EU PROTECTS > Il nostro ambiente > La richiesta di aiuto: in che modo l’Europa ha unito le forze nella lotta contro gli incendi boschivi in Italia

«Non avevo mai visto una catastrofe simile».

Luca Capasso

Nell’estate del 2017, la città di Ottaviano (provincia di Napoli) è stata presa nella morsa di incendi boschivi che stavano devastando i versanti montagnosi. Con i servizi di soccorso nazionali sotto pressione e oberati di lavoro, l’Italia ha richiesto l’intervento dell’UE per ricevere aiuto dagli altri Paesi europei. Nel giro di poche ore, la Francia ha risposto all’appello facendo decollare immediatamente alcuni aerei per salvare vite e abitazioni.

Guarda il video

La richiesta di aiuto: in che modo l’Europa ha unito le forze nella lotta contro gli incendi boschivi in Italia

Quando un incendio boschivo divampante ha lambito la città di Ottaviano nel mese di luglio 2017, le autorità italiane hanno richiesto l’intervento dell’UE.

Scorri per continuare

EU Protects: come l’Europa fa fronte comune contro gli incendi boschivi

Luca Capasso

Sindaco di Ottaviano

Italia

«La situazione era molto seria. La Protezione Civile regionale e i vigili del fuoco non riuscivano a raggiungere l’incendio nei pressi di Ottaviano, perché si trova in una valle. I nostri aeroplani non erano attrezzati per un’emergenza di questa gravità». 

«Grazie al sostegno dell’UE, gli aerei antincendio francesi sono arrivati rapidamente in soccorso». 

«Senza l'aiuto della Francia, spegnere le fiamme sarebbe stato impossibile».

- Luca Capasso

Paolo Vaccari

Protezione Civile

Italia

«Il 2017 è stato un anno terribile per gli incendi boschivi e luglio è stato il mese peggiore in assoluto. Abbiamo deciso di inviare una richiesta al Centro di coordinamento di risposta alle emergenze di Bruxelles, che ha coordinato la risposta e coperto i costi degli aiuti forniti all’Italia».

«Le previsioni meteorologiche non facevano presagire nulla di buono. Gli incendi boschivi continuavano a espandersi, perciò abbiamo richiesto assistenza». 

 - Paolo Vaccari

Michal Miadok

Slovacco, Centro di coordinamento di risposta alle emergenze, Commissione europea

Belgio

«Ero uno dei tre funzionari in servizio quando abbiamo ricevuto la chiamata dall’Italia. La Francia ha mobilitato immediatamente due aerei antincendio Canadair». 

«È il nostro lavoro. Se si verifica un’emergenza in qualsiasi parte dell’UE, ad esempio un incendio boschivo o un terremoto, siamo pronti a fornire il nostro aiuto e avvisiamo immediatamente tutti i Paesi dell’Unione europea».

«In caso di emergenza, c’è bisogno di aiuto: noi siamo qui per questo». 

 - Michal Miadok

Lucia Luzietti

Servizio di gestione delle emergenze Copernicus

Italia

«Vivo e lavoro in Italia, ma ritengo che il nostro team di mappatura sia un’autentica comunità europea. Mi è stato chiesto di elaborare mappe delle aree colpite dagli incendi boschivi nell’Italia meridionale». 

«Il nostro satellite ha acquisito le immagini dell’area e, dopo qualche ora, le mappe erano a disposizione delle autorità italiane. Le squadre dei vigili del fuoco impegnate sul posto hanno così avuto i dati necessari per sapere esattamente dove concentrare i propri sforzi».

«Siamo a disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e non smettiamo mai di lavorare».

 - Lucia Luzietti

Eric Guerin

Pilota, Protezione Civile

Francia

«Quando arrivi sul posto non hai tempo per pensare ad altro, devi solo lavorare. Nel luglio del 2017, ho pilotato un Canadair CL415 dalla mia base di Nîmes fino in Italia. Ho partecipato alla risposta di soccorso francese, costituita da due aeroplani». 

«Abbiamo trascorso l’intera giornata lottando contro gli incendi nella regione, inclusa la città di Ottaviano».

«I nostri partner europei avrebbero fatto la stessa cosa per noi».

 - Eric Guerin

Lo sapevi?

Richiesta di aiuto

Quando un Paese ha bisogno di aiuto esterno, come nel caso dell'Italia nel luglio del 2017, le autorità nazionali possono attivare il Sistema di allerta europeo (Meccanismo di protezione Civile dell'UE) nelle aree interessate.

Centro nevralgico

Il nucleo operativo del Meccanismo è il Centro di coordinamento di risposta alle emergenze (ERCC), che riceve le richieste di aiuto e garantisce una risposta immediata.

17

È il numero di volte in cui il Meccanismo è stato attivato per gli incendi boschivi nel 2017. In 10 occasioni, è stata fornita assistenza a Portogallo, Italia, Montenegro, Francia e Albania 

800.000 ettari

È la quantità totale di terra bruciata dagli incendi boschivi divampati in Portogallo, Italia e Spagna nel 2017.

222

È il numero di mappe realizzate dal Servizio di gestione delle emergenze (EMS) Copernicus per 6 Paesi europei durante l'estate del 2017.

CHI SONO GLI ALTRI EROI CHE INTERVENGONO IN CASO DI CALAMITÀ NATURALI?

Alcuni di loro possono addirittura venire dal tuo stesso Paese.

Grazie ai collegamenti stabiliti dall'UE, una rete di eroi della porta accanto collabora per proteggere i cittadini da catastrofi naturali, attività criminali, effetti dei cambiamenti climatici e molto altro. Dai piloti ai pubblici ministeri, dagli ambientalisti ai funzionari doganali, scopri in che modo l'UE sostiene questi «eroi della porta accanto» nel tuo Paese.