti gli altri paesi cui compete il tuo caso.

Se presenti la domanda nei tempi previsti in un paese, ciò varrà per tutti gli paesi dell'UE nei quali hai diritto alle prestazioni familiari. Non ti possono rifiutare le prestazioni familiari alle quali hai diritto perché il paese al quale hai presentato la domanda iniziale l'ha trasmessa in ritardo all'autorità competente di un altro paese.

Informati presso le autorità nazionali sui termini per presentare la domanda di prestazioni familiari. Se non li rispetti potresti perdere il tuo diritto alle prestazioni.

Le autorità nazionali sono obbligate a collaborare e a scambiarsi tutte le informazioni necessarie per gestire la tua domanda. Per superare le difficoltà dovute alle differenze linguistiche, le amministrazioni nazionali utilizzano documenti standard(gli ex moduli E) per lo scambio di informazioni.

Le prestazioni familiari variano notevolmente all’interno dell’UE

I paesi dell'UE possono stabilire liberamente le proprie norme riguardanti il diritto alle prestazioni e ai servizi. Tutti i paesi erogano prestazioni familiari; tuttavia, gli importi e le condizioni variano notevolmente. In alcuni paesi puoi ricevere assegni periodici, mentre in altri la tua situazione familiare ti può dare il diritto ad agevolazioni fiscali piuttosto che alle indennità.

Per evitare spiacevoli malintesi che potrebbero avere un impatto significativo sul tuo reddito complessivo, informati sul regime previdenziale del tuo paese ospitante.

Informazioni specifiche sulle prestazioni familiari nel paese che è tenuto a pagartele:

Paese:

I consulenti europei per l’impiego possono anche darti informazioni di base sulle prestazioni familiari alle quali avrai diritto nel paese ospitante.

Ti serve ancora aiuto?

Ti serve ancora aiuto?

Non hai trovato le informazioni che cercavi? Hai un problema da risolvere?

Chiedi un consiglio sui tuoi diritti di cittadino dell'UE

Risolvi i problemi incontrati con un organismo pubblico

Footnote

In questo caso, i 28 paesi membri dell'UE + Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera

Retour au texte en cours.