Portale Europeo per i Giovani
Informazioni e opportunità per i giovani in Europa.

Come partecipare al Servizio volontario europeo dai Balcani occidentali

Jela Radovic è stata una volontaria europea in Italia alcuni anni fa. Attualmente dirige una delle cinque organizzazioni accreditate per il Servizio volontario europeo (SVE) in Montenegro. Scopri la procedura per diventare un volontario europeo.

Qual è la relazione tra la vostra organizzazione e l'SVE?

Jela - La nostra associazione, il Centar za obrazovanje i odgoj Don Bosko a Podgorica (Montenegro), invia giovani all'estero per l'SVE e noi accogliamo giovani provenienti da altri paesi: ad esempio, uno dei nostri volontari montenegrini è attualmente in Spagna con l'SVE, e qui c'è un giovane volontario francese. Inviamo all'estero anche persone che intendono partecipare a iniziative del programma Erasmus+, ad esempio seminari, formazioni o scambi di giovani, e promuoviamo il programma nelle università o nelle scuole di lingue.

 

Qual è la procedura da seguire per un giovane che intende partecipare all'SVE?

Jela - Le organizzazioni che mandano persone all'estero come la nostra hanno tutte uno sportello informativo. I giovani possono contattare noi o una delle altre organizzazioni del paese per pianificare un incontro e ricevere maggiori informazioni sul programma. Anche online possono consultare la banca dati del volontariato per conoscere i progetti SVE e le organizzazioni accreditate e contattare quelle a cui sono interessati. Possono inviare il CV e una lettera di motivazione e aspettare una risposta dell'organizzazione. Ad ogni modo consiglierei agli aspiranti volontari di avere pazienza e di non demordere, perché a volte la procedura può durare diversi mesi. Una volta trovato un progetto possono mettersi in contatto con noi o con un'altra organizzazione del loro paese per compilare l'atto di candidatura.

 

Come ottenere un visto per attività SVE di lungo periodo?

Jela - L'organizzazione d'origine e quella ospitante si occuperanno della questione insieme al volontario. L’organizzazione ospitante ci invia tutti i documento dell'accordo di volontariato, noi li traduciamo nella nostra lingua e il volontario li presenta all'ambasciata competente. Ci vuole un po' di tempo e di coordinamento tra le varie persone, ma alla fine tutto va in porto.

 

Si può partecipare al Servizio volontario europeo anche se non si parla molto bene l'inglese?

Jela - Sì, in effetti abbiamo inviato nei Paesi Bassi per un SVE di breve durata (link) due persone con un ostacolo linguistico: non erano mai state all'estero e non avevano mai avuto l'occasione di parlare inglese. Nonostante ciò, la loro esperienza è stata molto positiva: non solo il loro inglese è migliorato, ma hanno anche acquisito fiducia in se stessi e sono tornati con molte idee per collaborare con la nostra organizzazione a livello locale. È possibile anche ottenere assistenza per imparare una nuova lingua prima di partire per il Servizio volontario europeo.

 

In che modo l'SVE ha cambiato la tua vita?

Jela - A livello personale, vivere in un paese con gente che non conosci è una sfida e al tempo stesso un'esperienza incredibile. A volte le persone non sono abituate a fare volontariato, ma non tutto è una questione di soldi. L'SVE comporta numerosi vantaggi. Io ho deciso di andare in Italia perché avevo studiato italiano all'università: mi motivava molto l'idea di andare in un luogo in cui poter parlare la lingua che avevo imparato a scuola. Ho lavorato come volontaria con un'organizzazione che si occupa di fornire informazione ai giovani. Prendendo parte alle attività quotidiane dell'associazione ho imparato tante cose nuove su come scrivere progetti europei e su come organizzare eventi per i giovani.  Prima di partecipare al programma lavoravo in un hotel e non sapevo nulla del settore delle ONG, ma l'SVE ha cambiato la mia traiettoria professionale. Quando sono tornata ho iniziato a lavorare in un'organizzazione per redigere progetti per bambini, e ora sono la coordinatrice di questa ONG e aiuto altre persone a partecipare al Servizio volontario europeo. 

Pubblicato: gio, 23/06/2016 - 11:00


Tweet Button: 

Link correlati


Info for young people in the western balkans

Hai bisogno di aiuto o consulenza da parte di un esperto?

Chiedilo a noi!