Percorso di navigazione

Condividi su 
	Condividi su Facebook
  
	Invia come Tweet 
  
	Condividi su google+
  
	Condividi su linkedIn
Caratteri di grandezza normaleAumenta la grandezza caratteri del 200%Aggiungi ai preferitiVisualizzazione a contrasto elevato

Norme e procedure

Aggiornamento 08/2014

Ogni anno, oltre 250 000 amministrazioni pubbliche dell'UE spendono circa il 18% del PIL per acquisti di servizi, lavori o forniture. Un'impresa registrata nell'UE ha il diritto di partecipare alle gare per l'aggiudicazione di tali appalti pubblici in altri paesi dell'Unione.

Per garantire alla totalità delle imprese condizioni eque di concorrenza in tutta l'Europa, il diritto dell'UE stabilisce norme minime armonizzate (vedere le direttive sugli appalti pubblici). Queste norme, recepite nel diritto nazionale, si applicano agli appalti il cui valore monetario supera un certo importo (vedere sotto alla voce soglie). Gli appalti che superano le soglie si presume presentino un interesse transfrontaliero, in quanto il valore dell'appalto rende interessante per un'impresa presentare un'offerta all'estero.

Per gli appalti di valore inferiore si applicano le norme nazionali (che devono tuttavia conformarsi ai principi generali del diritto dell'UE). Le procedure per tali appalti possono essere semplificate rispetto a quelle per gli appalti di portata europea. 

Per tutti gli appalti, le amministrazioni pubbliche:

  • non possono discriminare un'impresa perché registrata in un altro paese dell'UE
  • non possono fare riferimeno a marche specifiche, marchi commerciali o brevetti nel descrivere le caratteristiche dei prodotti e servizi che intendono acquistare
  • non possono rifiutarsi di accettare i documenti complementari (certificati, diplomi, ecc.) rilasciati da un altro paese dell'UE, se forniscono lo stesso livello di garanzia
  • devono mettere a disposizione di tutte le imprese, indipendentemente dal paese dell'UE in cui sono registrate, tutte le informazioni riguardanti gli appalti.

Un'amministrazione pubblica ha il diritto di escludere un'impresa da una gara d'appalto se:

  • è in stato di fallimento o di liquidazione
  • è in stato di cessazione di attività o di amministrazione controllata
  • si è resa colpevole di gravi errori
  • non è in regola con il pagamento delle imposte o dei contributi previdenziali e assistenziali
  • ha rilasciato false dichiarazioni ad un'amministrazione pubblica.

Le amministrazioni pubbliche possono aggiudicare appalti senza pubblicare un bando di gara solo in casi specifici :

  • casi di estrema urgenza dovuta ad eventi imprevedibili
  • appalti che, per ragioni tecniche o perché relativi a diritti esclusivi, possono essere affidati solo a una determinata impresa
  • appalti esclusi per legge dagli appalti pubblici (acquisto o locazione di fabbricati esistenti, contratti di lavoro, programmi destinati alla trasmissione radiotelevisiva, ecc.).
 


Soglie che determinano l'applicazione delle norme europee

Gli importi seguenti si intendono al netto dell'IVA e sono validi dal 1° gennaio 2014.

Autorità governative centrali

≥ 134 000 euro

≥ 207 000 euro

≥ 5 186 000 di euro

tutti gli appalti di lavori

Altre amministrazioni pubbliche

≥ 207 000 euro

tutti gli appalti di forniture e servizi

≥ 5 186 000 di euro

tutti gli appalti di lavori

Per i prestatori di servizi pubblici nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali, la soglia per gli appalti di forniture e di servizi è fissata a 414 000 euro. Per gli appalti di lavori, la soglia è di 5 186 000 di euro.

Soglie pdf български (bg)czech (cs)dansk (da)Deutsch (de)eesti (et)ελληνικά (el)English (en)español (es)Français (fr)Gaeilge (ga)latviešu (lv)lietuvių (lt)magyar (hu)Malti (mt)Nederlands (nl)polski (pl)português (pt)română (ro)slovenčina (sk)slovenščina (sl)suomi (fi)svenska (sv) [721 KB] per i paesi dell'UE che non utilizzano l'euro.



Norme sulle procedure d'appalto

Criteri di aggiudicazione

Le amministrazioni pubbliche possono utilizzare criteri diversi nella valutazione delle offerte: possono, ad esempio, selezionarle in base al prezzo più basso o utilizzare altri criteri. In questo caso, ciascun offerente dovrebbe essere informato della ponderazione attribuita ai diversi criteri (ad esempio prezzo, caratteristiche tecniche e aspetti ambientali).

Pubblicazione

Alcuni bandi devono essere pubblicati per tutti gli appalti pubblici che superano le soglie e per i quali esistono norme europee:

  • bando di gara o bando di concorso di progettazione: l'amministrazione aggiudicatrice può pubblicare il bando a livello nazionale, ma dovrebbe anche inviarlo all'Ufficio delle pubblicazioni dell'UE. Il bando è pubblicato per esteso in una lingua ufficiale dell'UE, mentre solo una sintesi è tradotta in tutte le altre lingue
  • avviso dell'aggiudicazione dell'appalto che annuncia i risultati della gara pubblica.

Le amministrazioni pubbliche possono decidere di pubblicare altri avvisi, come l'avviso di preinformazione (per annunciare la possibile pubblicazione di un bando di gara). Quando la pubblicazione del bando di gara fa seguito ad un avviso di preinformazione, il termine per la presentazione e la ricezione delle offerte può essere ridotto. Un'altra possibilità per ridurre i termini è quella di pubblicare il bando per via elettronica.

Un elenco di avvisi può essere consultato nello Spazio per gli acquirenti del SIMAP, il portale europeo per gli appalti pubblici.

Trasparenza

Le amministrazioni pubbliche possono iniziare a valutare le offerte solo una volta scaduto il termine  per la presentazione. L'offerente che ha presentato un'offerta ha il diritto di conoscere quanto prima l'esito della procedura di aggiudicazione. L'offerente che non è stato selezionato, ha diritto ad una spiegazione dettagliata dei motivi che hanno portato all'esclusione della sua offerta. L'amministrazione pubblica deve osservare la massima riservatezza in merito allo scambio e all'archiviazione dei dati riguardanti un'offerta.

Specifiche tecniche

Le specifiche tecniche definiscono le caratteristiche del servizio, della fornitura o dei lavori che l'amministrazione pubblica intende acquistare. Possono includere aspetti relativi a prestazione ambientale, concezione, sicurezza, garanzia della qualità o valutazione della conformità. Per gli appalti di lavori pubblici possono inoltre includere condizioni di collaudo, d'ispezione e tecniche di costruzione. Le specifiche tecniche non devono richiedere l'utilizzo di una marca specifica, di un marchio commerciale o di un brevetto.

Tipologia delle procedure di aggiudicazione

Procedura aperta

In una procedura aperta qualsiasi impresa può presentare un'offerta. Il termine minimo per la presentazione delle offerte è di 52 giorni dalla data di pubblicazione del bando di gara. Se è stato pubblicato un avviso di preinformazione, questo termine può essere ridotto a 36 giorni.

Procedura ristretta

In una procedura ristretta, qualsiasi impresa può chiedere di partecipare, ma solo quelle preselezionate saranno invitate a presentare un'offerta. Il termine minimo per chiedere di partecipare è di 37 giorni dalla data di pubblicazione del bando di gara. L'amministrazione pubblica seleziona almeno 5 candidati  in possesso delle capacità richieste, che dispongono allora di 40 giorni a decorrere dalla data di invio dell'invito per presentare un'offerta. Se è stato pubblicato un avviso di preinformazione, questo termine può essere ridotto a 36 giorni.

Nei casi urgenti l'amministrazione pubblica può fissare un termine di 15 giorni per le richieste di partecipazione (se il bando è stato inviato per via elettronica, il termine può essere ridotto a 10 giorni) e di 10 giorni per lapresentazione delle offerte.

Procedura negoziata

In una procedura negoziata, l'amministrazione pubblica invita almeno 3 imprese con le quali negozierà le condizioni dell'appalto.

La maggior parte delle amministrazioni pubbliche possono utillizzare questa procedura solo in un numero limitato di casi, ad esempio per le forniture destinate esclusivamente a fini di ricerca o sperimentazione. Le amministrazioni aggiudicatrici in settori come l'acqua, l'energia, i trasporti o i servizi postali possono utilizzarla come procedura standard.

Il termine per chiedere di partecipare è di 37 giorni dalla data di pubblicazione del bando di gara. In casi estremamente urgenti, questo termine può essere ridotto a 15 giorni (10 se il bando è stato inviato per via elettronica).  

A determinate condizioni, questa procedura può essere scelta anche senza la pubblicazione di un bando di gara, ad esempio quando non siano state presentate offerte nel quadro di una procedura aperta o ristretta, in casi di estrema urgenza o se, per ragioni tecniche, l'appalto può essere affidato solo a un'unica impresa.

Dialogo competitivo

Questa procedura è utilizzata spesso per appalti complessi, come grandi progetti infrastrutturali nei quali l'amministrazione pubblica non può definire fin dall'inizio le specifiche tecniche. Dopo la pubblicazione del bando di gara, le imprese interessate hanno 37 giorni per chiedere di partecipare. L'amministrazione pubblica deve invitare almeno 3 candidati ad un dialogo nel quale vengono definiti gli aspetti tecnici, giuridici ed economici. Dopo la conclusione del dialogo, i candidati presentano le offerte finali.

Il dialogo competitivo non può essere utilizzato dai prestatori di servizi pubblici nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali.

Aste elettroniche

Le amministrazioni pubbliche possono anche aggiudicare appalti attraverso un'asta elettronica. Prima di procedere all'asta, l'amministrazione deve effettuare una prima valutazione completa delle offerte e consentire di partecipare solo a quelle ammissibili. L'invito a partecipare all'asta deve indicare la data e l'ora di inizio dell'asta e il numero delle fasi. Deve anche precisare la formula matematica che determinerà le riclassificazioni automatiche. In ciascuna fase, l'offerente deve poter vedere la propria classificazione rispetto agli altri concorrenti, senza tuttavia conoscerne l'identità.

Le aste elettroniche non possono essere utilizzate per certi tipi di appalti, come la progettazione di lavori (ad esempio piani architettonici per la costruzione di un edificio).



Approfondisci, paese per paese:

Assistenza e consulenza

Assistenza e consulenza

La tua Europa – Consulenza

La tua Europa - Consulenza fornisce consigli e aiuto per tutti i problemi riguardanti l'applicazione della normativa europea che si incontrano in un altro paese dell'UE.

Solvit

Solvit può aiutare a comporre gratuitamente e in sede extragiudiziale una controversia con un organo ufficiale di uno Stato membro.
È possibile presentare un reclamo online o recarsi presso un centro Solvit nel proprio paese.

 

Invia un'e-mail a un'organizzazione aziendale nella tua zona

L'UE gestisce un network (Enterprise Europe Network) di organizzazioni aziendali nella maggior parte dei paesi europeiEnglish che potrebbe esserti utile.

Scegli il paese e la città e inserisci la richiesta qui sotto.

Paese

Austria

Feldkirch

Graz

Innsbruck

Klagenfurt

Linz

Salzburg

Wien

Belgio

Antwerpen

Arlon

Brugge

Brussels

Charleroi

Gent

Hasselt

Leuven

Libramont

Liège

Mons

Namur

Nivelles

Bulgaria

Dobrich

Plovidiv

Ruse

Sandanski

Sofia

Sofia

Stara Zagora

Vratsa

Yambol

Cipro

Nicosia

Croazia

Osijek

Rijeka

Split

Varazdin

Zagreb

Danimarca

Aalborg

Copenhagen

Herning

Kolding

Viborg

Estonia

Tallinn

Finlandia

Helsinki

Oulu

Tampere

Turku

Vantaa

Francia

Amiens

Annecy

Aulnat

Besançon

Bordeaux

Bourg en Bresse

Caen

Cayenne

Chalons-en-Champagne

Chambéry

Dijon

Fort-de-France

Grenoble

Lille

Limoges

Lyon

Marseille

Marseille

Marseille

Montpellier

Montpellier

Nancy

Nantes

Orléans

Paris

Pointe-à-Pitre

Poitiers

Privas

Rennes

Rouen

Saint-Denis

Saint-Etienne

Strasbourg

Toulouse

Valence

Germania

Berlin

Bremen

Bremenhaven

Chemnitz

Dresden

Düsseldorf

Erfurt

Frankfurt/Oder

Freiburg

Hamburg

Hannover

Kaiserslautern

Kiel

Konstanz

Leipzig

Magdeburg

Mannheim

Mülheim an der Ruhr

München

Osnabrück

Potsdam

Reutlingen

Rostock

Saabrücken

Stuttgart

Trier

Ulm

Villingen-Schwenningen

Wiesbaden

Grecia

Athens

Heraklion

Ioannina

Kavala

Kozani

Thessaloniki

Tripolis

Volos

Irlanda

Dublin

Italia

Abruzzo

Aosta

Apulia

Apulia

Ascoli Piceno

Basilicata

Bologna

Bologna

Cagliari

Calabria

Calabria

Campania

Catania

Catania

Florence

Genova

Gorizia

Milano

Milano

Milano

Molise

Naples

Naples

Palermo

Palermo

Perugia

Pesaro

Pordenone

Ravenna

Rome

Rovereto

Sassari

Sicily

Terni

Torino

Torino

Torino

Trieste

Trieste

Udine

Venezia

Venezia

Venezia

Lettonia

Riga

Lituania

Kaunas

Klaipėda

Vilnius

Lussemburgo

Luxembourg

Malta

Pieta`

Norvegia

Ås

Oslo

Stavanger

Tromsø

Paesi Bassi

Den Haag

Nieuwegein

Polonia

Bialystok

Gdańsk

Kalisz

Katowice

Kielce

Konin

Kraków

Lublin

Lublin

Olsztyn

Opole

Poznań

Rzeszów

Szczawno-Zdrój

Szczecin

Szczecin

Toruń

Warsaw

Warsaw

Wroclaw

Zielona Góra

Łódź

Portogallo

Aveiro

Braga

Coimbra

Évora

Faro

Funchal

Lisboa

Ponta Delgada

Porto

Regno Unito

Belfast

Bristol

Cambridge

Cardiff

Coventry

Inverness

London

Manchester

Newcastle

Yorkshire and Humber

Repubblica ceca

Brno

Liberec

Ostrava

Ostrava

Pardubice

Plzen

Praha

Usti nad Labem

Romania

Arad

Bacau

Bucuresti

Cluj-Napoca

Constanta

Craiova

Galati

Iasi

Ramnicu Valcea

Timișoara

Slovacchia

Bratislava

Prešov

Slovenia

Koper

Ljubljana

Maribor

Spagna

Albacete

Alicante

Badajoz

Barcelona

Bilbao

Bilbao

Ciudad Real

Donostia-San Sebastian

Ferrol

Las Palmas de Gran Canaria

Llanera

Logroño

Madrid

Murcia

Oviedo

Palma

Pamplona

Paterna (Valencia)

Santa Cruz de Tenerife

Santander

Santiago de Compostela

Sevilla

Toledo

Valencia

Valladolid

Vitoria-Gazteiz

Zaragoza

Svezia

Borlänge

Göteborg

Jönköping

Kramfors

Luleå

Malmö

Örebro

Östersund

Stockholm

Umeå

Västerås

Växjö

Ungheria

Budapest

Debrecen

Győr

Nyíregyháza

Pécs

Szeged

Székesfehérvár

Zalaegerszeg

Inserisci il messaggio qui

* Campo obbligatorio (deve essere compilato)