Portale Europeo per i Giovani
Informazioni e opportunità per i giovani in Europa.

Come partecipare a uno scambio di giovani

Ti piacerebbe trascorrere qualche giorno all'estero per imparare e condividere esperienze con giovani di altri paesi? Scopri che cos'è uno scambio di giovani e come partecipare.

L'organizzazione giovanile "Beyond Barriers" a Tirana (Albania) è uno dei punti di contatto nazionali Erasmus+ in questo paese. Negli ultimi dieci anni ha organizzato più di un centinaio di scambi, seminari e corsi di formazione per giovani all'estero. La responsabile del programma SVE dell'organizzazione, Ira Topalli, spiega come fare per partecipare.

 

Che cos'è uno scambio di giovani?

Uno scambio di giovani è un'attività che consente a gruppi di giovani di condividere esperienze vivendo insieme in un paese diverso per periodi compresi tra 5 e 21 giorni.

Nel corso di uno scambio, i partecipanti svolgono un programma di lavoro su un determinato argomento, accompagnati da animatori socioeducativi. Potrebbero ad esempio lavorare su questioni legate all'ambiente, all'educazione sanitaria, all'apprendimento interculturale, ecc. Lo scambio si compone di una serie di seminari, esercizi, dibattiti, simulazioni e persino attività all'aria aperta progettate e preparate dai partecipanti prima dello scambio.

 

Chi può partecipare?

Tutte le persone di età compresa tra 13 e 30 anni. Uno scambio di giovani coinvolge un minimo di 16 fino a un massimo di 60 partecipanti, esclusi i moderatori.

 

Dove posso trovare informazioni sugli scambi di giovani che sono in cerca di partecipanti?

Puoi rivolgerti al tuo punto di contatto nazionale Erasmus+ o anche ad altre organizzazioni locali che collaborano con Erasmus+. Puoi trovare anche informazioni sui nuovi scambi anche sui siti web specializzati e attraverso i social media. Ad esempio, puoi consultare il gruppo Facebook Beyond barriers.

 

Che cosa devo fare per partecipare?

Rivolgiti all'organizzazione per manifestare il tuo interesse a partecipare. Se i candidati sono molto numerosi l'organizzazione potrebbe chiederti di inviare il tuo CV o una lettera di motivazione.

Se sarai selezionato, l'organizzazione ti fornirà un modulo di candidatura che dovrai compilare e potrebbe invitarti a un incontro. "Riuniamo il gruppo nei nostri uffici, formiamo i partecipanti prima della partenza, seguiamo le loro attività durante il soggiorno all'estero e, una volta rientrati, li coinvolgiamo in attività a livello locale", spiega Ira Topalli. "Per esempio, in questo momento stiamo preparando un gruppo di sei giovani che partiranno insieme per l'Italia alla fine del mese per uno scambio incentrato su questioni ambientali e sulla lotta agli stereotipi tra i giovani."

 

Il mio inglese non è un granché... posso comunque partecipare?

"Come organizzazione cerchiamo di non subordinare la partecipazione a uno scambio a troppi criteri, perché per noi la cosa più importante è l'inserimento di tutti. Per questa ragione includiamo negli scambi anche giovani che non parlano molto bene l'inglese: altri partecipanti li possono aiutare traducendo per loro, per cui non dovrebbe essere un motivo valido per escluderli. L'esperienza potrebbe anzi motivarli a studiare la lingua in un secondo momento."

 

La partecipazione è gratuita?

Sì, nella maggior parte dei casi la partecipazione è gratuita. Inoltre, in base alle norme del programma, gli organizzatori provvedono al vitto, all'alloggio e alle piccole spese quotidiane legate al progetto. Sono compresi anche i biglietti aerei. In genere acquistiamo i biglietti per i partecipanti in anticipo e il nostro partner ci rimborsa in un secondo momento. Può capitare che il prezzo del biglietto superi lievemente il massimo previsto in base alla calcolatrice delle distanze: in questo caso i partecipanti potrebbero dover pagare la differenza di tasca propria. In alcuni casi l'organizzazione può stabilire una quota di partecipazione, ma non è frequente.

 

Perché consiglieresti di partecipare a uno scambio di giovani?

"Vale la pena cogliere l'opportunità di partecipare a queste attività. In questo modo i giovani possono non solo sviluppare competenze in vari campi, ma anche diventare socialmente consapevoli su una serie di argomenti e di settori che di solito non fanno parte della loro vita quotidiana. Come associazione li incoraggiamo a esplorare nuove culture, nuove abitudini, nuovi stili di vita e ad imparare con altri giovani simili a loro. Questo è l'aspetto migliore di uno scambio di giovani: imparare e migliorare le proprie competenze. Vi sono persone diverse sul piano culturale ma che hanno comunque alcune cose in comune. Ci si concentra sui punti in comune per far capire ai giovani che il futuro, il domani, sono loro."

Pubblicato: lun, 27/06/2016 - 15:09


Tweet Button: 


Info for young people in the western balkans

Hai bisogno di aiuto o consulenza da parte di un esperto?

Chiedilo a noi!