Unione Europea

Comitato di risoluzione unico (SRB)

Comitato di risoluzione unico (SRB)

Sintesi

  • Ruolo: garantisce la risoluzione ordinata delle banche in difficoltà, con un minimo impatto sull’economia reale e le finanze pubbliche dei paesi dell’UE partecipanti e di altri soggetti
  • Presidente: Elke König
  • Partner: Parlamento europeo, Commissione europea, Banca centrale europea (BCE), le autorità nazionali di risoluzione, Autorità bancaria europea (EBA)
  • Anno di istituzione: gennaio 2015
  • Numero di dipendenti: ancora in fase di avviamento (Obiettivo: al massimo 300 dipendenti all’inizio del 2017)
  • Sede: Bruxelles (Belgio)
  • Sito web: Comitato di risoluzione unico

Il Comitato di risoluzione unico (SRB) è la nuova autorità di risoluzione delle crisi dell’Unione bancaria europea. È un elemento chiave dell’Unione bancaria e del meccanismo di risoluzione unico. La sua missione è garantire la risoluzione ordinata delle banche in difficoltà, con un minimo impatto sull’economia reale e sulle finanze pubbliche dei paesi dell’UE partecipanti e di altri soggetti

Cosa fa

Le sue funzioni principali sono:

  1. stabilire norme e procedure standard per la risoluzione delle entità
  2. prendere decisioni in materia di risoluzione nell’ambito dell’Unione bancaria secondo una procedura standard, cosa che aiuta a mantenere la fiducia del mercato
  3. istituire meccanismi credibili e attuabili per la risoluzione delle crisi
  4. eliminare gli ostacoli alla risoluzione per rendere il sistema bancario europeo più sicuro
  5. ridurre al minimo i costi ed evitare la distruzione del valore, a meno che non sia necessaria per conseguire gli obiettivi della risoluzione delle crisi
  6. fornire importanti benefici a contribuenti, banche e titolari di depositi
  7. promuovere la stabilità economica e finanziaria a livello dell’UE.

Come funziona

Sono previste due sessioni: una esecutiva e una plenaria. In ogni sessione, le regole di voto cercano di conciliare la necessità di tenere conto degli interessi di tutti i paesi e l'esigenza di garantire l’efficacia delle decisioni adottate a livello dell’UE.

Sessione esecutiva – adotta le principali decisioni preparatorie e operative per risolvere la situazione critica delle singole banche, compreso il ricorso al Fondo, e le decisioni rivolte alle autorità nazionali per attuare le misure. A queste sessioni partecipano:

  • il presidente
  • il vicepresidente
  • i 4 membri permanenti
  • le autorità del paese in cui la banca in dissesto è basata.

Vengono adottate singole decisioni in materia di risoluzione che comportano il ricorso al Fondo al di sotto di una soglia di 5 miliardi di euro.

Sessione plenaria - nei casi di risoluzione di crisi bancarie individuali decide se è necessario un sostegno da parte del Fondo superiore alla soglia di 5 miliardi di euro.

Il Comitato di risoluzione unico opera in stretta collaborazione con l’Autorità bancaria europea, il cui compito principale è quello di contribuire all’istituzione di un corpus unico europeo di norme per le banche che fissa norme standard prudenziali per gli istituti finanziari nell’UE. L’Autorità promuove la convergenza delle pratiche di vigilanza e valuta i rischi e le vulnerabilità nel settore bancario dell’UE.

Chi ne beneficia

Il Comitato sarà in grado di intervenire in modo rapido, adeguato e proporzionato per istituire un regime di risanamento e risoluzione delle crisi per le banche dell’area dell’euro. L’obiettivo è evitare salvataggi in futuro e trasferire alle banche l’onere della risoluzione, con costi minimi per i contribuenti e l’economia reale.

 

Contatti: 

Comitato di risoluzione unico(SRB)

Contatti

Indirizzo: 

Treurenberg 22
1049 Brussels
Belgium