EU PROTECTS > La nostra sicurezza > Trovare l'ago in un pagliaio: in che modo l'UE utilizza i satelliti per salvare vite umane

"È stato un giorno che è iniziato bene e che si è concluso male. Ma senza la tecnologia satellitare e le squadre di soccorso, avrebbe potuto andare molto, molto peggio."

José Dias

Grazie al sistema di posizionamento satellitare, ogni giorno vengono salvate vite in tutto il mondo. In Europa, i satelliti Galileo dell'UE sono coinvolti nel 90% delle operazioni di salvataggio. Che si tratti di pescatori in mare o di escursionisti bloccati su una montagna, il sistema può aiutare a localizzare chiunque necessiti di assistenza in una località remota. Nell'agosto 2017, durante un viaggio notturno da Madeira verso il Portogallo continentale, uno yacht belga si è scontrato con un oggetto estraneo. Il danno ha causato una perdita ed era solo una questione di tempo prima che l'imbarcazione affondasse. La coppia sull’imbarcazione ha preparato un gommone di salvataggio e ha inviato un segnale di soccorso radio, rilevato dai satelliti dell'UE. Belgio e Portogallo sono stati immediatamente allertati e hanno subito inviato le squadre di soccorso. 

Dalle emergenze in mare ai viaggi su strada, dagli smartphone agli eventi sportivi, il sistema di navigazione satellitare e posizionamento dell'UE (noto come "Galileo") viene utilizzato ogni giorno in innumerevoli situazioni.

Trovare l'ago in un pagliaio: in che modo l'UE utilizza i satelliti per salvare vite umane

In caso di emergenza, la velocità e l'accuratezza del sistema di navigazione satellitare e posizionamento (GNSS) dell'UE possono far risparmiare tempo prezioso. Quando uno yacht belga stava affondando al largo delle coste del Portogallo, le squadre di Portogallo, Belgio e Marocco si sono affidate ai satelliti dell'UE per localizzare l'imbarcazione e preparare una missione di salvataggio. 

Scorri per continuare

José Dias

Portogallo

"Due giorni dopo aver salpato da Madeira, abbiamo sentito un forte scoppio: avevamo urtato contro qualcosa. Non è passato molto tempo da che ci siamo trovati con l'acqua fino alle ginocchia."

"È stato allora che ho attivato l'allarme radio di emergenza dalla nostra imbarcazione, che è stato subito rilevato dai satelliti Galileo dell'UE. Una nave portacontainer è venuta in nostro soccorso, seguita dall'aeronautica portoghese."

"Ho visto la mia barca affondare dal ponte della nave portacontainer. È stato triste proprio perché l'avevo costruita io stesso e ci avevo messo 10 anni, ma fortunatamente io e mia moglie non siamo rimasti feriti."

"Il salvataggio è avvenuto molto rapidamente e non credo che sarebbe potuto andare in modo migliore."

 - José Dias

Dries Boodts

Maritime Rescue and Coordination Centre (Centro di coordinamento del soccorso marittimo), Ostenda

Belgio

"Quella notte, il centro di controllo satellitare Galileo dell'UE a Tolosa, in Francia, ci ha trasmesso il segnale radio di emergenza dello yacht. Un'imbarcazione belga era nei guai abbastanza lontano dalla costa portoghese, quindi abbiamo inoltrato l'allarme alle nostre controparti di Lisbona, alla base di soccorso più vicina allo yacht." 

"Il Portogallo ha un'eccellente unità di ricerca e salvataggio e ci ha tenuti aggiornati sull'avanzamento dell'operazione."

"I segnali satellitari dell'UE vengono trasmessi molto velocemente e sono molto accurati,"

 - Dries Boodts

Lt João Pedro Janicas

Maritime Rescue and Coordination Centre (Centro di coordinamento del soccorso marittimo), Lisbona

Portogallo

"Abbiamo utilizzato l'allarme Galileo dell'UE per indicare la posizione esatta dello yacht belga, quindi abbiamo contattato una nave portacontainer nelle vicinanze per chiedere aiuto e abbiamo inviato un aereo e un elicottero. Alle 02:12, il nostro team ha recuperato la coppia con l'elicottero per riportarla a terra." 

"Tutto ciò è stato possibile grazie alla cooperazione in tempo reale tra il nostro team di Lisbona, il centro di controllo di Galileo in Francia e i servizi di soccorso belgi e marocchini."

"Se i satelliti Galileo riescono a rilevare il segnale di un'imbarcazione, è più probabile che il salvataggio che vada in porto."

- Lt João Pedro Janicas

Xavier Maufroid

Servizio di ricerca e soccorso Galileo, Commissione europea

Belgio

"Trovarsi in una situazione di emergenza può essere estremamente spaventoso, ma i nostri satelliti fanno parte di un sistema di ricerca e soccorso globale in grado di localizzare le persone in difficoltà, indipendentemente dalla distanza. Il 13 agosto 2017, Galileo ha intercettato il segnale di soccorso dell'imbarcazione belga e, in meno di 5 ore, la coppia è stata portata in salvo."

"In Europa, molto dipende dai servizi di localizzazione di Galileo, ad esempio i nostri smartphone, i trasporti, la logistica, le telecomunicazioni e i servizi energetici." 

"Lavoro sul sistema satellitare che ha aiutato a localizzare l'imbarcazione belga e portare queste persone in salvo."

- Xavier Maufroid

Fiammetta Diani

Italiana, Agenzia del GNSS (Global Navigation Satellite System, Sistema di navigazione satellitare e posizionamento) dell'UE

Cechia

"Il servizio di ricerca e soccorso è solo una delle funzioni di Galileo. Più in generale, Galileo è un progetto europeo pioneristico e altamente innovativo che fornisce servizi in tutto il mondo. Oggi, quando si utilizzano mappe, app per taxi o app per dispositivi mobili, si utilizzano i servizi Galileo che sono disponibili per tutti in Europa attraverso dispositivi come smartphone e sistemi di navigazione per veicoli. Con Galileo siamo più sicuri e all'avanguardia nell'innovazione satellitare."

"Con Galileo, l'ingegneria aerospaziale è fruibile a tutti grazie a servizi davvero utili."

 - Fiammetta Diani

Lo sapevi?

Più forti insieme

Grazie ai fondi dell'UE, possiamo aiutare scienziati e ricercatori a unire le forze in progetti su scala europea come Galileo. È vitale per la ricerca mettere in comune fondi per iniziative ambiziose che nessun Paese dell'UE potrebbe sostenere da solo.

Portata globale

Il sistema di navigazione satellitare e posizionamento europeo (denominato 'GNSS' o 'Galileo') fornisce dati precisi che alimentano una gamma di servizi di geolocalizzazione e di tempistica in tutto il mondo. Galileo è anche il contributo dell'Europa a COSPAS-SARSAT, l'organizzazione internazionale che riunisce 44 Paesi per localizzare e soccorrere le persone in situazioni di emergenza, ovunque si trovino.

6

Il numero medio di vite salvate ogni giorno grazie alla rete COSPAS-SARSAT. Con la crescente velocità di rilevamento e la precisione di posizionamento, questo numero è destinato ad aumentare.

26

Il numero di satelliti Galileo attualmente in orbita attorno alla Terra. Entro il 2020, nei nostri cieli ce ne saranno 30 in totale. Ogni satellite Galileo ha un'apertura alare di 15 metri, pesa circa 750 kg e rimane in orbita per 12 anni.

Rete per la sicurezza

Una "chiamata elettronica" ai servizi di emergenza di Galileo può essere effettuata manualmente o automaticamente in caso di incidente grave.

400.000.000

Il numero di smartphone che attualmente utilizzano Galileo, inclusi i modelli di tutte le principali marche. Scopri se usi Galileo quotidianamente su www.usegalileo.eu.

CHI SONO GLI ALTRI EROI CHE INTERVENGONO IN CASO DI CALAMITÀ NATURALI?

Alcuni di loro possono essere tuoi connazionali.

Grazie alla cooperazione possibile attraverso l’UE, una rete di eroi locali collabora per proteggere i cittadini da catastrofi naturali, attività criminali, effetti dei cambiamenti climatici e molto altro. Dai piloti ai pubblici ministeri, dagli ambientalisti ai funzionari doganali, scopri in che modo l'UE sostiene gli eroi locali del tuo Paese.