Abbiamo notato che utilizzi una versione più vecchia di Microsoft Internet Explorer. Questo sito è ottimizzato per la versione 9 di Internet Explorer o per le versioni successive. Ti consigliamo ti aggiornare il tuo browser per sfruttarne appieno le caratteristiche. Visita il sito di Microsoft http://www.microsoft.com per scaricare una versione più recente di Internet Explorer.

Portale Europeo per i Giovani

Informazioni e opportunità per i giovani in Europa.


flag

Dite la vostra

Citizens Initiative
© European Commission

Vi piacerebbe modificare la legge?

Cosa fareste se foste al timone dell’UE? L’iniziativa dei cittadini vi permette di dare un contributo alle politiche dell’Unione e di presentare una vostra proposta legislativa.

Attraverso l’iniziativa dei cittadini europei potete partecipare direttamente all’elaborazione delle politiche dell’UE invitando la Commissione europea a proporre un nuovo testo legislativo.

 

Si inizia con un’idea …

Se la vostra idea riguarda un settore in cui la Commissione ha la facoltà di proporre leggi, potete avviare un’iniziativa dei cittadini.

Ovviamente occorre soddisfare alcune condizioni formali per poter procedere, in particolare, non potete agire da soli: l’iniziativa deve essere presentata congiuntamente tramite un “comitato dei cittadini”.

Dovete inoltre raccogliere 1 milione di firme  in diversi paesi dell’UE. Una volta raggiunto questo numero, siete a buon punto!

 

Cosa accade dopo?

Con un milione di firme avete la garanzia che:

  • la Commissione esamini seriamente l’iniziativa – potrete anche incontrare i funzionari della Commissione e illustrare la vostra idea in dettaglio
  • possiate presentare la vostra iniziativa in un’audizione pubblica presso il Parlamento europeo

La Commissione è tenuta per legge a dare una risposta formale, precisando le eventuali azioni che intende proporre e le relative motivazioni o spiegando perché non può agire.

Se la Commissione decide di agire, sarà sotto forma di una proposta legislativa formale. Tuttavia, per essere emanata, la legge deve essere approvata (generalmente) sia dal Parlamento europeo  che dai governi nazionali, che deliberano congiuntamente attraverso il Consiglio dell’UE.