European Union website, the official EU website

Un decennio di opportunità e sfide

Un decennio di opportunità e sfide

Un decennio difficile

La crisi economica globale colpisce duramente l'Europa. L’UE aiuta numerosi paesi ad affrontare le loro difficoltà e istituisce l’"Unione bancaria", allo scopo di rendere il settore bancario più sicuro e affidabile. Nel 2012 l'Unione europea riceve il premio Nobel per la pace. Nel 2013 la Croazia diventa il 28º Stato membro dell’UE. I cambiamenti climatici restano in cima all’agenda e i leader concordano di ridurre le emissioni nocive. Le elezioni europee del 2014 vedono crescere il numero degli euroscettici eletti al Parlamento europeo. Si inaugura una nuova politica di sicurezza a seguito dell’annessione della Crimea da parte della Russia. L’estremismo religioso aumenta in Medio Oriente e in diversi paesi e regioni del mondo, provocando instabilità e guerre che spingono molti a fuggire dalle loro case e a cercare rifugio in Europa. L’UE, oltre al dilemma di come prendersi cura di loro, diventa anche l’obiettivo di diversi attacchi terroristici.

2010

A seguito della crisi economica iniziata nel 2008, numerosi paesi devono affrontare il problema delle finanze pubbliche. I 16 paesi della zona euro appoggiano un piano destinato ad aiutare tali paesi a gestire il loro disavanzo.

Marzo 2011

Proteste a favore della democrazia scoppiano in Siria. Dopo l'intervento delle forze di sicurezza che aprono il fuoco sui manifestanti, si innesca una spirale di violenza e si formano brigate di ribelli che si battono contro le forze statali. In Siria inizia una guerra civile che dominerà la politica mondiale per molti anni.

Ottobre 2011

Il lancio dei primi due satelliti Galileo costituisce per l’UE un ulteriore passo verso un proprio sistema di navigazione satellitare. Galileo contribuirà a migliorare i trasporti, i servizi di soccorso, le operazioni bancarie e l'approvvigionamento di energia elettrica.

Aprile 2012

L'iniziativa dei cittadini europei diventa operativa e offre ai cittadini la possibilità di proporre direttamente l'elaborazione di una legge alla Commissione europea.

10 dicembre 2012

L'Unione europea riceve il premio Nobel per la pace 2012 per aver contribuito per più di sessant’anni alla pace, alla riconciliazione, alla democrazia e al rispetto dei diritti umani in Europa.

11 marzo 2013

Termina il periodo di abbandono graduale della sperimentazione dei prodotti cosmetici sugli animali: i cosmetici testati sugli animali non potranno più essere commercializzati nell'UE.

1° luglio 2013

La Croazia aderisce all’UE, diventando il suo 28º Stato membro.

Stati membri Stati membri: Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Danimarca, Irlanda, Regno Unito, Grecia, Spagna, Portogallo, Austria, Finlandia, Svezia, Repubblica ceca, Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Malta, Polonia, Slovenia, Slovacchia, Bulgaria e Romania

Nuovi Stati membri Nuovo Stato membro: Croazia

Paesi candidati Paesi candidati e potenziali candidati: Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Kosovo*, Montenegro, Serbia e Turchia.

 Mappa - Stati membri dell'UE 2013 © Unione europea

22 febbraio 2014

Il presidente dell’Ucraina viene rimosso dal proprio parlamento dopo vari mesi di proteste popolari e disordini. Le relazioni del paese con l’UE e la Russia sono al centro di un lungo periodo di incertezza. La Crimea, una regione dell’Ucraina, viene annessa illegalmente dalla Russia, un’azione condannata dall’UE.

15 luglio 2014

Dopo le elezioni europee di maggio il Parlamento europeo elegge Jean-Claude Juncker Presidente della Commissione europea.

Ottobre 2014

I leader dell’UE stanziano 1 miliardo di euro per la lotta contro la diffusione del virus Ebola in Africa occidentale, in particolare in Guinea, Sierra Leone e Liberia. È l'epidemia più vasta e complessa da quando Ebola è stato osservato per la prima volta nel 1976. Alla fine del 2015 il virus risulta praticamente eliminato in quei paesi.

 

26 novembre 2014

La Commissione annuncia un piano di investimenti da 315 miliardi di euro con l'obiettivo di creare 1,3 milioni di nuovi posti di lavoro.

Luglio 2015

La Grecia è il paese dell’UE più colpito dalla crisi economica. Le discussioni sulle riforme nel paese e il sostegno da parte dell’UE portano a un nuovo accordo.

13 novembre 2015

130 persone trovano la morte in un attentato terroristico a Parigi. Poco tempo dopo, i ministri dell’UE raggiungono un accordo su misure di sicurezza internazionali più severe attorno alla zona Schengen.

Dicembre 2015

Alla fine del 2015, sono circa un milione i richiedenti asilo arrivati in Europa nel corso dell’anno, molti fuggono dalla guerra civile in Siria e hanno bisogno di protezione internazionale. I leader dell’UE intensificano i controlli alle frontiere esterne e ridurre il numero di richiedenti asilo cooperando con i paesi limitrofi come la Turchia.

Dicembre 2015

Durante la conferenza sul clima di Parigi, 195 paesi convengono di limitare l’aumento della temperatura globale a meno di 2ºC.

Vedi anche: