Unione Europea

Comitato europeo delle regioni (CdR)

Comitato europeo delle regioni (CdR)

Sintesi

  • Ruolo: organo consultivo dell’UE che rappresenta gli enti locali e regionali d’Europa
  • Presidente: Markku Markkula (PPE/FI), membro del consiglio comunale di Espoo, Finlandia
  • Membri: 350 da tutti i paesi dell’UE
  • Anno di istituzione: 1994
  • Sede: Bruxelles (Belgio)
  • Sito Internet: Comitato europeo delle regioni

Il Comitato europeo delle regioni (CdR) è un organo consultivo dell'UE composto da rappresentanti eletti a livello locale e regionale provenienti da tutti i 28 Stati membri. Attraverso il CdR essi possono scambiarsi pareri sulle norme dell'UE che incidono direttamente sulle regioni e sulle città.

Cosa fa il CdR?

Il CdR offre alle città e alle regioni la possibilità di esprimere formalmente la loro opinione nel processo legislativo dell’Unione europea per assicurare che la posizione e le esigenze degli enti regionali e locali siano rispettate.

  • La Commisione europea, il Consiglio dell'UE e il Parlamento europeo devono consultare il CdR quando elaborano norme in settori che riguardano l'amministrazione locale e regionale come la sanità, l'istruzione, l'occupazione, la politica sociale, la coesione economica e sociale, i trasporti, l'energia e i cambiamenti climatici
  • In caso contrario, il CdR può adire la Corte di giustizia
  • Una volta ricevuta una proposta legislativa, elabora e adotta un parere e lo comunica alle pertinenti istituzioni dell'UE
  • Il CdR esprime anche pareri su propria iniziativa.

Composizione

I membri del CdR sono rappresentanti eletti negli enti locali e regionali. Ciascun paese indica i membri di sua scelta che vengono nominati dal Consiglio dell'UE per un periodo rinnovabile di cinque anni. Il numero di membri di ciascun paese dipende dalle dimensioni della sua popolazione.

I membri di un paese costituiscono la delegazione nazionale che riflette gli equilibri politici, geografici, regionali e locali del proprio paese.

Ciascun membro può anche scegliere di far parte di un gruppo politico in seno al CdR. Attualmente esistono cinque gruppi politici che riflettono affiliazioni diverse: Partito popolare europeo (PPE), Partito del socialismo europeo (PSE), Alleanza dei liberali e democratici per l'Europa (ALDE), Alleanza europea (AE) e Conservatori e riformisti europei (ECR). I membri possono anche scegliere di non far parte di un partito politico, se lo desiderano (non iscritti).

Il CdR elegge un presidente scelto fra i suoi membri per un mandato di due anni e mezzo.

Come funziona il CdR?

Il comitato nomina un relatore (uno dei suoi membri) che consulta le parti interessate e redige il parere. Il testo viene discusso e adottato dalla commissione competente per il settore interessato. Il parere viene quindi presentato all'assemblea in sessione plenaria che, mediante votazione, apporta eventuali modifiche e lo approva. Infine, il parere viene reso noto e comunicato a tutte le pertinenti istituzioni dell’UE.

Ogni anno si svolgono fino a sei sessioni plenarie nelle quali vengono adottati pareri riguardanti dai 50 agli 80 progetti legislativi.

Il CdR e i cittadini

Il CdR incoraggia la partecipazione a tutti i livelli, dagli enti locali e regionali ai singoli cittadini. Enti regionali e locali, associazioni, ONG, esperti e studiosi possono partecipare online a inchieste, consultazioni ed eventi. Il premio "Regione imprenditoriale europea" è aperto a tutte le regioni con competenze in ambito politico, mentre i concorsi per tesi sono aperti agli studiosi.

Il CdR ha creato una serie di reti per consentire a tutte le regioni e le città dell'UE di scambiare le migliori pratiche, lavorare assieme e contribuire al dibattito europeo su argomenti quali la crescita e l'occupazione, la lotta contro i cambiamenti climatici, la cooperazione transfrontaliera, lo sviluppo e la sussidiarietà.

Gli enti locali e regionali possono anche firmare la Carta della governance multilivello in Europa, che contribuisce a rendere pubblica la legittimità e la responsabilità delle città e delle regioni nell'attuazione delle politiche pubbliche dell'UE.

Contatti: 

Comitato europeo delle regioni

Contatti

Indirizzo: 

Bâtiment Jacques Delors/Jacques Delors Gebouw

Rue Belliard/Belliardstraat 99-101

B-1040 Bruxelles/Brussel

Belgique/België

Tel: 
+32 2 282 22 11
Fax: 
+32 2 282 23 25
Visite: 

Tipo di visita: sessione informativa

Numero minimo di partecipanti: 15 persone

Prenotazione: 2 mesi prima

Età minima dei visitatori: 14 anni

Visitate il Comitato europeo delle regioni

Back to top