Unione Europea

Politica dei trasporti dell'UE

Politica dei trasporti dell'UE

Trasporti sicuri, sostenibili e connessi

La politica dei trasporti dell'UE contribuisce alla vitalità dell'economia europea sviluppando una moderna rete di infrastrutture che consenta spostamenti più veloci e più sicuri e promuovendo al tempo stesso soluzioni sostenibili e digitali.

Il settore dei trasporti è una colonna portante dell'integrazione europea ed è essenziale per la libera circolazione delle persone, dei beni e dei servizi. Inoltre, i trasporti contribuiscono in misura fondamentale all'economia, visto che rappresentano oltre il 9% del valore aggiunto lordo dell'UE. I servizi di trasporto hanno generato, da soli, circa 664 miliardi di euro in valore aggiunto lordo nel 2016 e danno lavoro a circa 11 milioni di persone.

La diffusione di mezzi di trasporto sostenibili e innovativi è essenziale per realizzare gli obiettivi energetici e climatici dell'UE. Oggi la mobilità è sempre più importante nella nostra società. La politica dell'UE sostiene sistemi di trasporto capaci di risolvere i principali problemi del settore:

  • congestione: un fenomeno che incide sul traffico sia stradale che aereo
  • sostenibilità: i trasporti continuano a dipendere dal petrolio per la maggior parte del loro fabbisogno energetico, una situazione insostenibile dal punto di vista ambientale ed economico
  • qualità dell'aria: entro il 2050 l'UE deve ridurre le emissioni prodotte dai trasporti del 60% rispetto ai livelli del 1990, e continuare a ridurre l'inquinamento prodotto dai veicoli
  • infrastrutture: non presentano una qualità uniforme nell'UE
  • concorrenza: i trasporti europei si trovano ad affrontare una concorrenza sempre più forte sui mercati mondiali in rapido sviluppo.

 

Pubblicazione
Back to top