Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Comunicato stampa

Per una migliore regolamentazione: la Commissione approva un nuovo accordo per legiferare meglio e nomina i membri della piattaforma REFIT

Bruxelles, le 16 dicembre 2015

Per una migliore regolamentazione: la Commissione approva un nuovo accordo per legiferare meglio e nomina i membri della piattaforma REFIT

Il 15 dicembre la Commissione ha approvato un nuovo accordo interistituzionale per legiferare meglio con il Parlamento europeo e il Consiglio. Scopo dell'accordo, che entrerà in vigore quando tutte e tre le istituzioni lo avranno approvato, è migliorare la qualità e i risultati della legislazione europea. Oggi la Commissione ha inoltre confermato la nomina dei 18 membri del gruppo delle parti interessate per la nuova piattaforma REFIT, uno strumento fondamentale per migliorare la legislazione esistente con l'aiuto di coloro che devono conformarvisi e ne traggono beneficio nella vita di tutti i giorni. Si tratta di progressi importanti per attuare la comunicazione Legiferare meglio per ottenere risultati migliori che la Commissione ha adottato nel maggio 2015.

Il primo Vicepresidente Frans Timmermans ha dichiarato: "La Commissione è impegnata nel cambiare il nostro modus operandi a Bruxelles e questo cambiamento riguarda due aspetti fondamentali sui quali le tre istituzioni si stanno accordando: concentrare le energie su priorità condivise per le quali l'azione europea è chiaramente necessaria e, passo altrettanto importante, procedere alla revisione e al miglioramento delle norme esistenti. La piattaforma REFIT ci aiuterà a svolgere un dialogo aperto, trasparente e inclusivo sul modo di eliminare gli oneri superflui e migliorare la qualità delle nostre leggi".

L'accordo interistituzionale "Legiferare meglio" apporterà cambiamenti nell'intero ciclo politico, a partire dalle fasi della consultazione e valutazione d'impatto fino a quelle dell'adozione, attuazione e valutazione della legislazione dell'UE. Il testo approvato oggi dal Collegio è stato negoziato con il Parlamento e il Consiglio e deve essere approvato da tutte e tre le istituzioni prima di entrare in vigore. Il Consiglio Affari generali ha avallato ieri il progetto di accordo, mentre il Parlamento europeo ha avviato la procedura di approvazione interna.

Il nuovo accordo interistituzionale prevede accordi comuni sui temi fondamentali che i legislatori dovranno trattare in via prioritaria, compresa la semplificazione delle leggi in vigore. Ora le modalità usate per elaborare il programma di lavoro della Commissione nel 2015 e nel 2016 saranno formalizzate e le tre istituzioni formuleranno dichiarazioni comuni sulle priorità politiche. I legislatori includeranno dove possibile clausole di riesame nella legislazione dell'UE in modo da poter preparare meglio le future valutazioni e misurarne i risultati. Le tre istituzioni ribadiscono inoltre il loro impegno a svolgere valutazioni d'impatto e a tener conto anche dei risultati delle valutazioni d'impatto che la Commissione effettua nel corso del processo legislativo. Senza mettere in discussione il diritto degli Stati membri a integrare la normativa dell'UE, le tre istituzioni sottolineano che gli Stati membri devono essere trasparenti su questa ulteriore fonte di benefici e costi potenziali.

La piattaforma REFIT riunisce esperti del mondo delle imprese, della società civile, delle parti sociali, del Comitato economico e sociale europeo, del Comitato delle regioni e degli Stati membri. Oggi il Collegio ha nominato i 18 membri del gruppo delle parti interessate della piattaforma selezionati a seguito di un invito a presentare candidature. Questi membri più due esperti designati dal Comitato economico e sociale europeo e dal Comitato delle regioni costituiranno, insieme a esperti degli Stati membri facenti parte del gruppo dei rappresentanti di governo, l'assemblea plenaria della piattaforma. Il 29 gennaio 2016 i due gruppi terranno la loro prima sessione plenaria che sarà presieduta dal primo Vicepresidente Timmermans.

Il compito principale della piattaforma sarà contribuire a realizzare meglio gli obiettivi strategici, avanzando proposte sia per semplificare il diritto dell'UE e le misure di attuazione degli Stati membri che per ridurre gli oneri normativi inutili. La piattaforma esaminerà le proposte pubbliche presentate da soggetti interessati e cittadini tramite il portale "Ridurre la burocrazia", un nuovo strumento online, e trasmetterà alla Commissione o allo Stato membro interessato quelle che meritano la maggiore attenzione. La Commissione spiegherà sistematicamente in quale modo intende dare seguito a tali proposte.

Contesto

Nel maggio 2015 la Commissione ha presentato una comunicazione dal titolo "Una migliore regolamentazione per risultati migliori", nella quale indica una serie di innovazioni da apportare al modo in cui il processo decisionale si svolge a Bruxelles. La pubblicazione di questo pacchetto includeva il progetto di accordo interistituzionale, negoziato negli ultimi mesi con il Parlamento e il Consiglio, e la proposta di istituire la piattaforma REFIT, un nuovo comitato per il controllo normativo inteso a monitorare la qualità delle valutazioni d'impatto della Commissione e dei nuovi strumenti online volti a rendere più inclusivo il processo decisionale a livello delle politiche e a esaminare il feedback dato dalle parti interessate sulle leggi in vigore. Il programma di controllo dell'adeguatezza e dell'efficacia della regolamentazione (REFIT), che valuta la legislazione esistente dell'UE per renderla più efficace ed efficiente senza compromettere gli obiettivi politici, è stato rafforzato dal pacchetto di maggio.

Per ulteriori informazioni

Q&A on State of Play on the Better Regulation Agenda (disponibile in inglese e francese)

Progetto di accordo interistituzionale, come approvato dalla Commissione

The REFIT Platform (disponibile in inglese)

Comunicato stampa: Agenda "Legiferare meglio"

Scheda informativa: Agenda "Legiferare meglio"

Comunicazione: Legiferare meglio per ottenere risultati migliori

Programma di lavoro della Commissione

Cos'è REFIT

Portale: Ridurre la burocrazia

IP/15/6300

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar