Abbiamo notato che utilizzi una versione più vecchia di Microsoft Internet Explorer. Questo sito è ottimizzato per la versione 9 di Internet Explorer o per le versioni successive. Ti consigliamo ti aggiornare il tuo browser per sfruttarne appieno le caratteristiche. Visita il sito di Microsoft http://www.microsoft.com per scaricare una versione più recente di Internet Explorer.

Portale Europeo per i Giovani

Informazioni e opportunità per i giovani in Europa.


flag

I vostri diritti

A picture
© shutterstock.com - Aaron Amat

Esiste la parità tra donne e uomini?

Ancora oggi, nel 21° secolo, esistono disuguaglianze tra donne e uomini, soprattutto nel mondo del lavoro. Nell'UE una donna guadagna in media, nell'arco della sua vita, il 17% in meno rispetto ad un uomo.

Negli ultimi decenni, l'UE ha compiuto grandi progressi sul fronte della parità tra i sessi:  oggi, molte più donne lavorano e hanno un migliore accesso all’istruzione e alla formazione. La Commissione  europea ha contribuito a promuovere l’uguaglianza tra i sessi attraverso la strategia per la parità tra donne e uomini.

 

 

Giornata della parità di retribuzione

La prima Giornata della parità di retribuzione si è svolta a marzo del 2011, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione al problema del divario retributivo tra uomini e donne. La data – il 5 marzo – coincide con il numero di giorni in più (64) che sarebbero serviti alle donne per  guadagnare, in media, quanto guadagnavano gli uomini nel 2010. Da allora la Giornata della parità di retribuzione viene celebrata ogni anno in molti paesi europei.

"La Giornata della parità di retribuzione ci ricorda quanto resta ancora da fare per colmare il divario retributivo tra donne e uomini”, ha dichiarato Viviane Reding (vicepresidente della Commissione europea e commissario responsabile della Giustizia), impegnandosi a collaborare con i governi, le imprese e i sindacati dell’UE “perché in futuro non ci sia più bisogno di una Giornata della parità di retribuzione per richiamare l’attenzione sullo scarto retributivo tra i sessi."
 

Calcola il divario retributivo tra donne e uomini nel tuo posto di lavoro.

 

Assistenza

Avete mai avuto l'impressione di subire una discriminazione sessuale durante un colloquio di lavoro? Vi è capitato di assistere a un trattamento discriminatorio basato sul sesso? Se sì, contattate il vostro organismo nazionale per le pari opportunità e scoprite i tipi di assistenza offerti dall’UE.

Se pensate di avviare un’impresa, l’iniziativa Equality Pays Off (L'uguaglianza paga) vi aiuta a trovare sul mercato del lavoro le competenze femminili di cui avete bisogno e a scambiare le buone pratiche per attirare, mantenere e sviluppare i talenti migliori e ridurre il divario retributivo tra i sessi.