Den europeiske ungdomsportalen

Informasjon og muligheter for unge i aldersgruppen 13 til 30.


Concorso per le scuole sulla cittadinanza responsabile

Un concorso per imparare ad essere cittadini responsabili e attivi nella propria comunità!

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), promuove il concorso di idee “Whistleblower: un esempio di cittadinanza attiva e responsabile”.
Il concorso è volto a promuovere tra le giovani generazioni, utilizzando un linguaggio semplice, l’approfondimento dei temi della legalità, della corresponsabilità e della figura del “whistleblower”, ovvero colui che segnala alle autorità competenti atti di corruzione nel proprio ambiente di lavoro. La figura del “whistleblower”, traslata nella vita quotidiana, identifica una persona responsabile, titolare di diritti e doveri, una sentinella vigile non solo nel denunciare i grandi fatti di corruzione, ma anche attenta alle piccole realtà che ci circondano.

In particolare, i partecipanti al concorso dovranno:
1) Individuare la forma più efficace per comunicare la figura del “whistleblower” attraverso diverse modalità espressive; 2) Sensibilizzare le giovani generazioni verso la cultura della corresponsabilità e del rispetto delle norme di convivenza; 3) Diffondere tra i propri compagni modelli comportamentali virtuosi.

Il concorso è rivolto agli studenti e le studentesse delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, che dovranno realizzare un elaborato scegliendo liberamente una delle seguenti forme espressive:
-Elaborato testuale: saggio breve, testo giornalistico per stampa o web, etc. max 1000 caratteri (spazi inclusi).
-Servizio fotografico: max 10 foto, corredate ognuna da una didascalia di max 50 caratteri(spazi inclusi) con la descrizione.
-Elaborato multimediale: video della durata massima di 3 minuti, prodotto radiofonico, graphic novel, presentazione PPT in diapositive, sito web, blog. Gli studenti possono partecipare singolarmente o in gruppo. Ogni istituzione scolastica può partecipare con più elaborati.

Scadenza: 13 aprile 2018.