Unione Europea

Agenzia europea per la difesa (AED)

Agenzia europea per la difesa (AED)

Sintesi

  • Ruolo: L'AED sostiene progetti cooperativi di difesa europea e offre una piattaforma per i ministeri della difesa europei.
  • Direttore: Jorge Domecq
  • Membri: 27 Stati membri dell’UE (la Danimarca non partecipa)
  • Anno di istituzione: 2004
  • Numero di dipendenti: 140
  • Sede: Bruxelles (Belgio)
  • Sito web: AED

L’Agenzia europea per la difesa (AED) è stata istituita nel 2004. Permette ai 27 Stati membri (tutti i paesi dell’UE fatta eccezione per la Danimarca) di sviluppare le loro risorse militari.

Promuove la collaborazione, lancia nuove iniziative e propone soluzioni per migliorare le capacità di difesa. Inoltre aiuta gli Stati membri che lo desiderano a sviluppare capacità comuni di difesa.

L’AED è un elemento chiave nello sviluppo delle capacità che sono alla base della politica di sicurezza e di difesa comune (PSDC).

L'AED, che ha sede a Bruxelles e conta circa 140 dipendenti, è presieduta da Federica Mogherini, alta rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza e vicepresidente della Commissione europea.

Cosa fa

L’AED presta assistenza ai suoi 27 Stati membri - tutti gli Stati dell’UE tranne la Danimarca - per migliorare le rispettive capacità di difesa attraverso la cooperazione europea.

Svolge un ruolo di catalizzatore e facilitatore per i ministeri della difesa disposti a lavorare su progetti collaborativi in materia di capacità di difesa.

L’agenzia è un "polo" di una cooperazione in materia di difesa europea. Le competenze e le reti di cui dispone consentono di coprire un ampio ventaglio di attività nel settore della difesa, tra cui:

  • armonizzazione dei requisiti per fornire capacità operative
  • ricerca e innovazione per sviluppare dimostratori tecnologici
  • formazione ed esercitazioni di mantenimento per sostenere le operazioni riguardanti la politica di sicurezza e di difesa comune.

L’AED lavora inoltre per rafforzare l’industria europea della difesa e svolge un ruolo di facilitatore e di interfaccia tra gli attori militari degli Stati membri e le politiche dell’UE che incidono sulla difesa.

Nel maggio 2017 gli Stati membri hanno convenuto di rafforzare la missione dell’agenzia, trasformandola fra l'altro nell’operatore principale per le attività connesse alla difesa finanziate dall’UE.

Struttura

L’agenzia conta 3 direzioni operative:

Come funziona

L’agenzia sostiene la cooperazione tra i paesi dell’UE in materia di difesa.

Assiste i membri in settori prioritari concordati attraverso appositi progetti cooperativi.

I vantaggi che offre sono la flessibilità, le competenze di cui dispone e l’efficienza in termini di costi:

  • Flessibilità: Offre un sostegno su misura, per progetti che coinvolgono almeno due paesi, con l'obiettivo di adattare le loro priorità strategiche, i requisiti operativi o gli interessi nell’ambito di un progetto specifico.
  • Efficienza in termini di costi: Il bilancio dell’agenzia comprende il bilancio generale, i bilanci relativi a progetti o programmi ad hoc e i bilanci risultanti dalle entrate supplementari. Per saperne di più su come l’AED assegna il proprio bilancio.

Chi ne beneficia

Gli Stati membri dell’UE (UE-28, eccetto la Danimarca) beneficiano della flessibilità del funzionamento dell'agenzia, che consente loro di decidere in merito alla loro partecipazione in base alle loro esigenze di difesa nazionale.

L'AED aiuta i ministeri della difesa europei ad affrontare le carenze in materia di capacità di difesa e di formazione.

L’agenzia ha inoltre accordi con alcuni paesi extra UE (Norvegia, la Serbia, la Svizzera e l’Ucraina).

Contatti: 

Agenzia europea per la difesa(AED)

Contatti

Indirizzo: 

Rue des Drapiers/Lakenweversstraat 17-23

B-1050 Bruxelles/Brussel

Belgique/België

Tel: 
+32 2 504 28 00
Fax: 
+32 2 504 28 15
Keywords: 
Back to top