investEU
Condividi

Umbria Legno, fare impresa grazie all’UE

L’importanza dell’accesso al credito per creare sviluppo sul territorio

Il progetto

Umbria Legno è una start-up innovativa di Foligno (Umbria) che punta sul legno come materiale versatile per un’edilizia duratura ed ecosostenibile, contribuendo a ridurre il consumo energetico delle costruzioni. Grazie al sostegno dell’Unione europea i suoi fondatori hanno avuto la possibilità di accedere a finanziamenti a condizioni agevolate e avviare così la loro attività.

Con i fondi UE, 8 soci hanno fatto della loro passione un lavoro

“Il legno è materia elegante. È durevole, economico e rimane bello nel tempo. Rende ogni spazio più accogliente e confortevole dal punto di vista termico e offre un isolamento acustico naturale. È un grande dono della natura”. Leonardo Pittola, Presidente di Umbria Legno.

Otto artigiani, quattro dei quali avevano già lavorato insieme in un’altra azienda, per lunghi anni. Poi la crisi e l’impresa chiude. Cosa fare? Disperdere le competenze acquisite o cercare di avviare una propria attività? Da qui la decisione di provarci e fondare la loro società.

A maggio 2016 Umbria Legno apre così i battenti. Ma l’entusiasmo non basta per accedere al credito. In quanto giovane start-up, gli 8 soci avevano difficoltà ad accedere ai finanziamenti a causa della mancanza di una storia creditizia che potesse dare prova di affidabilità. È qui che l’Unione europea offre loro un’opportunità.

Il supporto finanziario di cui avevano bisogno per avviare l’attività è arrivato da Confidicoop Marche, che ha erogato il prestito grazie alla garanzia dei fondi UE. In questo modo Umbria Legno ha potuto sbloccare gli approvvigionamenti dai fornitori e concentrarsi sullo sviluppo del business.

L’azienda ha visto così crescere il suo volume di affari in modo costante, e nel giro di un anno e mezzo ha registrato una crescita del fatturato di oltre il 30%. Nuove persone sono state assunte ed è in fase di sviluppo una nuova linea di produzione di edifici a ridotto impatto ambientale e a basso consumo energetico per intercettare le esigenze di un mercato in grande crescita.

Anche con la speranza di svolgere un ruolo attivo nello sforzo di ricostruzione nelle aree italiane più colpite dai recenti terremoti, offrendo soluzioni abitative in tempi rapidi e a costi contenuti.

Fatti e cifre
  • 8 soci
  • +30% di fatturato dopo 1 anno e mezzo di attività
  • nuovi posti di lavoro qualificati
Coordinatore:
Partner:
Confidicoop Marche
Luogo:
Italia, Foligno (PG), Umbria
Durata:
2016 - 2016
ECAS Login