Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/08/641

Bruxelles, 25 aprile 2008

Un sondaggio tasta il polso della sanità elettronica in Europa e prescrive ai medici un più ampio uso delle TIC

La Commissione europea pubblica oggi un sondaggio paneuropeo sui servizi elettronici di assistenza sanitaria (eHealth), dal quale risulta che l’87% dei medici europei (medici generici) usa il computer e il 48% dispone di una connessione a banda larga. I medici europei ricorrono sempre più ai mezzi elettronici per archiviare e inviare i dati dei pazienti, come ad esempio i referti di laboratorio. Grazie alla diffusione delle applicazioni di sanità elettronica, l’assistenza sanitaria in Europa è già migliorata, dotandosi di un’amministrazione più efficiente e riducendo i tempi di attesa per i pazienti. L’indagine evidenzia anche le aree in cui i medici potrebbero fare maggior ricorso alle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni (TIC) per offrire, ad esempio, servizi di telesorveglianza, ricetta elettronica e assistenza medica transfrontaliera.

“L’Europa comincia a cogliere i frutti della connessione a banda larga nel settore della sanità elettronica. Mi congratulo per l’impegno dimostrato da medici e amministrazioni sanitarie a lavorare in modo più efficiente”, ha dichiarato Viviane Reding, commissaria europea per la Società dell'informazione e i media. “Questa diagnosi evidenzia peraltro che è giunto il momento di promuovere un più ampio uso di tali servizi elettronici, che possono recare benefici straordinari a tutti i pazienti, in ogni parte d’Europa”.

Secondo il sondaggio sull’uso delle TIC tra i medici generici in Europa, presentato oggi dalla Commissione, le applicazioni di sanità elettronica assumono un ruolo sempre più importante nella pratica medica. Sussistono tuttavia notevoli differenze all’interno dell’Europa quanto alla loro disponibilità e utilizzazione. Circa il 70% dei medici europei usa internet e il 66% si serve del computer durante le visite. Si osservano anche ampi divari da un paese all’altro: la penetrazione della banda larga tra i medici di famiglia è massima in Danimarca (91%) e minima in Romania (5% circa).

I dati amministrativi dei pazienti vengono conservati in forma elettronica nell’80% degli studi medici; il 92% di questi è solito archiviare elettronicamente anche i dati relativi a diagnosi e terapie e il 35% conserva in formato elettronico le radiografie. I medici europei spesso scambiano elettronicamente dati con i laboratori (40%) e in minor misura con altri centri sanitari (10%).

Dal sondaggio emerge che i paesi più avanzati dal punto di vista della connettività e dell’accesso alle TIC sono tendenzialmente quelli che più le utilizzano a scopo professionale. In Danimarca, per esempio, che è il paese d’Europa con la più alta penetrazione di internet ad alta velocità, il 60% dei medici scambia correntemente comunicazioni elettroniche con i pazienti (mentre la media dell’UE è di appena il 4%).

Il sondaggio evidenzia anche le aree che si prestano ad ulteriori progressi, come le ricette elettroniche, che sono utilizzate solo dal 6% dei medici generici dell'UE e sono attualmente in uso in soli tre Stati membri: Danimarca (97%), Paesi Bassi (71%) e Svezia (81%).

La telesorveglianza, che consente ai medici di seguire a distanza il decorso di una malattia o di tenere sotto osservazione i pazienti affetti da disturbi cronici, è praticata soltanto in Svezia (dove il 9% dei medici presta tale servizio), nei Paesi Bassi e in Islanda (circa il 3% in entrambi). La Commissione intende presentare, nel corso di quest’anno, una relazione sulle potenzialità e sullo sviluppo della telemedicina.

Rari sono anche gli scambi di dati sui pazienti da un paese all’altro, praticati da appena l’1% dei medici generici dell’UE, con la percentuale più alta nei Paesi Bassi (5%). Nel corso dell’anno la Commissione intende formulare raccomandazioni sull’interoperabilità transfrontaliera dei sistemi di cartella clinica elettronica e darà avvio, insieme a vari paesi, ad un progetto di servizi sanitari elettronici transfrontalieri per i pazienti che viaggiano all’interno dell’UE.

La maggioranza dei medici europei riconosce che le TIC contribuiscono a migliorare la qualità dell’assistenza prestata. I medici che non utilizzano le TIC indicano come principali ostacoli la mancanza di formazione e di supporto tecnico. Per una più ampia diffusione della sanità elettronica, auspicano che venga dato maggiore rilievo alle TIC nello studio della medicina, che vi siano più opportunità di formazione e che si sviluppi il collegamento in rete tra operatori sanitari per lo scambio di informazioni cliniche.

Contesto:

Nel 2004 la Commissione europea ha adottato un piano d’azione per promuovere l’uso delle TIC nel settore della sanità (IP/04/580). Di conseguenza, tutti gli Stati membri hanno elaborato strategie volte ad accelerare la messa in opera della sanità elettronica (www.ehealth-era.org). eHealth fa parte dell’iniziativa “Mercati di punta per l’Europa” a favore dell’innovazione, lanciata dalla Commissione nel 2008 (IP/08/12).

I risultati del sondaggio, condotto nel terzo trimestre del 2007 presso quasi 7 000 medici generici, fanno riferimento a queste iniziative politiche. I risultati saranno presentati alla prossima conferenza europea eHealth che si terrà in Slovenia il 6-7 maggio (http://www.ehealth2008.si/).

Per maggiori informazioni:

I profili di 29 paesi e la relazione finale sono consultabili al seguente indirizzo internet:

http://ec.europa.eu/information_society/eeurope/i2010/benchmarking/index_en.htm

Annex

Use of computers in European general practices

 

Size of practice
 
Total
Single GP
2-3 GPs or physicians
4+ GPs or physicians
EU27
87.4
83.8
90.6
92.6
EU27+2
87.5
83.8
90.7
92.8
BE
86.1
80.8
96.4
96
BG
97.1
95.3
100.0
100
CZ
82.2
81.7
85
85
DK
98.9
96.9
100.0
100.0
DE
98.8
99.4
97.6
100
EE
100.0
100
100
100.0
EL
79.4
74.2
96
96.1
ES
77.2
68.2
74.3
87.1
FR
82.8
78.3
89.4
100
IE
73.4
58.5
88.4
100
IT
86.2
82.6
95
98
CY
69.4
74
100
56
LV
88.1
90.0
83
87
LT
57.4
61
60.3
56.5
LU
79.7
75
95
67
HU
100.0
100.0
100
100
MT
65.2
71
33
63
NL
98.5
96.2
99.1
100.0
AT
83.6
77.3
91
98.6
PL
71.5
61.3
75.9
78.7
PT
88.0
55.4
92.2
100.0
RO
65.8
71.3
56.4
60
SI
97.1
100
78
98.5
SK
95.8
95.5
96
97
FI
100.0
100
100
100.0
SE
99.6
96
100
100.0
UK
97.3
87
100.0
100.0
IS
99.0
100
94
100.0
NO
98.0
83
100.0
100.0
Source
empirica, Pilot on eHealth Indicators, 2007.

Use of broadband in European general practices

 
Size of practice
 
Total
Single GP
2-3 GPs or physicians
4+ GPs or physicians
EU27
47.9
41.1
53.4
59.1
EU27+2
48.1
41.1
53.7
59.7
BE
79.5
74.9
88.7
88.1
BG
23.0
25.0
17.9
30.0
CZ
38.5
37.2
46.9
45.5
DK
91.0
86.8
93.8
93.3
DE
40.0
38.0
39.5
80.0
EE
72.0
59.4
76.0
84.0
EL
43.8
38.2
61.9
66.7
ES
35.8
21.3
49.2
42.5
FR
59.1
54.9
67.0
55.6
IE
44.3
28.9
61.3
81.3
IT
48.8
46.2
47.2
64.1
CY
31.9
35.7
25.0
26.1
LV
58.3
58.8
62.1
33.3
LT
32.7
15.0
29.8
36.6
LU
61.5
54.1
84.3
33.6
HU
35.7
38.6
41.9
16.7
MT
50.6
52.1
25.0
52.0
NL
81.6
82.7
82.3
80.0
AT
36.8
27.9
46.7
71.1
PL
32.1
29.2
28.8
38.7
PT
32.1
13.8
32.5
43.5
RO
5.3
6.0
4.2
4.5
SI
54.0
59.3
44.4
52.9
SK
15.3
16.0
13.0
13.3
FI
92.7
80.0
91.7
94.6
SE
88.1
78.3
81.3
91.9
UK
72.6
46.4
79.7
76.1
IS
85.7
83.3
83.3
87.0
NO
73.8
34.8
75.9
83.5
Source
empirica, Pilot on eHealth Indicators, 2007.

[ Tabelle disponibili in PDF o Word PROCESSED ]

Source: empirica, Pilot on eHealth Indicators, 2007.

[ Tabelle disponibili in PDF o Word PROCESSED ]

Source: empirica, Pilot on eHealth Indicators, 2007.


Side Bar