Fare impresa
Ultima verifica : 21/09/2018

Documenti di viaggio per i familiari cittadini di paesi extra-UE

Decisione del Regno Unito di invocare l'articolo 50 del TUE: Più informazioni

Per il momento il Regno Unito resta un membro a pieno titolo dell'UE, con tutti i diritti e doveri che ne conseguono:

  • Domande e risposte relative alla relazione congiunta dell'UE e del Regno Unito del 8 dicembre 2017en
  • Pubblicazioni dell'UE sulla Brexit
  • Informazioni e guida del governo del Regno Unito sulla Brexiten

I tuoi familiari hanno bisogno di un visto?

Se hai la cittadinanza europea e i tuoi familiari sono cittadini di un paese extra-UE, possono accompagnarti o raggiungerti in un altro paese dell'UE.

È necessario che siano sempre muniti di un passaporto valido e, a seconda del paese di provenienza, è possibile che debbano esibire un visto d'ingresso alla frontiera.

Per evitare problemi, contatta con un certo anticipo il consolato o l'ambasciata del paese in cui sei diretto per sapere quali documenti verranno chiesti alla frontiera ai tuoi familiari provenienti da paesi extra-UE.

Esenzioni dal visto

I coniugi, figli, nipoti, genitori o nonni che sono cittadini extra-UE non necessitano di un visto del paese di destinazione se:

oppure

Lo spazio Schengen senza frontiere comprende:

Lo spazio non Schengen comprende:

Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria.

Bulgaria, Croazia, Cipro, Irlanda, Romania e Regno Unito.

I permessi di soggiorno rilasciati da paesi che non appartengono allo spazio Schengen non consentono ai familiari cittadini di paesi extra-UE di recarsi in un paese dello spazio Schengen.

Esempio

Anche se si possiede un permesso di soggiorno nazionale, occorre un visto d'ingresso per viaggiare in un paese non appartenente allo spazio Schengen

Joyce, una cittadina nigeriana, vive nei Paesi Bassi con il marito olandese Luuk. In quanto familiare di un cittadino olandese, Joyce ha ottenuto un permesso di soggiorno nei Paesi Bassi. Vorrebbe accompagnare Luuk nel suo prossimo viaggio d'affari a Dublino. Poiché l'Irlanda non fa parte dello spazio Schengen, Joyce deve ottenere un visto di ingresso per recarsi in Irlanda insieme a Luuk.

Esempio

I titolari di una carta di soggiorno per familiari di cittadini dell'UE non devono ottenere il visto se viaggiano insieme a un cittadino dell'UE

Ying, moglie di un cittadino tedesco che vive in Finlandia, ha ottenuto una carta di soggiorno per familiari di cittadini dell'UE in Finlandia. Ying e suo marito desiderano recarsi in Romania per le vacanze di autunno. Poiché Ying è in possesso di un passaporto valido e della carta di soggiorno, non ha bisogno di un visto d'ingresso per recarsi in Romania con il marito.

Se sei in possesso di una carta di soggiorno per familiari di un cittadino dell'UE e ti rechi in un altro paese UE/SEE senza il tuo coniuge cittadino dell'UE, devi richiedere un visto per entrare in tale paese.

Puoi chiedere alle autorità di un paese dell'UE di riconoscere ufficialmente il tuo partner registrato e la tua famiglia estesa - fratelli e sorelle, cugini e cugine, zii e zie, ecc. - in quanto familiari di un cittadino dell'UE. I paesi dell'UE non sono tenuti a riconoscere i partner registrati e i parenti come tuoi familiari, ma devono almeno esaminare la loro richiesta.

Domanda di visto

Se i tuoi familiari sono cittadini di un paese extra-UE e necessitano di un visto d'ingresso, devono farne richiesta con un certo anticipo presso il consolato o l'ambasciata del paese nel quale intendono recarsi. Se viaggiano insieme a te o ti raggiungono in un altro paese dell'UE, la loro richiesta deve essere evasa in tempi brevi e gratuitamente:

I documenti che i tuoi familiari devono includere nella domanda di visto possono variare da paese a paese. Prima di metterti in viaggio, informati sui documenti richiesti presso il consolato o l'ambasciata del paese di destinazione.

I visti rilasciati da un paese dello spazio Schengen senza frontiere sono validi in tutti gli altri paesi di tale spazio.

Se vivi all'esterno dell'UE e i tuoi familiari cittadini extra-UE ti accompagnano o si recano nel paese dell'UE di cui sei cittadino, le regole sui controlli alle frontiere dell'UE non si applicano necessariamente e i tuoi familiari cittadini extra-UE potrebbero essere tenuti a pagare delle tasse per il visto.

Esempio

Il certificato di matrimonio è sufficiente per ottenere il visto

Thomas è irlandese e vive in Bielorussia con la moglie Delia, cittadina bielorussa. Delia e Thomas hanno deciso di recarsi in Spagna, dove vive la madre di Thomas, e hanno quindi chiesto un visto d'ingresso per Delia.

Delia ha presentato il certificato di matrimonio insieme alla domanda di visto ma, prima del rilascio del visto, le autorità spagnole hanno richiesto un documento che attestasse la prenotazione in albergo e la copertura sanitaria.

Quando Delia ha fatto notare che la legislazione europea non prevede la richiesta di documenti complementari, le autorità hanno immediatamente rilasciato il visto scusandosi per l'errore.

Presentarsi alla frontiera senza un visto d'ingresso

Prima di mettersi in viaggio, è preferibile che i tuoi familiari provenienti da un paese extra-UE si informino bene con un certo anticipo per essere sicuri di avere tutti i documenti necessari.

Tuttavia, se si presentano alla frontiera senza il visto d'ingresso richiesto, le autorità dovrebbero offrire loro l'opportunità di dimostrare in altri modi il vostro legame di parentela. Se sono in grado di farlo, il visto d'ingresso dovrebbe essere concesso immediatamente.

Se hai difficoltà a ottenere il visto, puoi rivolgerti ai nostri servizi di assistenza .

Ingresso negato

In casi eccezionali, è possibile che a te o ai tuoi familiari venga negato l'ingresso in un determinato paese dell'UE "per ragioni politiche, di sicurezza o di salute pubblica".

In tal caso, le autorità devono dimostrare che costituite una "minaccia concreta e sufficientemente grave".

Avete diritto a ricevere questa comunicazione per iscritto e di essere informati dei motivi del provvedimento e delle modalità per presentare ricorso.

Per saperne di più sulle procedure d'ingresso nell'UEen

FAQ

Legislazione dell'UE

Hai bisogno di maggiori informazioni sulle norme vigenti in un determinato paese?

Hai bisogno di aiuto?

Contatta i servizi di assistenza specializzati

Condividi questa pagina: