Percorso di navigazione

Aggiornamento 09/2014

Aggiornamento 09/2014

Regole di concorrenza


Condividi su 
	Condividi su Facebook
  
	Invia come Tweet 
  
	Condividi su google+
  
	Condividi su linkedIn

L'UE applica a tutela della libera concorrenza norme severe che vietano certe pratiche (vedere sotto).

Tutte le imprese, indipendentemente dalle loro dimensioni, sono chiamate a rispettare tali norme. L'ammenda per chi infrange le regole di concorrenza dell'UE può arrivare fino al 10% del fatturato annuale mondiale. In alcuni paesi dell'UE i singoli dirigenti delle imprese coinvolte rischiano pene severe, tra cui il carcere.

Le regole di concorrenza dell'UE si applicano direttamente in tutti i paesi membri e i tribunali nazionali devono farle rispettare. Sono applicabili non soltanto alle imprese, ma anche a qualsiasi organizzazione che esercita un'attività economica (ad esempio le associazioni di categoria ed altre organizzazioni industriali).

Divieto n. 1: contatti e accordi illegali

Questi accordi, detti anche cartelli, sono vietati perché limitano la concorrenza. Possono assumere diverse forme e non è necessario che siano ufficialmente approvati dalle imprese coinvolte. Le pratiche più comuni:

  • fissazione dei prezzi
  • ripartizione dei mercati
  • ripartizione della clientela
  • limitazione della produzione
  • accordi di distribuzione tra fornitori e rivenditori dove, ad esempio, il prezzo al consumatore viene imposto dal fornitore.

Possono essere considerati anticoncorrenziali tutti gli accordi e scambi di informazioni tra un'impresa e i suoi concorrenti che mirano a ridurre la sua incertezza strategica sul mercato (per quanto riguarda costi di produzione, fatturato, capacità, piani di commercializzazione, ecc.).

Anche il fatto di svelare unilateralmente questo tipo d informazioni strategiche per e-mail, telefono o in occasione di incontri può essere considerato una violazione delle regole.

Per evitare qualsiasi rischio è opportuno:

  • non fissare prezzi o altre condizioni commerciali
  • non limitare la produzione
  • non ripartire i mercati
  • non scambiare informazioni strategiche sulla propria impresa.

Alcuni accordi non sono vietati, se vanno a vantaggio dei consumatori e dell'economia nel suo insieme. Ne sono un esempio gli accordi su ricerca e sviluppo e trasferimento di tecnologie. Questi casi rientrano nei regolamenti di esenzione per categoria English .

Divieto n. 2: abuso di posizione dominante

Se l'azienda detiene un'importante quota di mercato, occupa una posizione dominante e deve stare particolarmente attenta a non:

  • applicare prezzi irragionevolmente elevati, a danno dei consumatori
  • applicare prezzi eccessivamente bassi per escludere i concorrenti dal mercato
  • operare delle discriminazioni tra i clienti
  • imporre certe condizioni commerciali ai partner.

Come segnalare pratiche anticoncorrenziali?

Ogni pratica commerciale in grado di limitare la concorrenza può essere segnalata. Se la situazione è specifica e limitata al paese o alla regione in cui si risiede, oppure non riguarda più di tre altri paesi dell'UE, è preferibile contattare l'autorità nazionale garante della concorrenza English .

In caso di dubbio, è possibile rivolgersi alla Commissione europea al seguente indirizzo: comp-market-information@ec.europa.eu o scrivere a:

Commissione europea, Direzione generale della Concorrenza
Protocollo Antitrust
B-1049 Bruxelles, Belgio

Chi ritiene di essere coinvolto in un cartello o altra pratica che limita la concorrenza, deve sapere che la prima società che fornisce le prove di un cartello può ottenere l'immunità totale dalle ammende (vedere il programma di trattamento favorevole English ).

I primi contatti con la Commissione europea vanno presi per fax al numero: +32 2 2994585 o per telefono ai numeri: +32 2 2984190 oppure +32 2 2984191.

Fusioni

Le imprese di una certa dimensione (con un fatturato complessivo a livello mondiale pari o superiore a 2,5 miliardi di euro) che operano nell'UE e che prevedono di attuare una fusione devono chiedere l'autorizzazione alla Commissione europea, a prescindere dal paese in cui hanno la propria sede principale. L'autorizzazione dipenderà dalla quota di mercato che la società potrebbe detenere nell'UE a seguito della fusione. Le concentrazioni tra piccole imprese non sono generalmente vietate.

Aiuti di Stato

In linea di massima la normativa europea vieta gli aiuti di Stato (che possono prendere varie forme, come sovvenzioni, abbuoni d'interesse, sgravi fiscali, garanzie sui prestiti), perché rischiano di dare a certe imprese un vantaggio sui concorrenti e quindi causare distorsioni della concorrenza.

Gli aiuti di Stato sono consentiti nei casi seguenti:

  • sostegno alle piccole imprese
  • promozione dello spirito imprenditoriale
  • ricerca, sviluppo e innovazione
  • sviluppo regionale
  • capitale di rischio
  • creazione di posti di lavoro
  • protezione dell'ambiente.

La Commissione europea controlla questi tipi di aiuti. Chi è a conoscenza di un aiuto di Stato illegale può presentare una denuncia online.

Approfondisci, paese per paese:

Assistenza e consulenza

Assistenza e consulenza

La tua Europa – Consulenza

La tua Europa - Consulenza fornisce consigli e aiuto per tutti i problemi riguardanti l'applicazione della normativa europea che si incontrano in un altro paese dell'UE.

Invia un'e-mail a un'organizzazione aziendale nella tua zona

L'UE gestisce un network (Enterprise Europe Network) di organizzazioni aziendali nella maggior parte dei paesi europeiEnglish che potrebbe esserti utile.

Scegli il paese e la città e inserisci la richiesta qui sotto.

Paese

Austria

Feldkirch

Graz

Innsbruck

Klagenfurt

Linz

Salzburg

Wien

Belgio

Antwerpen

Arlon

Brugge

Brussels

Charleroi

Gent

Hasselt

Leuven

Libramont

Liège

Mons

Namur

Nivelles

Bulgaria

Dobrich

Plovidiv

Ruse

Sandanski

Sofia

Stara Zagora

Vratsa

Yambol

Cipro

Nicosia

Croazia

Osijek

Rijeka

Split

Varazdin

Zagreb

Danimarca

Aalborg

Copenhagen

Herning

Kolding

Næstved

Viborg

Estonia

Tallinn

Finlandia

Helsinki

Oulu

Tampere

Turku

Vantaa

Francia

Amiens

Annecy

Aulnat

Besançon

Bordeaux

Bourg en Bresse

Caen

Cayenne

Chalons-en-Champagne

Chambéry

Dijon

Fort-de-France

Grenoble

Lille

Limoges

Lyon

Marseille

Marseille

Montpellier

Montpellier

Nancy

Nantes

Orléans

Paris

Pointe-à-Pitre

Poitiers

Privas

Rennes

Rouen

Saint-Denis

Saint-Etienne

Strasbourg

Toulouse

Valence

Germania

Berlin

Bremen

Bremenhaven

Chemnitz

Dresden

Düsseldorf

Erfurt

Frankfurt/Oder

Freiburg

Hamburg

Hannover

Kaiserslautern

Kiel

Konstanz

Leipzig

Magdeburg

Mannheim

Mülheim an der Ruhr

München

Potsdam

Reutlingen

Rostock

Saabrücken

Stuttgart

Trier

Ulm

Villingen-Schwenningen

Wiesbaden

Grecia

Athens

Heraklion

Ioannina

Kavala

Kozani

Thessaloniki

Tripolis

Volos

Irlanda

Dublin

Italia

Abruzzo

Aosta

Apulia

Ascoli Piceno

Basilicata

Bologna

Bologna

Cagliari

Calabria

Calabria

Campania

Catania

Florence

Genova

Gorizia

Milano

Molise

Naples

Palermo

Palermo

Perugia

Pesaro

Pisa

Pordenone

Ravenna

Rome

Rovereto

Sassari

Sicily

Terni

Torino

Trieste

Udine

Venezia

Venezia

Venezia

Lettonia

Riga

Lituania

Kaunas

Klaipėda

Vilnius

Lussemburgo

Luxembourg

Malta

Pieta`

Norvegia

Ås

Oslo

Stavanger

Tromsø

Paesi Bassi

Den Haag

Nieuwegein

Polonia

Bialystok

Gdańsk

Kalisz

Katowice

Kielce

Konin

Kraków

Lublin

Lublin

Olsztyn

Opole

Poznań

Rzeszów

Szczawno-Zdrój

Szczecin

Toruń

Warsaw

Warsaw

Warsaw

Wroclaw

Zielona Góra

Łódź

Portogallo

Aveiro

Braga

Coimbra

Évora

Faro

Funchal

Lisboa

Ponta Delgada

Porto

Regno Unito

Belfast

Bristol

Cambridge

Cardiff

Coventry

Inverness

London

Manchester

Newcastle

Yorkshire and Humber

Repubblica ceca

Brno

Brno

Liberec

Ostrava

Ostrava

Pardubice

Plzen

Praha

Usti nad Labem

Romania

Arad

Bacau

Bucuresti

Cluj-Napoca

Constanta

Craiova

Galati

Iasi

Ramnicu Valcea

Timișoara

Slovacchia

Bratislava

Prešov

Slovenia

Koper

Ljubljana

Maribor

Spagna

Albacete

Alicante

Badajoz

Barcelona

Bilbao

Ciudad Real

Donostia- San Sebastian

Ferrol

Las Palmas de Gran Canaria

Llanera

Logroño

Madrid

Madrid

Murcia

Oviedo

Palma

Pamplona

Paterna (Valencia)

Santa Cruz de Tenerife

Santander

Santiago de Compostela

Sevilla

Toledo

Valencia

Valladolid

Vitoria- Gazteiz

Zaragoza

Svezia

Borlänge

Göteborg

Jönköping

Kramfors

Luleå

Malmö

Örebro

Östersund

Stockholm

Umeå

Västerås

Växjö

Ungheria

Budapest

Debrecen

Eger

Győr

Miskolc

Nyíregyháza

Pécs

Szeged

Székesfehérvár

Zalaegerszeg

Inserisci il messaggio qui *

* Campo obbligatorio (deve essere compilato)