Percorso di navigazione

Aggiornamento 12/08/2016

Aggiornamento 12/08/2016

Norme e procedure

Ogni anno, oltre 250 000 amministrazioni pubbliche dell'UE spendono circa il 14% del PIL per acquisti di servizi, lavori o forniture. Un'impresa registrata nell'UE ha il diritto di partecipare alle gare per l'aggiudicazione di tali appalti pubblici in altri paesi dell'Unione.

Per garantire alla totalità delle imprese condizioni eque di concorrenza in tutta l'Europa, il diritto dell'UE stabilisce norme minime armonizzate (vedere le direttive sugli appalti pubblici). Queste norme, recepite nel diritto nazionale, si applicano agli appalti il cui valore monetario supera un certo importo (vedere sotto alla voce soglie). Gli appalti che superano le soglie si presume presentino un interesse transfrontaliero, in quanto il valore dell'appalto rende interessante per un'impresa presentare un'offerta all'estero.

Per gli appalti di valore inferiore si applicano le norme nazionali (che devono tuttavia conformarsi ai principi generali del diritto dell'UE). Le procedure per tali appalti possono essere semplificate rispetto a quelle per gli appalti di portata europea. 

Per tutti gli appalti, le amministrazioni pubbliche:

  • non possono discriminare un'impresa perché registrata in un altro paese dell'UE
  • non possono fare riferimeno a marche specifiche, marchi commerciali o brevetti nel descrivere le caratteristiche dei prodotti e servizi che intendono acquistare
  • non possono rifiutarsi di accettare i documenti complementari (certificati, diplomi, ecc.) rilasciati da un altro paese dell'UE, se forniscono lo stesso livello di garanzia
  • devono mettere a disposizione di tutte le imprese, indipendentemente dal paese dell'UE in cui sono registrate, tutte le informazioni riguardanti gli appalti.

 

Un'amministrazione pubblica ha il diritto di escludere un'impresa da una gara d'appalto se:

  • è in stato di fallimento o di liquidazione
  • è in stato di cessazione di attività o di amministrazione controllata
  • si è resa colpevole di gravi errori
  • non è in regola con il pagamento delle imposte o dei contributi previdenziali e assistenziali
  • ha rilasciato false dichiarazioni ad un'amministrazione pubblica.

 

Le amministrazioni pubbliche possono aggiudicare appalti senza pubblicare un bando di gara solo in casi specifici :

  • casi di estrema urgenza dovuta ad eventi imprevedibili
  • appalti che, per ragioni tecniche o perché relativi a diritti esclusivi, possono essere affidati solo a una determinata impresa
  • appalti esclusi per legge dagli appalti pubblici (acquisto o locazione di fabbricati esistenti, contratti di lavoro, programmi destinati alla trasmissione radiotelevisiva, ecc.).

 Soglie che determinano l'applicazione delle norme europee

Gli importi seguenti si intendono al netto dell'IVA e sono validi dal 1° gennaio 2014.

Autorità governative centrali

≥ 135 000 euro

appalti di forniture (per il settore della difesa, solo quelli elencati nell'allegato III della direttiva 2014/24)

≥ 209 000 euro

appalti di forniture di prodotti per il settore della difesa non elencati nell'allegato III della direttiva 2014/24)

≥ 5 225 000 di euro

tutti gli appalti di lavori

 

Altre amministrazioni pubbliche

≥ 209 000 euro

tutti gli appalti di forniture e servizi

≥ 5 225 000 di euro

tutti gli appalti di lavori

 

Per i prestatori di servizi pubblici nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali, la soglia per gli appalti di forniture e di servizi è fissata a 418 000 euro. Per gli appalti di lavori, la soglia è di 5 225 000 di euro.

Soglie per i paesi dell'UE che non utilizzano l'euro.

 

 

Norme sulle procedure d'appalto

 

 

Criteri di aggiudicazione

Le amministrazioni pubbliche possono utilizzare criteri diversi nella valutazione delle offerte: possono, ad esempio, selezionarle in base al prezzo più basso o utilizzare altri criteri. In questo caso, ciascun offerente dovrebbe essere informato della ponderazione attribuita ai diversi criteri (ad esempio prezzo, caratteristiche tecniche e aspetti ambientali).

Pubblicazione

Alcuni bandi devono essere pubblicati per tutti gli appalti pubblici che superano le soglie e per i quali esistono norme europee:

  • bando di gara o bando di concorso di progettazione: l'amministrazione aggiudicatrice può pubblicare il bando a livello nazionale, ma dovrebbe anche inviarlo all'Ufficio delle pubblicazioni dell'UE. Il bando è pubblicato per esteso in una lingua ufficiale dell'UE, mentre solo una sintesi è tradotta in tutte le altre lingue
  • avviso dell'aggiudicazione dell'appalto che annuncia i risultati della gara pubblica.

 

Le amministrazioni pubbliche possono decidere di pubblicare altri avvisi, come l'avviso di preinformazione (per annunciare la possibile pubblicazione di un bando di gara). Quando la pubblicazione del bando di gara fa seguito ad un avviso di preinformazione, il termine per la presentazione e la ricezione delle offerte può essere ridotto. Un'altra possibilità per ridurre i termini è quella di pubblicare il bando per via elettronica.

Un elenco di avvisi può essere consultato nello Spazio per gli acquirenti del SIMAP, il portale europeo per gli appalti pubblici.

Trasparenza

Le amministrazioni pubbliche possono iniziare a valutare le offerte solo una volta scaduto il termine  per la presentazione. L'offerente che ha presentato un'offerta ha il diritto di conoscere quanto prima l'esito della procedura di aggiudicazione. L'offerente che non è stato selezionato, ha diritto ad una spiegazione dettagliata dei motivi che hanno portato all'esclusione della sua offerta. L'amministrazione pubblica deve osservare la massima riservatezza in merito allo scambio e all'archiviazione dei dati riguardanti un'offerta.

Specifiche tecniche

Le specifiche tecniche definiscono le caratteristiche del servizio, della fornitura o dei lavori che l'amministrazione pubblica intende acquistare. Possono includere aspetti relativi a prestazione ambientale, concezione, sicurezza, garanzia della qualità o valutazione della conformità. Per gli appalti di lavori pubblici possono inoltre includere condizioni di collaudo, d'ispezione e tecniche di costruzione. Le specifiche tecniche non devono richiedere l'utilizzo di una marca specifica, di un marchio commerciale o di un brevetto.

Tipologia delle procedure di aggiudicazione

Procedura aperta

In una procedura aperta qualsiasi impresa può presentare un'offerta. Il termine minimo per la presentazione delle offerte è di 52 giorni dalla data di pubblicazione del bando di gara. Se è stato pubblicato un avviso di preinformazione, questo termine può essere ridotto a 36 giorni.

Procedura ristretta

In una procedura ristretta, qualsiasi impresa può chiedere di partecipare, ma solo quelle preselezionate saranno invitate a presentare un'offerta. Il termine minimo per chiedere di partecipare è di 37 giorni dalla data di pubblicazione del bando di gara. L'amministrazione pubblica seleziona almeno 5 candidati  in possesso delle capacità richieste, che dispongono allora di 40 giorni a decorrere dalla data di invio dell'invito per presentare un'offerta. Se è stato pubblicato un avviso di preinformazione, questo termine può essere ridotto a 36 giorni.

 

Nei casi urgenti l'amministrazione pubblica può fissare un termine di 15 giorni per le richieste di partecipazione (se il bando è stato inviato per via elettronica, il termine può essere ridotto a 10 giorni) e di 10 giorni per lapresentazione delle offerte.

Procedura negoziata

In una procedura negoziata, l'amministrazione pubblica invita almeno 3 imprese con le quali negozierà le condizioni dell'appalto.

La maggior parte delle amministrazioni pubbliche possono utillizzare questa procedura solo in un numero limitato di casi, ad esempio per le forniture destinate esclusivamente a fini di ricerca o sperimentazione. Le amministrazioni aggiudicatrici in settori come l'acqua, l'energia, i trasporti o i servizi postali possono utilizzarla come procedura standard.

Il termine per chiedere di partecipare è di 37 giorni dalla data di pubblicazione del bando di gara. In casi estremamente urgenti, questo termine può essere ridotto a 15 giorni (10 se il bando è stato inviato per via elettronica).  

 

A determinate condizioni, questa procedura può essere scelta anche senza la pubblicazione di un bando di gara, ad esempio quando non siano state presentate offerte nel quadro di una procedura aperta o ristretta, in casi di estrema urgenza o se, per ragioni tecniche, l'appalto può essere affidato solo a un'unica impresa.

Dialogo competitivo

Questa procedura è utilizzata spesso per appalti complessi, come grandi progetti infrastrutturali nei quali l'amministrazione pubblica non può definire fin dall'inizio le specifiche tecniche. Dopo la pubblicazione del bando di gara, le imprese interessate hanno 37 giorni per chiedere di partecipare. L'amministrazione pubblica deve invitare almeno 3 candidati ad un dialogo nel quale vengono definiti gli aspetti tecnici, giuridici ed economici. Dopo la conclusione del dialogo, i candidati presentano le offerte finali.

 

Il dialogo competitivo non può essere utilizzato dai prestatori di servizi pubblici nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali.

Aste elettroniche

Le amministrazioni pubbliche possono anche aggiudicare appalti attraverso un'asta elettronica. Prima di procedere all'asta, l'amministrazione deve effettuare una prima valutazione completa delle offerte e consentire di partecipare solo a quelle ammissibili. L'invito a partecipare all'asta deve indicare la data e l'ora di inizio dell'asta e il numero delle fasi. Deve anche precisare la formula matematica che determinerà le riclassificazioni automatiche. In ciascuna fase, l'offerente deve poter vedere la propria classificazione rispetto agli altri concorrenti, senza tuttavia conoscerne l'identità.

 

Le aste elettroniche non possono essere utilizzate per certi tipi di appalti, come la progettazione di lavori (ad esempio piani architettonici per la costruzione di un edificio).

 

 

 

Consultazioni pubbliche

Contatta un partner di sostegno alle imprese locali

La tua richiesta verrà inviata a un partner di sostegno della rete Enterprise Europe. Per aiutare il consulente a svolgere in modo corretto e tempestivo questo servizio gratuito si prega di fornire quante più informazioni possibile.

Sostegno alle imprese locali

Assistenza e consulenza

Contatta i servizi di assistenza specializzati

Assistenza e consulenza

Contatta un partner di sostegno alle imprese locali

La tua richiesta verrà inviata a un partner di sostegno della rete Enterprise Europe. Per aiutare il consulente a svolgere in modo corretto e tempestivo questo servizio gratuito si prega di fornire quante più informazioni possibile.

EEN-logo

Modulo di contatto

(tutti i campi sono obbligatori)
Grazie, il messaggio è stato inviato correttamente.
A causa di problemi tecnici non è stato possibile inviare il messaggio. Riprovare più tardi.
Inserire un indirizzo e-mail valido

Dati personali

Dati dell'impresa

No

Austria

Wien

Belgio

Brussel

Bruxelles

Namur

Bulgaria

Sofia

Cipro

Nicosia

Croazia

Zagreb

Danimarca

Copenhagen

Estonia

Tallinn

Finlandia

Helsinki

Francia

Blagnac Cedex

Caen

Dijon

Guadeloupe, Martinique

Lille

Lyon

Paca

Paris, Ile-de-France, Centre, Nouvelle-Calédonie, Polynésie

Rennes

Saint-Denis

Germania

Berlin

Bremen

Erfurt

Hannover

Kiel

Leipzig

Magdeburg

Mainz

Mülheim an der Ruhr

München

Rostock

Stuttgart

Wiesbaden

Grecia

Athens

Irlanda

Dublin

Islanda

Reykjavík

Italia

Firenze (Toscana, Umbria, Marche)

Milano (Lombardia, Emilia Romagna)

Napoli (Abruzzo, Calabria, Campania, Basilicata, Molise, Puglia, Sicilia)

Roma (Lazio, Sardegna)

Torino (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta)

Venezia (Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia)

Lettonia

Riga

Lituania

Vilnius

Lussemburgo

Luxembourg

Malta

Pieta`

Norvegia

Oslo

Paesi Bassi

Den Haag

Polonia

Kielce

Lublin

Warsaw

Wroclaw

Portogallo

Lisboa

Regno Unito

Belfast (Northern Ireland)

Cardiff (Wales)

Edinburgh (Scotland)

London (England)

Repubblica ceca

Praha

Romania

Baciu Cluj

Bucuresti

Constanta

Timișoara

Slovacchia

Bratislava

Slovenia

Ljubljana

Spagna

Barcelona

Madrid

Oviedo

Palma

Santa Cruz de Tenerife

Sevilla

Valencia

Vitoria- Gazteiz

Zaragoza

Svezia

Stockholm

Ungheria

Budapest

3000/3000

Le informazioni inserite nel presente modulo vengono inviate direttamente a un partner della rete Enterprise Europe. I dati personali immessi nel modulo saranno usati solo per aiutare il consulente a rispondere alla tua richiesta; i dati non saranno conservati in seguito.

Assistenza e consulenza