Portale Europeo per i Giovani
Informazioni e opportunità per i giovani in Europa.

Da rifugiato a volontario a Bruxelles

Natalie Kontoulis and Hadi Abdul Hadi. Photographer: Lisa O'Leary
Il progetto Tandem è un'iniziativa che mette in contatto le ONG con i rifugiati e i richiedenti asilo che desiderano svolgere due settimane di tirocinio a Bruxelles

Hadi Abdul Hadi era al terzo anno di giurisprudenza all'università di Aleppo quando è scoppiata la guerra in Siria. Aveva 22 anni ed è stato costretto ad abbandonare il lavoro, gli studi e la famiglia. "Ho deciso di venire in Europa nel 2015. È stato un lungo viaggio attraverso la Turchia", ricorda Hadi. "Abbiamo incontrato numerosi ostacoli e abbiamo dovuto attraversare le frontiere con un trafficante", ricorda questo giovane siriano che vive attualmente a Bruxelles.

 

Natalie Kontoulis è responsabile di "End Female Genital Mutilation", una rete europea con sede a Bruxelles. La mutilazione genitale femminile è una pratica che può riguardare determinate comunità di richiedenti asilo in Europa, pertanto hanno organizzato una conferenza dedicata ai rifugiati. Un'amica di Natalie le ha parlato di Tandem, che poi ha messo in contatto Natalie con Hadi, il quale si era iscritto all'associazione pochi giorni prima. Le conoscenze giuridiche di Hadi e la sua esperienza di rifugiato si sono rivelate molto utile per l’organizzazione della conferenza. Per Hadi, anche se due settimane sono state "troppo brevi", è stata un’esperienza preziosa. Come lui stesso dichiara, "ho avuto la possibilità di studiare in che modo funziona un'organizzazione europea e come si preparano le riunioni".

 

Oggi Hadi ha 26 anni e vive nella capitale belga con il padre: ha ottenuto lo status di rifugiato e un permesso di soggiorno valido per 5 anni in Belgio. "Quando scappi dalla guerra, ti aggrappi a ogni mano che ti viene porta. Hanno distrutto tutto a casa mia", ricorda. Frequenta corsi di francese e ha intenzione di terminare gli studi di giurisprudenza in Belgio. "Spero di laurearmi, diventare avvocato e cominciare una nuova vita", dichiara con fiducia.

 

L'obiettivo dell' iniziativa Tandem è aiutare i rifugiati e i richiedenti asilo a iniziare una nuova vita a Bruxelles. L'iniziativa è stata inaugurata il 20 giugno 2016, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato. Da allora, si sono registrate 36 organizzazioni e 34 profughi hanno fatto volontariato nell'ambito di questa iniziativa organizzata dal personale di ONG europee.

 

Le organizzazioni ospitanti forniscono un’indennità giornaliera di 25 euro al giorno e una copertura assicurativa. L’Agenzia collabora con l'agenzia fiamminga per il volontariato a Bruxelles al fine di garantire che tutte le questioni giuridiche siano chiarite e che il volontariato non sia svolto a favore di le attività commerciali o di privati.

Nadzeya Laurentsyeva and Wali Ahmad Yar at CEPS offices.

Di norma l’intervista per acquisire lo status di rifugiato dura 4 ore. A Wali Ahmad Yar sono bastati 15 minuti. Il giornalista afghano, di 23 anni, aveva pubblicato un articolo che denunciava la corruzione del governo afghano. "Non avevo mai pensato di fuggire dall'Afghanistan ma, una volta pubblicato l'articolo, la situazione è diventata problematica con il governo e i talebani e ho dovuto scappare". Ha ottenuto un visto e ha lasciato la sua città, Ghaznī, per Bruxelles, dove è arrivato nel 2015.

 

Due anni dopo, a 25 anni, sta finendo un master in scienze politiche presso l’Università Libera di Bruxelles e sta svolgendo un tirocinio di 2 settimane come volontario mediante Tandem presso il Centro per gli studi politici europei. Nadzeya Laurentsyeva, ricercatrice presso il centro, ha deciso di partecipare all'iniziativa Tandem perché il centro stava valutando il lavoro di un'ONG a Monaco che aiuta i richiedenti asilo a entrare in contatto con possibili datori di lavoro. Il ruolo di Wali è stato molto "utile per intervistare le persone provenienti dall’Afghanistan e dal Pakistan nella loro lingua materna per telefono e completare il sondaggio".

 

Il giovane afghano è regolarmente in contatto con altri rifugiati, non solo in Belgio, ma anche in altri paesi dell’UE. "Parliamo sempre dei nostri problemi, e questo potrebbe essere veramente utile per il mio lavoro qui", ha dichiarato Wali. L'attività con Tandem è stata essenziale per aiutare Wali a "imparare a conoscere le istituzioni internazionali", poiché in precedenza non aveva avuto contatti e tutte le sue domande di tirocinio erano state respinte.

 

Nadzeya sottolinea che "l’obiettivo di Tandem è fare in modo che le persone si incontrino. Non è così difficile assumere un rifugiato". In effetti, l'aiuto di Wali è stato così prezioso che confida nel fatto che "Wali possa prolungare il suo tirocinio. Sembra una possibilità concreta".

 

Pubblicato: mar, 19/12/2017 - 10:30


Tweet Button: 

Link correlati


Info for young people in the western balkans

Hai bisogno di aiuto o consulenza da parte di un esperto?

Chiedilo a noi!