Fare impresa
Ultima verifica: 24/08/2020

Dichiarazione di presenza per soggiorni brevi (<3 mesi)

La Brexit ti riguarda?

Domande e risposte sui diritti dei cittadini dell'Unione europea e del Regno Unito stabiliti nell'accordo di recesso

Il 1º gennaio 2021, le norme per i cittadini che vivono o che si stabiliscono nel Regno Unito cambieranno. Lo stesso vale per i cittadini del Regno Unito che vivono o che si trasferiscono in un paese dell'UE.

Ho il diritto di soggiorno permanente nel Regno Unito/UE o lo acquisirò durante il periodo di transizione.

In linea di principio, tu e i tuoi familiari manterrete il diritto di soggiorno permanente nel paese di residenza. Ciò riguarda anche i familiari cittadini di paesi terzi. Nel Regno Unito, dovrai tuttavia richiedere il regime per la residenza permanente dei cittadini dell'UE affinché ti venga concesso un nuovo status di residente. Nell'UE, verifica il prima possibile con le autorità del paese ospitante se è obbligatorio chiedere il nuovo status di residente.

Risiedo nel Regno Unito/UE ma non ho ancora maturato il diritto al soggiorno permanente.

In linea di principio, i diritti di soggiorno tuoi e dei tuoi familiari nel paese ospitante restano invariati. Ciò riguarda anche i familiari cittadini di paesi terzi. Nel Regno Unito, dovrai tuttavia richiedere il regime per la residenza permanente dei cittadini dell'UE affinché ti venga concesso un nuovo status di residente. Nell'Unione europea, verifica il prima possibile con le autorità del paese ospitante se è obbligatorio chiedere il nuovo status di residente.

Desidero trasferirmi nel Regno Unito/UE.

Tu e i tuoi familiari potete trasferirvi nel Regno Unito o in un paese dell'UE ai sensi della normativa vigente dell'UE fino al 31 dicembre 2020. Ciò riguarda anche i familiari cittadini di paesi terzi. Nel Regno Unito, dovrai tuttavia richiedere il regime per la residenza permanente dei cittadini dell'UE. Nell'Unione europea, verifica il prima possibile con le autorità del paese ospitante se dovrai registrarti e se è obbligatorio chiedere il nuovo status di residente.

Ho intenzione di trasferirmi nel Regno Unito/UE per un soggiorno di breve durata

Le norme vigenti in materia di dichiarazione di presenza, iscrizione come residente all'estero, iscrizione dei propri familiari cittadini dell'UE e iscrizione dei propri familiari cittadini extra UE continueranno ad applicarsi almeno fino al 31 dicembre 2020.

Ho bisogno di aiuto

Se ritieni che i tuoi diritti sanciti dal diritto dell'Unione non siano stati rispettati, contatta i nostri servizi di assistenza.

Informazioni dettagliate sull'attuazione dell'accordo di recesso e sui diritti dei cittadini

In alcuni paesi dell'UE sei tenuto a dichiarare la tua presenza alle autorità competenti (solitamente il comune o il commissariato locale di polizia) entro un periodo di tempo ragionevole successivo al tuo arrivo, altrimenti rischi di dover pagare una sanzione.

Per dichiarare la tua presenza in quanto cittadino dell'UE basta che presenti la carta d'identità o il passaporto. Se sei in compagnia di familiari cittadini extra-UE, avranno bisogno di un passaporto. Questa formalità è del tutto gratuita. Se soggiorni in un hotel, dovrai compilare un apposito modulo; l'hotel penserà al resto.

Scopri dove e come dichiarare la tua presenza nel paese ospitante:

Scegli un paese

* Informazioni non ancora fornite dalle autorità nazionali

Per ulteriori informazioni puoi anche contattare le autorità nazionali.

In alcuni paesi dell'UE, la mancata dichiarazione di presenza può comportare una sanzione, ma non può costituire l'unica causa di espulsione dal territorio.

Esempio

Se sei in vacanza in un altro paese dell'UE dovrai iscriverti presso le autorità soltanto se il tuo soggiorno è superiore a tre mesi

Hans è austriaco e ogni anno trascorre le vacanze estive sulla riviera italiana. L'estate scorsa è rimasto in Italia due mesi, soggiornando in un appartamento di sua proprietà. Ha provveduto a dichiarare la propria presenza, ma le autorità italiane gli hanno detto che deve iscriversi in comune e dimostrare di avere mezzi sufficienti al suo sostentamento in Italia.

In realtà, Hans ha il diritto di soggiornare in Italia fino a tre mesi senza l'obbligo di presentare alcun documento oltre alla carta d'identità. Se rimane per un breve periodo, le autorità italiane possono chiedergli di dichiarare la sua presenza, ma non di iscriversi all'anagrafe.

Legislazione dell'UE

Hai bisogno di maggiori informazioni sulle norme vigenti in un determinato paese?

Hai bisogno di aiuto?

Contatta i servizi di assistenza specializzati

Condividi questa pagina: