Ultima verifica: 15/04/2020

Marcatura CE

Coronavirus, forniture mediche e dispositivi di protezione

Molti prodotti richiedono il marchio CE prima di poter essere venduti nell' UE. Il marchio CE attesta che il prodotto è stato valutato dal produttore e che si ritiene rispetti i requisiti previsti dall'UE in materia di sicurezza, salute e tutela dell'ambiente. È richiesto per i prodotti realizzati ovunque nel mondo e commercializzati all'interno dell'UE.

Quando è obbligatorio il marchio CE?

Il marchio CE è obbligatorio solo per i prodotti per i quali esistono specifiche a livello dell'UE e che richiedono l'apposizione del marchio CE.

Alcuni prodotti sono soggetti contemporaneamente a diversi requisiti UE. Prima di apporre il marchio CE, occorre accertarsi che il prodotto soddisfi tutti i requisiti pertinenti. È vietato apporre il marchio CE sui prodotti per i quali non esistono specifiche a livello dell'UE o che non ne richiedono l'apposizione.

Come ottenere il marchio CE

La responsabilità di dichiarare la conformità con tutti i requisiti ricade esclusivamente sul produttore. Non occorre una licenza per apporre il marchio CE sul prodotto, ma prima di farlo bisogna:

Una volta che il prodotto rechi il marchio CE, se le autorità nazionali competenti lo richiedono, occorre fornire loro tutte le informazioni e la documentazione giustificativa riguardanti il marchio CE.

È necessaria una valutazione indipendente?

Occorre controllare se il prodotto è stato testato da un organismo notificato. Queste informazioni possono essere reperite nella legislazione applicabile al prodotto: verifica le regole per categoria di prodottoen.

Questo passaggio non è obbligatorio per tutti i prodotti.

Se occorre coinvolgere un organismo notificato, il marchio CE deve essere accompagnato dal numero di identificazione dell'organismo. Il marchio CE e il numero di identificazione possono essere apposti separatamente, a condizione che siano chiaramente collegati tra loro.

Si può ricorrere alla banca dati Nandoen per cercare un organismo notificato che possa certificare il prodotto.

Se il prodotto non deve essere verificato da un organismo indipendente, spetta al produttore controllare che rispetti i requisiti tecnici. Occorre in particolare valutare e segnalare gli eventuali rischi che l'uso del prodotto può comportare.

Occorre pagare eventuali tasse?

Se è il fabbricante ad effettuare la valutazione della conformità, non occorre pagare nessuna tassa. Tuttavia, se si opta per il ricorso ai servizi di un organismo notificato o se le specifiche UE applicabili al prodotto in questione richiedono una valutazione indipendente da parte di un organismo notificato, occorre pagare quest'ultimo per i servizi forniti. Il costo dipende dalla procedura di certificazione che si applica al prodotto e dalla complessità del prodotto, ecc.

Come apporre il marchio CE

Il marchio deve essere visibile, leggibilee indelebile.

Il marchio CE deve essere costituito dalle iniziali "CE"; entrambe le lettere devono avere la stessa dimensione verticale e non devono essere inferiori a 5 mm (se non diversamente specificato nei corrispondenti requisiti del prodotto).

Se si vuole ridurre o ampliare il marchio CE sul prodotto, occorre rispettare le proporzioni tra le due lettere. Purché le iniziali siano visibili, il marchio CE può assumere forme diverse (colori, forma vuota o piena).

Se il marchio CE non può essere apposto sul prodotto stesso, è possibile apporlo sull'eventuale imballaggio o sui documenti di accompagnamento. Se il prodotto è soggetto a più direttive/regolamenti dell'UE che richiedono l'apposizione del marchio CE, i documenti di accompagnamento devono indicare che il prodotto è conforme a tutte le direttive/regolamenti UE.

Si possono scaricare i file con l'immagine del marchio CEen dal portale della DG GROW.

Argomenti correlati

Legislazione dell'UE

Hai bisogno di aiuto?

Contatta i servizi di assistenza specializzati

Sportello Prodotti

Gli sportelli Prodotti danno informazioni sulle legislazioni nazionali relative ai prodotti e offrono aiuto per accedere al mercato di un altro paese dell'UE.

Condividi questa pagina: