Fare impresa
Ultima verifica: 28/03/2019

Assistenza sanitaria non programmata: pagamenti e rimborsi

Decisione del Regno Unito di invocare l'articolo 50 del TUE: Più informazioni

Con la tessera europea di assicurazione malattia

Se necessiti di cure mediche in un altro paese dell'UE, presentando la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) puoi semplificare le procedure di pagamento e rimborso.

Con la TEAM è possibile ottenere un'assistenza sanitaria, e chiedere il rimborso dei costi sostenuti, alle stesse condizioni applicate ai cittadini del paese visitato. Se le cure mediche sono gratuite per i residenti locali, non dovrai pagarle. In caso contrario, potrai richiedere il rimborso all' ente nazionale del paese in cui ti trovi, oppure al tuo ente assicurativo dopo il ritorno a casa.

Le spese vengono rimborsate in base alle norme e aliquote del paese in cui le cure sono state prestate. Potrai quindi ottenere il rimborso del costo complessivo delle cure, oppure essere chiamato a pagare un ticket. In alternativa, il tuo ente assicurativo potrebbe decidere di rimborsarti il costo complessivo secondo le proprie norme.

Ogni paese dell'UE dispone di almeno uno sportello nazionale che può fornire informazioni sulle modalità di rimborso.

Esempio

Informati sul regime di previdenza sociale del paese che stai visitando

Anna è coperta dall'assicurazione sanitaria obbligatoria francese e trascorre alcuni mesi in Belgio per completare gli studi. Ha con sé la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) rilasciata dalla Francia. È incinta e il parto avverrà in Belgio. La gravidanza e il parto sono considerati condizioni che richiedono cure mediche urgenti, per cui Anna potrà ricevere l'assistenza medica necessaria in Belgio presentando la tessera e la carta di identità.

In Belgio Anna sarà trattata come se fosse una persona assicurata; pertanto, se nel paese le cure sono gratuite, lo saranno anche per Anna. Se invece vige un sistema in cui si effettua il pagamento e poi si riceve il rimborso, Anna pagherà le stesse tariffe delle persone assicurate a livello locale, per poi chiedere il rimborso in Belgio, dove lo otterrà nella stessa misura delle persone assicurate in questo paese (il quale contatterà in seguito l'ente sanitario francese presso il quale Anna è assicurata per farsi restituire le somme versate).

Tuttavia, se l'unico motivo del soggiorno di Anna in Belgio fosse il parto, la tessera europea di assicurazione malattia potrebbe essere rifiutata. Sarebbe più opportuno che Anna organizzasse il parto all'estero prima di partire per il Belgio, per poter sapere in anticipo e con certezza quali costi dovrà sostenere.

Senza la tessera europea di assicurazione malattia

Se non hai con te la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) o non sei in grado di usarla (ad esempio, presso un ospedale privato che non rientra nel sistema TEAM), potresti essere chiamato a pagare le cure. Avrai quindi la possibilità di chiedere il rimborso al tuo ente sanitario una volta tornato a casa. Ciò vale sia per le strutture pubbliche che per quelle private. Le condizioni, tuttavia, sono diverse:

In caso di cure urgenti, il tuo ente sanitario locale può inviare per fax o e-mail la prova della tua copertura assicurativa per evitare che tu debba pagare subito.

Se non sei sicuro dei tuoi diritti e desideri verificarli prima di ricevere le cure, puoi rivolgerti allo sportello nazionale presente in tutti i paesi dell'UE, che può indicarti se hai diritto o meno al rimborso e se sono previsti dei massimali.

Le norme sono diverse se vai all'estero specificamente per ricevere cure mediche.

FAQ

Hai bisogno di maggiori informazioni sulle norme vigenti in un determinato paese?

Hai bisogno di aiuto?

Contatta i servizi di assistenza specializzati

Condividi questa pagina: