Available languages:

Ultima verifica : 14/11/2018

Conti bancari nell'UE

Diritto ad un conto bancario con caratteristiche di base

Potresti avere l'intenzione o la necessità di aprire un conto in banca nel tuo paese o in un altro paese dell'UE.

Se risiedi legalmente in un paese dell'UE hai il diritto di aprire un "conto di pagamento di base". Le banche non possono respingere la tua richiesta di aprire un conto di pagamento di base solo perché non vivi nel paese in cui hanno la loro sede.

Il diritto non si applica ad altri tipi di conto bancario, come i conti di risparmio.

Quando una banca può rifiutarsi di aprire un conto di pagamento di base

La banca può negarti l'apertura di un conto se non rispetti le norme europee sul riciclaggio di denaro sporco e il finanziamento del terrorismo .

In alcuni paesi dell'UE il rifiuto può essere determinato dal fatto che possiedi già un conto analogo presso un altro istituto di credito dello stesso paese.

Se chiedi di aprire un conto di pagamento di base all'estero, in alcuni paesi dell'UE le banche potrebbero chiederti di dimostrare un interesse concreto a tal fine, ad esempio se vivi in un paese, ma lavori in un altro.

Caratteristiche di un conto di base

Un "conto di pagamento di base" comprende le operazioni standard che si usano nella vita di tutti i giorni, come:

Dovrebbe anche comprendere una carta di pagamento utilizzabile per ritirare contante ed effettuare acquisti, sia online che in negozio.

Se disponibile, dovrebbe inoltre includere l'accesso ai servizi bancari online. Tuttavia, le banche non sono sempre tenute concedere aperture di credito o facilitazioni creditizie.

In alcuni paesi dell'UE sono ammesse spese annuali per un conto di pagamento di base, che comunque devono rimanere ragionevoli.

Esempio

Non c'è bisogno di vivere in un paese dell'UE per potervi aprire un conto bancario

Pur continuando a vivere in Ungheria, Sándor ha iniziato a lavorare per una società con sede in Slovenia. La società gli ha chiesto di aprire un conto bancario in Slovenia sul quale potergli accreditare lo stipendio.

Sándor ha trovato una banca slovena vicino al lavoro, dove ha chiesto di poter aprire un conto di base. La banca gli ha consentito di aprire un conto anche se non viveva in Slovenia.

Le banche non possono rifiutarsi di aprire un conto soltanto perché non si è residenti.

Informazioni sulle spese

Prima dell'apertura del conto la banca dovrebbe consegnarti un documento che illustra i principali servizi offerti e le relative commissioni a tuo carico. Si tratta del cosiddetto "documento informativo sulle spese" che ti consente di confrontare i costi dei conti presso banche diverse.

La banca dovrebbe inoltre inviarti almeno una volta all'anno un documento che specifica le spese per la tenuta del conto. Questo "riepilogo delle spese" dovrebbe anche fornire informazioni sui tassi d'interesse applicati al conto.

Trasferire un conto bancario

È possibile trasferire un conto verso un'altra banca dello stesso paese dell'UE. La nuova banca dovrebbe aiutarti a farlo.

Se desideri aprire un nuovo conto nello stesso paese, comunica alla nuova banca che desideri cambiare e trasferire sul nuovo conto gli ordini di pagamento ricorrenti.

La nuova banca provvederà ad assicurare il trasferimento di tutti i dati e la cancellazione degli ordini in corso da parte dell'altro istituto di credito. La nuova banca è anche tenuta a:

Se decidi di chiudere un conto, potresti comunque vederti addebitare delle spese.

Tuttavia, se nel corso della procedura di trasferimento devi sostenere dei costi perché la banca non rispetta una scadenza (ad esempio per cancellare un pagamento) oppure effettua un errore, la stessa banca è tenuta a rimborsarti i relativi costi. In caso di difficoltà, puoi ricorrere alla risoluzione extragiudiziale delle controversie.

Esempio

Trasferire un conto bancario non è sempre facile

Quando Suzanne si è trasferita da Tolosa a Parigi, ha deciso di spostare il suo conto bancario presso un istituto di credito locale. Ha quindi chiesto alla nuova banca di Parigi di trasferire tutti i suoi pagamenti al nuovo conto e di chiudere il vecchio conto di Tolosa.

La banca di Parigi ha detto alla banca di Tolosa di cancellare tutti gli ordini permanenti e di chiudere il conto di Suzanne. Ha quindi attivato i pagamenti dal suo nuovo conto. Tuttavia, ha dimenticato di informare il suo operatore di telefonia mobile, per cui Suzanne ha dovuto pagare una multa perché l'ordine di pagamento per il telefono cellulare non era stato eseguito per tempo.

Suzanne ha presentato un reclamo alla banca di Parigi, che ha convenuto di rimborsarle il costo della multa e provveduto a correggere gli ordini di pagamento per il contratto di telefonia mobile.

Il tuo denaro protetto nell'UE

Le norme dell'UE garantiscono che il denaro sul tuo conto bancario (conto di risparmio e/o conto corrente) sia protetto in caso di fallimento della banca presso cui il conto è stato aperto. Il tuo denaro è protetto fino a un limite di 100 000 euro o del suo equivalente in valuta locale. Questo limite si applica per persona e per banca, ciò significa che se hai più conti nella stessa banca il limite di 100 000 euro si applica ai tuoi conti aggregati.

Esistono alcune eccezioni a questa regola. Se possiedi un conto congiunto con il tuo partner, ad esempio, il limite di 100 000 euro si applica a ciascuno di voi, ossia fino a un massimo di 200 000 euro per il vostro conto congiunto. Inoltre, il tuo denaro sarà protetto oltre i 100 000 euro in alcuni altri casi per un periodo di tempo limitato, come ad esempio quando si tratta di:

In questi casi, gli importi superiori a 100 000 euro sono protetti per almeno tre mesi e per un periodo massimo di 12 mesi dopo l'accredito del denaro, o dal momento in cui il denaro è divenuto legalmente trasferibile, a seconda delle condizioni e delle soglie fissate da ciascun paese dell'UE.

Legislazione dell'UE

Hai bisogno di maggiori informazioni sulle norme vigenti in un determinato paese?

Hai bisogno di aiuto?

Contatta i servizi di assistenza specializzati

Condividi questa pagina: