Portale Europeo per i Giovani
Informazioni e opportunità per i giovani in Europa.

Come convincere i giovani in Europa a fare più volontariato?

Fino al:31/12/2016

Invia a Tibor Navracsics, il commissario europeo per la Gioventù, le tue idee per aiutare i giovani a impegnarsi nel volontariato e altre attività.

Sorry this consultation is now closed
Lingue disponibili: bg cs da de el en es et fi fr ga hr hu is it lt lv mk mt nl no pl pt ro sk sl sv tr

introduzione

Il commissario europeo per la Gioventù Tibor Navracsics intende aiutare i giovani ad impegnarsi maggiormente nelle loro comunità locali attraverso il volontariato e altre attività. Recentemente ha discusso la questione con diversi ragazzi, sia online che di persona, e ora vorrebbe sapere cosa ne pensa un numero molto più elevato di giovani di tutta Europa.

Desidera conoscere le tue idee e opinioni su come aiutare i giovani ad impegnarsi nelle loro comunità locali.

Ne terrà conto, insieme al suo staff, per dare un apporto alle politiche e pratiche a livello sia europeo che nazionale.

Le discussioni già avviate con alcuni gruppi di giovani e le più tradizionali ricerche condotte su questo argomento hanno evidenziato alcuni aspetti che scoraggiano i giovani dall'impegnarsi nelle loro comunità locali attraverso il volontariato o altre attività, tra cui:

  • la mancanza di motivazione e di informazioni su come iniziare un'attività di volontariato
  • un numero insufficiente di esempi cui i giovani posso ispirarsi
  • scarse informazioni sulle opportunità e i progetti disponibili
  • i costi, a volte troppo elevati, per partecipare
  • scarso riconoscimento degli sforzi compiuti
  • limitata considerazione da parte dei potenziali datori di lavoro delle nuove competenze acquisite.

Desideriamo sapere cosa pensi possa essere fatto per ridurre o rimuovere questi e altri ostacoli che impediscono ai giovani di impegnarsi nelle loro comunità locali.

Ti invitiamo a leggere attentamente le domande e a farci avere le tue opinioni e proposte.

Restiamo in attesa di leggere cosa hai da dire!

Ti invitiamo anche a valutare più avanti tutte le proposte per aiutarci a capire quali sono quelle più importanti per te.

Puoi tenerti al corrente sull'andamento della consultazione accedendo al nostro profilo Facebook o seguendoci su Twitter.

Da parte nostra, provvederemo ad aggiornati per e-mail se ci comunichi il tuo indirizzo quando posti un'idea o opinione (questa opzione è facoltativa; il tuo post sarà conservato con cura anche se decidi di non darci il tuo indirizzo e-mail!)

Grazie per la collaborazione!!

contesto

Il volontariato in Europa

Dalle ultime ricerche per la relazione dell'Unione europea sulla gioventù del 2015 emerge che, a livello dell'UE, circa un giovane su quattro (25%) è impegnato in qualche forma di attività di volontariato. Tuttavia, le stesse ricerche indicano che i tassi di partecipazione variano notevolmente da un paese all'altro, andando da oltre il 40% a circa il 10%.

Il grafico seguente illustra i diversi livelli per paese dell'UE.

Indicatore dell'UE per la gioventù: partecipazione dei giovani (di età compresa tra i 15 e i 30 anni) in attività organizzate di volontariato per paese, 2011 e 2014. (Fonte: Eurobarometro Flash 319, "Gioventù in movimento", 2011, ed Eurobarometro Flash 408 "Giovani europei", 2014)

Le ricerche evidenziano anche che, con l'aumento dell'età, un numero sempre inferiore di giovani prende parte a qualche forma di attività di volontariato. Nel 2014 nell'UE il 29% dei ragazzi di età compresa tra i 15 e i 19 anni era attivo, mentre lo era soltanto il 23% di quelli di età compresa tra i 25 e i 29 anni.

Il grafico seguente illustra le diverse attività di volontariato svolte dai giovani. Le più popolari riguardano i progetti non lucrativi, per gli aiuti umanitari e allo sviluppo, nonché le attività relative all'istruzione, alla formazione o allo sport:

Principali temi delle attività di volontariato condotte dai giovani (di età compresa tra i 15 e i 30 anni), media UE-28, 2014 (Fonte: Eurobarometro Flash 408, "Giovani europei", 2014)

Chi è responsabile dell'impegno sociale nelle comunità locali?

La maggior parte delle attività di impegno sociale e di volontariato si svolge a livello locale e viene organizzata da gruppi, come ONG, gruppi comunitari, club e associazioni, e dagli enti locali. La responsabilità delle politiche e legislazioni riguardanti queste attività spetta ai governi nazionali dei 28 Stati membri dell'UE. Tale responsabilità può anche essere trasferita agli enti regionali e locali, a seconda dell'organizzazione del paese interessato.

Il commissario europeo per la Gioventù e la Commissione europea possono aiutare gli Stati membri a introdurre dei miglioramenti suggerendo nuove politiche, svolgendo ricerche, realizzando progetti e favorendo lo scambio delle buone pratiche tra i diversi paesi. Ciò avviene in collaborazione con gli Stati membri nell'ambito della strategia dell'UE per la gioventù, che contiene una sezione specifica dedicata alle attività di volontariato.

Inoltre, la Commissione europea gestisce le iniziative internazionali di volontariato Servizio volontario europeo (SVE) (parte del programma Erasmus+) e Volontari dell'UE per gli aiuti umanitari. Contribuisce anche a promuovere il volontariato mediante il Portale europeo per i giovani ed erogando finanziamenti mediante il programma Erasmus+.

partecipa

Grazie mille per tutti i contributi, che si trovano attualmente in fase di analisi e saranno tradotti in proposte che potrai valutare a partire dalla data indicata: torna allora per valutare tutte le idee! Nel frattempo, è possibile leggere tutti i contributi pubblicati su questo argomento.

tutti gli argomenti

1

visualizza

In che modo possiamo motivare più giovani come te a fare volontariato?

Cosa si dovrebbe fare per motivare più giovani come te a partecipare ad attività di volontariato nella tua comunità? Come possiamo cambiare l’atteggiamento dei giovani per rendere il volontariato più accettabile e attraente? E secondo te, chi dovrebbe assumersi la responsabilità di farlo: gli stessi giovani, le scuole, le università, le organizzazioni non governative, i datori di lavoro, le amministrazioni locali, le amministrazioni nazionali, la Commissione europea, ecc.?

2

visualizza

Qual è il modo migliore di informarti su come fare volontariato nella tua comunità?

Esistono molti modi diversi di fare volontariato nella tua comunità, e molte organizzazioni stanno cercando dei giovani. Come possiamo aiutarti a trovare i progetti e le organizzazioni che potrebbero interessarti? Quali sono i modi migliori di farti conoscere queste informazioni?

3

visualizza

Cosa dovremmo fare per garantire il riconoscimento adeguato delle tue azioni di volontariato?

Fare volontariato può essere difficile e impegnarti molto, ma è anche un ottimo modo di imparare nuove competenze che possono esserti utili per cercare lavoro o andare all'università. In che modo dovremmo riconoscere gli sforzi compiuti? E cosa occorre fare per garantire che i datori di lavoro e altri soggetti capiscano e accettino pienamente le nuove competenze acquisite dai giovani volontari?

4

visualizza

Cos’altro occorre fare per aiutarti a iniziare a fare volontariato?

Cos’altro va cambiato per motivare i giovani come te a fare volontariato nella vostra comunità? Per esempio, hai la possibilità di fare volontariato? O forse il lavoro o lo studio non ti lasciano abbastanza tempo per il volontariato? Fare volontariato è complicato da problemi riguardanti l’assicurazione, la copertura sanitaria o il regime di previdenzale? Esistono altri ostacoli? Faccelo sapere!

esprimi la tua opinione

Grazie mille per tutti i contributi, che si trovano attualmente in fase di analisi e saranno tradotti in proposte che potrai valutare a partire dalla data indicata: torna allora per valutare tutte le idee! Nel frattempo, è possibile leggere tutti i contributi pubblicati su questo argomento.

1 In che modo possiamo motivare più giovani come te a fare volontariato?

Cosa si dovrebbe fare per motivare più giovani come te a partecipare ad attività di volontariato nella tua comunità? Come possiamo cambiare l’atteggiamento dei giovani per rendere il volontariato più accettabile e attraente? E secondo te, chi dovrebbe assumersi la responsabilità di farlo: gli stessi giovani, le scuole, le università, le organizzazioni non governative, i datori di lavoro, le amministrazioni locali, le amministrazioni nazionali, la Commissione europea, ecc.?

  • Fare in modo che a scuola, fin dalla giovane età, vengano fornite informazioni sui vantaggi delle esperienze di volontariato

    Current rating: 4.4 / 5 285 votes
  • Promuovere il racconto di storie di vita reale vissute dai volontari

    Current rating: 4.3 / 5 176 votes
  • Fornire incentivi, istituendo premi e/o cerimonie di assegnazione di riconoscimenti

    Current rating: 2.7 / 5 102 votes
  • Offrire una gamma più ampia di opportunità anche divertenti tra cui scegliere, a livello locale o extra locale

    Current rating: 4.1 / 5 118 votes
  • Offrire ai giovani il sostegno e le risorse per portare avanti i loro progetti di volontariato informali

    Current rating: 4.4 / 5 108 votes
  • Inserire l’impegno sociale nei programmi scolastici

    Current rating: 3.8 / 5 116 votes
  • Rendere le esperienze di volontariato un requisito obbligatorio per accedere all’università, in aggiunta ai diplomi di scuola secondaria

    Current rating: 2.4 / 5 104 votes
  • Realizzare serie TV in cui il protagonista sia un volontario

    Current rating: 2.2 / 5 93 votes
  • Coinvolgere dei personaggi famosi nella promozione del volontariato

    Current rating: 2.5 / 5 91 votes
  • Inserire le esperienze di volontariato tra i requisiti obbligatori per le candidature di lavoro, proprio come le qualifiche professionali

    Current rating: 2.6 / 5 115 votes
2 Qual è il modo migliore di informarti su come fare volontariato nella tua comunità?

Esistono molti modi diversi di fare volontariato nella tua comunità, e molte organizzazioni stanno cercando dei giovani. Come possiamo aiutarti a trovare i progetti e le organizzazioni che potrebbero interessarti? Quali sono i modi migliori di farti conoscere queste informazioni?

  • Fornire alle scuole le risorse e il sostegno necessari per informare sui vantaggi delle esperienze di volontariato e su come parteciparvi

    Current rating: 4.8 / 5 96 votes
  • Utilizzare i social media per condividere informazioni su specifiche opportunità

    Current rating: 4.5 / 5 81 votes
  • Migliorare il coordinamento tra le organizzazioni che cercano volontari e le università, in modo che gli studenti possano trovare le opportunità più attinenti ai loro percorsi di studio

    Current rating: 4.8 / 5 69 votes
  • Creare materiali promozionali e campagne convincenti (in TV, online, e offline)

    Current rating: 4.1 / 5 42 votes
  • Creare una app per social media con informazioni sulle opportunità di volontariato in zona, visualizzate su una mappa virtuale

    Current rating: 4.5 / 5 51 votes
  • Migliorare il Portale Europeo per i Giovani, in modo che lo si possa aggiornare più facilmente

    Current rating: 4.1 / 5 47 votes
  • Investire nella promozione del Portale Europeo per i Giovani, in modo che diventi la piazza virtuale di contatto tra i volontari e le organizzazioni

    Current rating: 4.2 / 5 53 votes
  • Fare in modo che a scuola, in ogni classe, siano affissi poster che promuovono il volontariato

    Current rating: 2.5 / 5 44 votes
  • Lanciare una campagna massiccia all’insegna dello slogan “Si può fare”, attraverso progetti locali e presentazioni nelle scuole

    Current rating: 3.5 / 5 40 votes
  • Invitare genitori e insegnanti a un coinvolgimento più attivo nelle rispettive comunità

    Current rating: 4.3 / 5 49 votes
3 Cosa dovremmo fare per garantire il riconoscimento adeguato delle tue azioni di volontariato?

Fare volontariato può essere difficile e impegnarti molto, ma è anche un ottimo modo di imparare nuove competenze che possono esserti utili per cercare lavoro o andare all'università. In che modo dovremmo riconoscere gli sforzi compiuti? E cosa occorre fare per garantire che i datori di lavoro e altri soggetti capiscano e accettino pienamente le nuove competenze acquisite dai giovani volontari?

  • Fornire a ogni volontario dei certificati che indichino le azioni di volontariato svolte e le competenze acquisite

    Current rating: 4.5 / 5 88 votes
  • Fare in modo che le politiche del lavoro a livello globale riconoscano le competenze acquisite con il volontariato

    Current rating: 4.8 / 5 72 votes
  • Fare in modo che vengano riconosciuti dei crediti formativi per il lavoro di volontariato

    Current rating: 4.2 / 5 59 votes
  • Facilitare le assunzioni dei giovani che hanno svolto esperienze di volontariato

    Current rating: 4.5 / 5 54 votes
  • Obbligare le aziende a rendere pubbliche le loro azioni nel campo della Responsabilità sociale d’impresa

    Current rating: 4.2 / 5 42 votes
  • Comunicare testimonianze di volontariato, in modo che la società comprenda e diventi consapevole del ruolo fondamentale dei volontari

    Current rating: 4.1 / 5 44 votes
  • Promuovere la conoscenza e l’impiego di Youthpass presso i datori di lavoro

    Current rating: 4 / 5 51 votes
  • Fornire a chi ha svolto esperienze di volontariato referenze di alto profilo, spendibili per la candidatura per un posto di lavoro (per es. una lettera di referenze)

    Current rating: 4.7 / 5 73 votes
4 Cos’altro occorre fare per aiutarti a iniziare a fare volontariato?

Cos’altro va cambiato per motivare i giovani come te a fare volontariato nella vostra comunità? Per esempio, hai la possibilità di fare volontariato? O forse il lavoro o lo studio non ti lasciano abbastanza tempo per il volontariato? Fare volontariato è complicato da problemi riguardanti l’assicurazione, la copertura sanitaria o il regime di previdenzale? Esistono altri ostacoli? Faccelo sapere!

  • Fornire sostegno finanziario per coprire i costi e fare in modo che il lavoro di volontariato sia esente dal pagamento dei contributi di previdenza sociale e assicurativa

    Current rating: 4.6 / 5 88 votes
  • Fare in modo che si possa presentare personalmente la propria candidatura per partecipare a esperienze di volontariato, come per le candidature di lavoro, senza dover passare attraverso le Organizzazioni di Invio

    Current rating: 4.1 / 5 69 votes
  • Creare maggiori opportunità di volontariato a breve termine, con possibilità di presentare domanda con breve preavviso

    Current rating: 4.4 / 5 75 votes
  • Promuovere e fornire sostegno a giovani di qualsiasi estrazione sociale

    Current rating: 4.7 / 5 60 votes
  • Sostenere i servizi sociali aiutandoli a coinvolgere i giovani socialmente esclusi

    Current rating: 4.9 / 5 60 votes
  • Offrire maggiori opportunità ai giovani under 18 e ampliare il limite di età fino a 35 anni

    Current rating: 4.7 / 5 96 votes
  • Sollecitare i datori di lavoro e le università a essere più flessibili nell’agevolare gli impegni di volontariato

    Current rating: 4.6 / 5 59 votes
  • Consentire a gruppi di amici di partecipare a progetti di volontariato insieme

    Current rating: 3.6 / 5 58 votes
  • Collegare le scuole alle organizzazioni locali che necessitano di volontari

    Current rating: 4.6 / 5 69 votes
  • Fare in modo che anche le nuove ONG possano ricevere finanziamenti per il volontariato

    Current rating: 4.2 / 5 56 votes
  • Semplificare il processo (per es. le procedure di accreditamento) per le organizzazioni, che potranno così offrire più opportunità di volontariato

    Current rating: 5 / 5 1 vote
  • Creare accordi di base con il settore privato (per es. chi svolge attività di volontariato dovrebbe beneficiare di aliquote agevolate e avere più facile accesso ai mutui)

    Current rating: 5 / 5 1 vote

commenti e suggerimenti

La presente consultazione è ancora in corso. Pertanto i risultati non sono ancora disponibili. Provvederemo ad inviare regolarmente degli aggiornamenti a chi ci comunica il suo indirizzo e-mail quando posta la sua idea od opinione. (Per non ricevere più queste e-mail, basta contattarci all'indirizzo indicato sotto "Contatti").

È inoltre possibile seguire l'andamento della consultazione dal nostro profilo Facebook o dal nostro account Twitter con l'hashtag #AskNavracsics.

La presente consultazione si concluderà in data 31/12/2016. Una volta terminato il processo di classificazione, i risultati per ogni domanda verranno automaticamente calcolati e visualizzati.

Le proposte e le loro classificazioni saranno quindi analizzate per capire meglio ciò che occorre fare e a chi spetta farlo, ad esempio se è preferibile un intervento a livello europeo o a livello nazionale.

Secondo quanto previsto, il commissario europeo dovrebbe annunciare i risultati finali e come intende darvi seguito. I risultati e le iniziative previste saranno anche pubblicate qui a seguito della conferenza dell'UE sulla gioventù.

Contatti

La presente consultazione è organizzata dall'unità "Politiche per la gioventù" della DG "Istruzione e cultura" della Commissione europea, per conto del commissario europeo per la Gioventù Tibor Navracsics.

Per domande sulla consultazione o per non ricevere più e-mail da parte nostra, scrivere all'indirizzo: eac-eyp@ec.europa.eu

È anche possibile contattarci dal nostro profilo Facebook o account Twitter @EuropeanYouthEU.