Ultima verifica: 02/04/2022

Lavoratori - diritti di soggiorno

Hai il diritto di vivere in qualsiasi paese dell'UE in cui lavori come dipendente, lavoratore autonomo o lavoratore distaccato.

Se perdi il lavoro

Anche se perdi il lavoro durante il tuo soggiorno in un altro paese dell'UE, hai il diritto di continuare a soggiornarvi se:

Segnalare la tua presenza e iscriverti come residente

In alcuni paesi dell'UE sei tenuto a dichiarare la tua presenza alle autorità competenti entro un periodo di tempo ragionevole dal tuo arrivo. Se non lo fai, puoi ricevere una sanzione, ad esempio un'ammenda.

Se sei un lavoratore dipendente, sei tenuto a iscriverti come residente presso l'autorità competente del paese ospitante (in genere il comune o la questura) dopo i primi 3 mesi di soggiorno. Al momento dell'iscrizione, ti sarà rilasciato un certificato di iscrizione anagrafica che conferma il tuo diritto a soggiornare nel tuo nuovo paese.

Dovrai presentare:

Non occorre fornire altri documenti.

Soggiorno permanente

Se hai soggiornato legalmente in un altro paese dell'UE in via continuativa per cinque anni soddisfacendo le condizioni per il soggiorno, acquisirai automaticamente il diritto al soggiorno permanente nel paese in questione. Ciò significa che puoi rimanere nel paese per tutto il tempo che desideri.

La continuità del soggiorno non è pregiudicata da:

L'assenza dal paese ospitante per oltre 2 anni consecutivi può comportare la perdita del diritto di soggiorno permanente.

Soggiorno permanente dopo meno di 5 anni

Puoi acquisire il diritto di soggiorno permanente prima dei 5 anni se ti trovi in una delle seguenti situazioni:

Puoi essere espulso o invitato a lasciare il paese?

Finché soddisfi le condizioni previste in materia di soggiorno puoi rimanere nel paese ospitante dell'UE. In caso contrario, le autorità nazionali possono invitarti a lasciare il territorio.

In casi eccezionali, le autorità del paese ospitante possono decidere la tua espulsione per motivi di ordine pubblico o di pubblica sicurezza, ma unicamente se sono in grado di dimostrare che rappresenti una minaccia grave.

La decisione di espulsione o l'invito a lasciare il territorio devono esserti comunicati per iscritto, precisando tutti i motivi del provvedimento e indicando le modalità e i termini per presentare ricorso.

FAQ

Legislazione dell'UE

Hai bisogno di aiuto?

Contatta i servizi di assistenza specializzati

Condividi questa pagina: