Passa ai contenuti principali
Forum dell’iniziativa dei cittadini europei

"Gli europei per connessioni sicure" chiede una regolamentazione più rigorosa dell'Internet senza fili nelle scuole

Ultimo aggiornamento: 24/05/2022

Profondamente preoccupato per i rischi per la salute causati dai campi elettromagnetici al grande pubblico e in particolare ai bambini, l'iniziativa dei cittadini europei "Stop ((5G)) — Stay Connected but Protected" chiede di sostituire le connessioni senza fili con cavi negli asili nido, nelle scuole, negli ospedali, nelle case di riposo e in tutti gli edifici pubblici. Chiediamo inoltre di educare il pubblico in merito alle potenziali conseguenze negative per la salute associate alle connessioni senza fili; e come ridurre al minimo l'esposizione.

Tutti noi pianifichiamo un buon futuro per i nostri figli, vogliamo dare loro la migliore istruzione possibile e vogliamo che utilizzino strumenti moderni. Ma cosa significa questo alla luce dei diversi pareri sulla sicurezza dei livelli di esposizione?

"Europei per connessioni sicure" è una coalizione di organizzazioni nazionali e internazionali consapevoli delle conseguenze negative delle moderne tecnologie di comunicazione. Sottolineiamo che non siamo contrari alla tecnologia, ma sosteniamo la sicurezza delle tecnologie e dei collegamenti.

Riteniamo che l'introduzione di telefoni cellulari e poi Wi-Fi e Bluetooth sia stata un colpo al buio, in quanto non si basava su una ricerca approfondita degli effetti sulla salute comune e non comportava alcun programma di monitoraggio della salute ampio e approfondito. Attualmente esistono numerosi studi che dimostrano che i campi elettromagnetici a radiofrequenza emessi da queste tecnologie non sono sicuri. Dal momento che nemmeno le ultime reti di dati mobili di quinta generazione (5G) sono state testate sull'impatto sulla salute e sull'ambiente prima di essere immesse sul mercato, riteniamo che la diffusione del 5G costituisca un esperimento per l'umanità e l'ambiente.

Nella nostra ICE affrontiamo molte altre questioni. In questo articolo solo uno di essi viene discusso alla luce della cura dei nostri figli, "il nostro possesso più prezioso".

Stop 5G Stay Connected but Protected

Come sono iniziate tutte le sue attività

Dall'introduzione della radio, la Terra è sempre più esposta ai campi elettromagnetici a radiofrequenza artificiale (RF EMF). Fin dal primo utilizzo del radar negli anni' 1950, vi sono state preoccupazioni su come prevenire i problemi di salute causati dall'esposizione ai campi elettromagnetici radar.

Durante la guerra fredda, i blocchi occidentale e orientale hanno adottato un approccio diverso per evitare i rischi sanitari dei campi elettromagnetici RF.

Nel blocco occidentale sono stati fissati solo i limiti di esposizione per i lavoratori, basati unicamente sugli effetti termici. (ad esempio,gli USA Bell Telephone Laboratories avevano 10,000 mW/m² [1]).

Il blocco orientale aveva limiti rigorosi per i lavoratori e il grande pubblico, basati su effetti biologici sia termici che non termici. Il limite per il pubblico era di 10 mW/m² per la gamma di radiofrequenze da 0.3 a 300 GHz [2]. Dopo il 1989, il limite è stato portato a 50 mW/m² in alcuni paesi orientali [3].

Nell'UE, i limiti massimi di esposizione per la popolazione sono stati accettati fino al 1999 con la raccomandazione 1999/519/CE a 10,000 mW/m² per le frequenze da 2 a 300 GHz. Il limite massimo di esposizione dei lavoratori nell'UE, pari a 50,000 mW/m², è stato accettato nel 2004 ed è rimasto invariato nella direttiva 2013/35/UE attualmente in vigore.

Quando i paesi dell'Europa centrale ed orientale sono entrati a far parte dell'UE, molti di loro hanno accettato questa norma meno restrittiva, fondata sul falso presupposto che solo il riscaldamento termico potrebbe costituire un rischio per la salute. Questo dogma ha portato a una scienza selettiva: solo alcuni degli studi sono stati e sono ancora presi in considerazione dall'organizzazione privata ICNIRP, l'unica organizzazione dell'UE a ricevere consulenza.

Da allora, molti scienziati hanno dimostrato un nesso causale tra problemi sanitari specifici e campi elettromagnetici RF a livelli di esposizione inferiori ai limiti e hanno proposto nuovi orientamenti in materia di esposizione. Tuttavia, attualmente le organizzazioni di esperti note a livello mondiale in questo settore, diverse dall'ICNIRP, sono ancora ignorate, ad esempio:

— BioInitiative non dichiara alcun effetto osservabile sugli esseri umani al di sotto dei 0.001mW/m²;

Gli orientamenti EUROPAEM EMF fissano il limite al di sotto di 0.01mW/m²;

L'Institut FÜR Baubiologie sostiene che l'esposizione di 0.01 1mW/m² è troppo elevata.

Riteniamo che tutti questi dati scientifici debbano essere presi in considerazione dall'UE.

Di solito gli esseri umani sottovalutano il rischio di nuove scoperte, ad esempio molti agenti chimici, antibiotici e radiazioni radiografiche. I loro limiti di esposizione sono stati rivisti al ribasso sulla base di prove scientifiche crescenti. Nel caso di campi elettromagnetici RF non ionizzanti di origine antropica si è verificato l'esatto contrario e ci si può chiedere perché.

È sicuro?

I bambini di questa generazione sono i primi a essere esposti all'intero ciclo di vita senza fili. In che modo ciò può compromettere la loro salute?

Noi europei per le connessioni sicure ricordiamo che i campi elettromagnetici RF hanno effetti biologici anche a intensità molto basse e chiediamo l'applicazione del principio di precauzione in questo caso.

Un numero crescente di ricerche scientifiche collega queste radiazioni senza fili a gravi effetti sulla salute, quali problemi di memoria e sonno, cefalea, cancro e danni allo sviluppo cerebrale. I risultati di questa ricerca sono accessibili a tutti. Di seguito, alcune fonti sono citate come esempi di risultanze importanti.

Il Journal of Epidemiology and Community Health è una rivista scientifica internazionale. Nel dicembre 2 010 ha pubblicato uno studio dal titolo "Cell phone use and behaviour problems in young children" (Uso cellulare e problemi comportamentali nei bambini in teneraetà). Gli scienziati hanno osservato più problemi comportamentali nei bambini con esposizione prenatale e postnatale ai telefoni cellulari rispetto ai bambini non esposti in entrambi i periodi.

International Journal of Environmental Research and Public Health è una rivista scientifica interdisciplinare, sottoposta a valutazione inter pares e ad accesso aperto. Nel novembre 2 015 ha pubblicato uno studio intitolato "Association of Exposure to RF EMF with Glycated Haemoglobin and Risk of Type 2 Diabetes Mellitus". Un gruppo di scienziati ha confrontato studenti di sesso maschile di età compresa tra i 12 e i 17 anni provenienti da una scuola con radiazioni inferiori (0.019 mW/m²) e da una scuola con radiazioni superiori (0.096 mW/m²). Hanno riscontrato emoglobina glicolata significativamente più elevata (un marcatore di elevato tenore di zucchero nel sangue) negli studenti esposti a campi elettromagnetici RF più elevati. Inoltre, gli studenti esposti a campi elettromagnetici a radiofrequenza più elevata presentavano un rischio significativamente più elevato di diabete di tipo 2.

Nel dicembre 2018 la rivista americana della salute maschile ha pubblicato uno studio dal titolo "Mobile Phone Base Station Towers Settings Adjacent to School Buildings: Impatto sulla salute cognitiva degli studenti"confrontando gli studenti di sesso maschile di età compresa tra i 13 e i 16 anni da una scuola con radiazioni più basse (20 mW/m²) a una scuola con radiazioni più elevate (100 mW/m²). Gli scienziati hanno riscontrato che gli adolescenti di età scolare esposti a livelli più elevati di esposizione ai campi elettromagnetici a radiofrequenza hanno ritardato le abilità motorie sottili e lorde, la memoria di lavoro spaziale e l'attenzione rispetto a quelli esposti a livelli di campi elettromagnetici a radiofrequenza più bassi.

Sorted List of RF EMF exposure values mentioned in this article

Foto: Elenco selezionato dei valori delle esposizioni relative ai campi elettromagnetici RF menzionati in questo articolo
Credito: Creative Commons Attribution 4.0 International License
Fonte: autore

Anche la relazione nazionale 2021 del Sud Africa, commissionata dal progetto internazionale EMF dell'OMS, conferma (al punto 4) che i campi elettromagnetici RF inducono stress ossidativo nelle cellule, che possono causare danni al DNA mitocondriale nelle cellule e effetti negativi su altri processi biologici e organi. Lo stress ossidativo è generalmente riconosciuto come causa di molte malattie.

Bambini e senza fili

I bambini sono esposti a vari tipi di radiazioni non ionizzanti nella loro vita quotidiana. Essi vivono nei dintorni di router, antenne e tutti i tipi di dispositivi senza fili. Dopo la nascita, i genitori collocano i neonati nella culla. Successivamente indossano smartwatch senza fili, auricolari, utilizzano telefoni cellulari e tablet.

Man mano che le persone si sono sempre più abituate ai telefoni cellulari, a Internet e alle comunicazioni senza fili, anche l'uso di questi strumenti è andato gradualmente a scuola. Alla fine del 2019 era quasi impossibile trovare scuole che non utilizzano il Wi-Fi. Le scuole sono un ambiente unico in quanto i bambini trascorrono diverse ore al giorno in aule con forte esposizione senza fili.

Inoltre, nel periodo 2019-2021, a causa della pandemia di COVID-19, molti paesi dell'UE hanno chiuso le scuole e hanno consentito solo l'apprendimento a distanza. Ciò significa che molti bambini trascorrono ore a casa con i loro tablet, notebook o telefoni cellulari in riunioni di conferenza con un insegnante. Quasi tutti erano connessi al Wi-Fi.

Per dare l'impressione dell'esposizione dei bambini: Secondo i calcoli, per distanza di 20 cm da una compressa con Wi-Fi si intende un'esposizione di 40.0 mW/m² e di 100 cm di distanza da un router Wi-Fi, un'esposizione di 8.0 mW/m² [4].

Wireless in Classroom

Foto: Senza fili in classe. Per saperne di più sulla grafica:
https://ehtrust.org/wp-content/uploads/Wi-Fi-in-School-Worldwide-US-Final-92021-BlackWhite-2.pdf
credito: Creative Commons Attribution 4.0 International License
Fonte:
Autore creato

I bambini non sono pochi adulti

La direttiva 2014/53/UE garantisce che i dispositivi senza fili siano testati. Tuttavia, le norme EN 50566: 2017 e EN 50360: 2017 fanno riferimento alla norma americana IEC/IEEE 62209-1528, che non tiene conto dei bambini, e si basano solo sulle proporzioni di "testa adulta maschile, come tabulato dall'esercito statunitense".

Lo spessore del cranio funge da barriera all'assorbimento delle radiazioni. Il cranio di un bambino è molto più sottile rispetto a quello di un adulto, per cui l'assorbimento è più elevato.

La rivista Biologia elettromagnetica e medicina pubblica articoli di ricerca sottoposti a valutazione inter pares sugli effetti biologici dei campi elettromagnetici non ionizzanti (dalla frequenza estremamente bassa alla radiofrequenza). Nell'ottobre 2011 è stato pubblicato uno studio sui limiti di esposizione: la sottostima delle radiazioni cellulari assorbite, in particolare nei bambini, ha rilevato che "l'assorbimento della testa di un bambino può essere più di due volte superiore e l'assorbimento del midollo osseo del cranio può essere dieci volte superiore a quello degli adulti".

La ricerca ambientale è una rivista multidisciplinare che pubblica informazioni di elevata qualità. Nel novembre 2018 è stato pubblicato uno studio sull' assorbimento delle radiazioni senza fili nel bambino rispetto al cervello adulto e all'occhio dalla conversazione cellulare o dalla realtà virtuale. Questo studio "rivela che gli occhi e i cervelli giovani assorbono dosi di radiazione locali notevolmente più elevate rispetto agli adulti".

Insieme a tutti i fatti di cui sopra e al rapido tasso di crescita e sviluppo, i bambini devono essere considerati come particolarmente sensibili agli effetti delle radiazioni.

Operator systems on a residential block in Slovak republic

Foto: Sistemi degli operatori su un blocco residenziale nella Repubblica slovacca. Esposizione attuale 5 mW/m².
Credito: Creative Commons Attribution 4.0 International License
Fonte: autore

Come proponiamo di proteggere i nostri figli?

Poiché i minori sono obbligati per legge a frequentare la scuola, è importante creare un ambiente sicuro per loro. Vi sono diversi fattori che portano ad agire, per citare alcune opzioni della nostra iniziativa dei cittadini europei:

  • I cavi dovrebbero sempre essere la prima scelta (anziché senza fili).
  • Tutti i trasmettitori senza fili dovrebbero essere disattivati su tutti i dispositivi dotati di accesso Wi-Fi e la scuola dovrebbe fornire connessioni di rete cablate per computer da tavolo, laptop, notebook, tablet, lavagne e stampanti. Il modo aereo deve essere utilizzato sui telefoni cellulari.
  • In generale, la rete locale cablata (LAN) dovrebbe essere fornita per l'accesso a Internet in tutta la scuola.
  • Quando non sono possibili soluzioni cablate, il tempo senza fili dovrebbe essere limitato nel tempo e la potenza dovrebbe essere impostata al più basso livello utilizzabile. Una volta terminato il lavoro, non si deve dimenticare di spegnere tutte le funzioni senza fili.
  • I bambini dovrebbero imparare a utilizzare i loro dispositivi in modo sicuro. Per esempio gli adulti sarebbero quindi anche istruiti indirettamente.
  • La scuola dovrebbe inoltre vietare l'uso di telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici personali nelle aree didattiche/nelle aule scolastiche.

Ulteriori vantaggi della mancanza di radiazioni RF delle soluzioni cablate sono i seguenti: Sono molto più tolleranti ai guasti, più efficienti nel consumo di energia e più sicuri per un uso a lungo termine. Consentono una trasmissione dei dati più sicura e non dipendono dalle condizioni meteorologiche (umidità) o da ostacoli nel cammino (alberi, muri).

Wired in Classroom

Foto: Cablata in aula. Per saperne di più sulla grafica:
https://ehtrust.org/wp-content/uploads/Wi-Fi-in-School-Worldwide-US-Final-92021-BlackWhite-2.pdf
credito: Creative Commons Attribution 4.0 International License
Fonte:
Autore creato

Altri modi per proteggere i minori

Non solo all'interno delle scuole, ma anche in aggiunta agli edifici scolastici e nei loro pressi esistono fonti di radiazione a radiofrequenza: trasmettitori sul tetto scolastico e su edifici o piloni vicini del quartiere. Si tratta di potenti sorgenti di radiazioni.

Molti scienziati hanno scritto agli amministratori scolastici affermando che le torri cellulari non dovrebbero essere situate nelle scuole o nelle loro vicinanze.

I comuni dovrebbero adottare i propri regolamenti e vietare le torri cellulari nelle vicinanze delle scuole e degli asili nido.

I genitori dovrebbero essere interessati e chiedere una migliore protezione dei loro figli.

Operator Systems at primary school and a residential block in Slovak republic

Foto: Sistemi degli operatori nella scuola primaria e in un blocco residenziale nella Repubblica slovacca. L'esposizione media in strada è di 12 mW/m²
Fonte:
https://slovenskobez5g.org/wp-content/uploads/docs/Nepriaznivy_dopad_534_2007_1.pdf

Conclusione

Vi sono molti motivi per adottare misure di protezione per i nostri figli, in quanto sono più a lungo e maggiormente esposti durante la loro vita, anche nel periodo in cui sono fisicamente più vulnerabili degli adulti.

Ai cittadini dell'UE non è stato chiesto se accettano le conseguenze pervasive per la salute derivanti dall'Internet senza fili in nome del progresso tecnologico e della digitalizzazione.

Pertanto, nella nostra iniziativa dei cittadini europei "Stop ((5G)) — Stay Connected but Protected" chiediamo una regolamentazione più rigorosa per proteggere tutta la vita dalle radiazioni a radiofrequenza e a microonde.

In questo articolo è stata prestata attenzione alle proposte 6e 7 della nostra ICE.

"proposta 6: Sostituire le connessioni senza fili con cavi. Farlo immediatamente in luoghi quali ospedali, asili nido, scuole, case di riposo, tutti gli edifici pubblici"

"proposta 7: Educare il pubblico sui pericoli associati alle connessioni senza fili e su come ridurre al minimo l'esposizione (ad esempio utilizzando cavi)"

 

E non siamo soli:

  • LaFrancia ha vietato il Wi-Fi negli asili nido nel 2015 e limita il Wi-Fi nelle scuole a partire dal 2018, in quanto il Wi-Fi è stato disattivato come impostazione predefinita e gli insegnanti utilizzano cavi per l'accesso a Internet. La Francia ha inoltre iniziato a educare la popolazione anni fa con iniziative di sanità pubblica su come ridurre l'esposizione.
  • Cipro ha rimosso il Wi-Fi dalle classi elementari e ha avviato una forte campagna di sensibilizzazione del pubblico che educa i genitori, gli adolescenti e le donne incinte.
  • Nel 2 011 l'Assemblea parlamentare europea ha adottato la risoluzione 1815 che raccomanda di ridurre l'esposizione dei campi elettromagnetici alla popolazione e raccomanda, al punto 8.3.2: "per i bambini in generale, in particolare nelle scuole e nelle aule scolastiche, privilegiare le connessioni Internet cablate e regolamentare rigorosamente l'uso dei telefoni cellulari da parte degli alunni nelle scuole".
    Al punto 8.1.1 raccomanda quanto segue: "tutte le misure ragionevoli per ridurre... l'esposizione ai bambini e ai giovani che sembrano essere maggiormente a rischio a causa dei tumori della testa".
  • In diverse lettere inviate ai distretti scolastici di tutto il mondo, i medici hanno fortemente raccomandato connessioni cablate per la tecnologia nelle aule per eliminare le esposizioni inutili alle radiazioni senza fili.

 

 

Riferimenti:

[1] Meahl, H. R.: Monitor radiologico a microonde, Electronics 32, 1959, pagg. 138-140

[2] Karel MarHa, Jan Musil, Hana Tuhá: Elektromagnetické pole a životní prostředí, 1968

[3] ad esempio in Cecoslovacchia con decreto n. 408/1990

[4] La densità di potenza S dipende da molti fattori, si tratta di un calcolo approssimativo:
Potenza/(4 x η x distanzia2) = S
20/(4 x 3,14 x 0,22) = 39,8 mW/m² to 40 000 µW/m²
100/(4 x 3,14 x 12) = 7,0 mW/m² "8 000 µW/m²"

 

Picture of contributor Petra Bertová

Partecipanti

Petra Bertová

Petra Bertová è membro del team dell'iniziativa dei cittadini europei (ICE) "Stop (((5G)) — Stabilire connessi ma protetti"

Petra, Slovacchia, lavorava in precedenza per un'impresa informatica e anche nel settore dell'istruzione.

 

Lascia un commento

Per poter aggiungere un commento, occorre autenticarsi o registrarsi.

Commenti

Gestivert LOCATION DE PLANTES | 28/05/2022

Hello

Il mio inglese è molto male, ma ho compreso il più importante.

Dobbiamo infatti proteggere i nostri figli.

Vi faccio riferimento a questo articolo, disponibile sul sito web del governo: https://solidarites-sante.gouv.fr/affaires-sociales/familles-enfance/protection-de-l-enfance-10740/proteger-les-enfants-face-aux-dangers-du-numerique/

Un giorno bellissimo per tutti

Samir

Per poter aggiungere un commento, occorre autenticarsi o registrarsi.
Vasiliki Mustakis | 30/05/2022

Egregio Signore Samir, 

Grazie per aver commentato!

Desideriamo informarLa che il sito web del Forum, compreso questo blog, è disponibile in francese e nelle altre lingue ufficiali dell'UE. 

Cordiali saluti, 

Il team del Forum dell'iniziativa dei cittadini europei

Per poter aggiungere un commento, occorre autenticarsi o registrarsi.
Gestivert LOCATION DE PLANTES | 31/05/2022

OK

Grazie Vasiliki:)

SAM

Gesti-Green

Per poter aggiungere un commento, occorre autenticarsi o registrarsi.
Petra Bertova | 14/06/2022

Riferimenti:

[1] Meahl, H. R.: Monitor radiologico a microonde, Electronics 32, 1959, pagg. 138-140

[2] Karel MarHa, Jan Musil, Hana Tuhá: Elektromagnetické pole a životní prostředí, 1968

[3] ad esempio in Cecoslovacchia con decreto n. 408/1990

[4] La densità di potenza S dipende da molti fattori, si tratta di un calcolo approssimativo:
Potenza/(4 x η x distanzia2) = S
20/(4 x 3,14 x 0,22) = 39,8 mW/m² to 40 000 µW/m²
100/(4 x 3,14 x 12) = 7,0 mW/m² "8 000 µW/m²"

Per poter aggiungere un commento, occorre autenticarsi o registrarsi.
James Lech | 04/09/2022

Buongiorno Petra

Grazie per aver fatto riferimento alla nostra pubblicazione dell'OMS del 2021. La pubblicazione dell'OMS del 2022 è disponibile al seguente indirizzo: [Https://bit.ly/3HkQ4vh]. All'interno di essi figurano alcuni fantastici programmi dimostrativi che abbiamo attuato in progetti in tutto il mondo. Che stanno dimostrando un enorme successo. 

Abbiamo anche un corso universitario per insegnare questi materiali dal titolo: "un'introduzione alle scienze submolecolari della medicina edell'agricoltura".

Si possono trovare i video che stiamo mettendo insieme per il corso [ qui].

 

Una differenza e un'utilità fondamentali in questi corsi, video e nella nuova pubblicazione del 2022 sono la dimostrazione di soluzioni e strategie di bioadattamento alle numerose politiche e pubblicazioni cui Lei fa riferimento. 

Le soluzioni sono pragmatiche, efficaci sotto il profilo dei costi e facili da attuare e installare. Dal nostro modello abbiamo assistito a un'adozione molto rapida e a una facilità di miglioramento e crescita delle strutture.

Per poter aggiungere un commento, occorre autenticarsi o registrarsi.
Clausola di esclusione della responsabilità: Le opinioni espresse nell'ambito del forum ICE rispecchiano esclusivamente il punto di vista dei loro autori e non possono in alcun modo essere interpretate come una posizione della Commissione europea o dell'Unione europea.
Pronto per registrare l'iniziativa? Desideri sostenere un'iniziativa? Vuoi saperne di più sulle iniziative passate e in corso?