Vivere e viaggiare
Ultima verifica: 10/04/2019

Imposizione e detrazione dell'IVA

Decisione del Regno Unito di invocare l'articolo 50 del TUE: Più informazioni

Imposizione dell'IVA

Le forniture di beni e servizi alle quali si applica l'IVA sono dette "imponibili".

Qualsiasi impresa che nell'ambito della sua attività fornisce beni o servizi è generalmente tenuta a:

L'IVA non comporta necessariamente un trasferimento di denaro. Può pertanto dover essere applicata (in genere sul valore di mercato) ai beni e servizi che:

  • vengono scambiati con altri beni e servizi
  • vengono donati a titolo gratuito
  • servono per i propri consumi privati.

Detraibilità dell'IVA

Le imprese possono generalmente detrarre l'IVA versata sui propri acquisti dall'IVA imposta alla clientela. Occorre quindi pagare al fisco soltanto la differenza, indicando i relativi importi nelle dichiarazioni IVA periodiche.

Può succedere che l'IVA versata sia superiore a quella addebitata alla clientela. In tal caso, le autorità fiscali rimborseranno o accrediteranno la differenza.

Per ulteriori approfondimenti, paese per paese:

Scegli un paese
  • Greciagrelen
  • Irlandaieen
  • Islandais
  • Italiaitenit
  • Lettonialv
  • Liechtensteinli
  • Lituanialtenlt
  • Lussemburgoludeenfr
  • Maltamtenmt
  • Norvegiano
  • Paesi Bassinlennl

* Informazioni non ancora fornite dalle autorità nazionali

IVA sulle fatture

In genere, chi ha una partita IVA ed effettua un vendita a un'altra impresa deve emettere una fattura su carta o in formato elettronico. Nella fattura l'IVA va aggiunta al prezzo dei beni e servizi.

Su tutte le fatture emesse, insieme all'importo dell'IVA addebitato, devono figurare il numero di partita IVA e altre voci standard.

Eccezioni

Esistono alcune eccezioni alla regola.

Ad esempio, se si presta un servizio ad un'altra impresa con sede in un paese dell'UE diverso dal proprio, l'IVA non dovrà figurare in fattura. Ciò non vuole dire che il servizio sia esente dall'IVA, ma che l'imposta va addebitata e pagata direttamente dal partner commerciale con sede nell'altro paese dell'UE.

Analogamente, se si esportano beni in un paese extra UE, la fattura non deve riportare l'IVA. Normalmente, l'acquirente estero sarà soggetto alle norme previste per le importazioni nel suo paese.

Argomenti correlati

Legislazione dell'UE

Hai bisogno di aiuto?

Contatta i servizi di assistenza specializzati

Sostegno alle imprese locali - Hai domande su come svolgere un'attività transfrontaliera, ad esempio l'esportazione o l'espansione in un altro paese dell'UE? La rete Enterprise Europe può fornirvi una consulenza gratuita.

Condividi questa pagina: