Abbiamo notato che utilizzi una versione più vecchia di Microsoft Internet Explorer. Questo sito è ottimizzato per la versione 9 di Internet Explorer o per le versioni successive. Ti consigliamo ti aggiornare il tuo browser per sfruttarne appieno le caratteristiche. Visita il sito di Microsoft http://www.microsoft.com per scaricare una versione più recente di Internet Explorer.

Portale Europeo per i Giovani

Informazioni e opportunità per i giovani in Europa.


flag

Salute mentale

A picture
© shutterstock.com - Pressmaster

Cyberbullismo: quando il bullismo è online

Ormai quasi tutti i giovani utilizzano regolarmente il cellulare e Internet e negli ultimi anni il bullismo online è aumentato. Volete sapere come combatterlo e prevenirlo?

Il cyberbullismo si verifica quando i giovani vengono tormentati, resi vulnerabili, umiliati, molestati, disturbati, messi in imbarazzo, minacciati o presi di mira da altri giovani attraverso e-mail, SMS, chat room, cellulari, social media o altri mezzi. Quando sono coinvolti gli adulti, si parla di cyber-molestie o cyber-stalking, poiché il bullismo online è solo tra minori.

 

Combattere il cyberbullismo

Il Consiglio d'Europa ha lanciato l’iniziativa I giovani contro l'incitamento all’odio online per combattere il razzismo e la discriminazione sul web. Tra il 2012 e il 2014 i giovani e le organizzazioni giovanili potranno partecipare a corsi di formazione per imparare a riconoscere questo tipo di situazioni e contrastarle. Il progetto, basato un corso e su campagne online, promuove azioni e interventi concreti.

 

Agire offline

Il cyberbullismo si manifesta online, ma ci sono molte cose che potete fare per combatterlo nel mondo reale. Stop Cyber Bullying offre un apposito kit con numerose informazioni su come prevenire e constrastare il cyberbullismo nella vostra scuola o comunità.

 

Proteggetevi

A volte può essere difficile sottrarsi al cyberbullismo, poiché l’Internet non si ferma mai e le vittime non possono semplicemente spegnere il computer o il cellulare per fermarlo. Ins@fe offre una serie di consigli su come proteggersi online, ad esempio evitando di rendere pubblico il proprio profilo sulle reti sociali e di aggiungere altre persone che non si conosce o di cui non ci si fida.