European Union website, the official EU website

Spazio

Molti aspetti della nostra società - dalle telecomunicazioni alla televisione, dalle previsioni del tempo ai sistemi finanziari mondiali - dipendono dai sistemi o dalle tecnologie spaziali.

Tuttavia, considerate le dimensioni dei progetti spaziali, la maggior parte dei paesi non sarebbe in grado di realizzarli da soli. I paesi europei hanno così riunito le loro risorse tecnologiche e finanziarie per attuare la politica spaziale mediante la Commissione europea, in collaborazione con l'Agenzia spaziale europea , un'agenzia intergovernativa gestita da 20 paesi europei.

La politica spaziale europea si concentra su quattro aspetti principali:

  • il sistema di osservazione della Terra Copernicus
  • i programmi satellitari Galileo/EGNOS
  • l'esplorazione dello spazio
  • la ricerca spaziale.

Copernicus - osservazione della Terra

Copernicus è il programma civile di osservazione della Terra più ambizioso che sia mai stato realizzato.

È un insieme di sistemi complessi che raccolgono dati sul nostro pianeta mediante satelliti e sensori a terra, nell'atmosfera e in mare,

fornendo ai responsabili politici, alle imprese e al grande pubblico informazioni aggiornate e affidabili sui cambiamenti che interessano il pianeta e il clima. Questi dati aiutano a prevedere l'evoluzione futura del clima.

I dati di Copernicus sono utilizzati per molte altre applicazioni, tra cui:

  • la pianificazione urbanistica
  • la protezione della natura
  • l'agricoltura e la silvicoltura
  • la salute
  • la risposta alle catastrofi
  • i trasporti
  • il turismo.

Copernicus è coordinato e gestito dalla Commissione europea. L'Agenzia spaziale europea gestisce l'infrastruttura satellitare, mentre l'Agenzia europea dell'ambiente e i singoli paesi dell'UE sviluppano i sensori del sistema.

L'agenzia EUMETSAT per la raccolta di dati meteorologici fornirà inoltre supporto operativo ai servizi di Copernicus che si occupano di mari, atmosfera e cambiamenti climatici.

Galileo - navigazione satellitare

Galileo è il sistema globale di navigazione satellitare dell'UE. Rappresenta la versione europea del sistema americano di posizionamento globale (GPS) e del sistema russo Glonass.

Galileo è il primo sistema di navigazione satellitare gestito da autorità civili. Sarà compatibile con il sistema americano e russo, ma ne sarà garantita l'indipendenza.

Grazie al posizionamento in tempo reale con uno scarto massimo di 1 metro, sarà molto più preciso del GPS.

Il sistema comprenderà una rete di 30 satelliti (compresi 6 di riserva), che sarà completata entro il 2020. I primi servizi offerti da Galileo saranno disponibili nel 2016.

Le applicazioni potenziali del sistema sono molteplici. Alcuni esempi:

  • gestione del traffico e dei trasporti
  • operazioni di salvataggio
  • agricoltura e allevamento
  • protezione civile
  • orodatazione e sincronizzazione dell'ora.

Gli investimenti dell'UE nel programma Galileo dovrebbero creare nuove opportunità di mercato e nuovi posti di lavoro nei settori dei ricevitori e delle applicazioni satellitari.

I partner del programma Galileo sono:

  • la Commissione europea - per la gestione e il finanziamento integrale del programma
  • l'Agenzia spaziale europea - per la progettazione, lo sviluppo, gli appalti e la convalida. L'ESA ha cofinanziato le fasi di definizione, sviluppo e convalida in orbita del programma
  • l'Agenzia del GNSS europeo (GSA) - per il funzionamento del sistema dopo il suo completamento.

Sistema EGNOS di ingrandimento via satellite

EGNOS è un sistema europeo basato su satelliti che migliora l'accuratezza del GPS, portandola dai 10 metri di quest'ultimo a circa 2 metri (95%). Inoltre, avverte gli utenti di problemi con i segnali GPS. È stato il precursore del programma Galileo.

EGNOS utilizza 3 satelliti per correggere gli errori del GPS e trasmettere dati di posizionamento più precisi.

A differenza di Galileo, EGNOS è un sistema paneuropeo (e non globale) e dipende dal sistema GPS.

È un progetto comune della Commissione europea, dell'Agenzia spaziale europea e di Eurocontrol , l'organizzazione europea per il controllo del traffico aereo.

EGNOS trova applicazione in vari settori:

  • aviazione – migliora il sistema di navigazione con rotte più efficienti
  • interventi di soccorso – gli elicotteri possono atterrare con meno problemi in condizioni difficili
  • controllo del traffico – riduce i tempi di risposta in caso di emergenza
  • ferrovie – permette di seguire la posizione esatta dei treni
  • agricoltura di precisione – consente di creare recinzioni virtuali e rilevare la fertilità del bestiame.

Esplorazione spaziale

L'esplorazione dello spazio promuove l'innovazione e le scoperte scientifiche in settori quali il riciclaggio, la salute, le biotecnologie, la gestione dell'energia e il monitoraggio ambientale.

Visto che i programmi spaziali sono molto costosi, la cooperazione internazionale è indispensabile.

L’UE contribuisce attivamente ai dibattiti internazionali sulla cooperazione nell’esplorazione dello spazio, soprattutto con gli Stati Uniti, la Russia e la Cina.

Partecipa al Forum internazionale per l'esplorazione dello spazio (ISEF), una serie di riunioni a livello ministeriale per il coordinamento e la cooperazione internazionali nel settore.

Ricerca

L'UE intende sviluppare un'industria spaziale europea competitiva, indipendente e globale.

Se l'Europa vuole conservare e garantire l'accesso allo spazio e alle operazioni spaziali, è fondamentale rafforzare il settore spaziale europeo rilanciando la ricerca spaziale e l'innovazione.

I finanziamenti per i progetti di ricerca spaziale provengono dal programma Orizzonte 2020 , nell'ambito del programma di lavoro Leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali (LEIT) (13,5 miliardi di euro).

Settori di finanziamento:

  • applicazioni per la navigazione via satellite – Galileo
  • osservazione della Terra
  • protezione dei beni europei nello e dallo spazio
  • competitività del settore spaziale europeo: tecnologia e scienza
  • strumento per le PMI (assistenza speciale per le piccole e medie imprese).
Imprese

/european-union/file/imprese_itImprese

Imprese (1.05 MB)

Redazione aggiornata ad novembre 2014

Questa pubblicazione fa parte della serie "Le politiche dell'UE"

Vedi anche: 

Istituzioni e organi dell'UE

Opportunità di finanziamento

Pubblicazioni, newsletter e statistiche

Legislazione