Portale Europeo per i Giovani

Informazioni e opportunità per i giovani in Europa.

© iStockphoto.com - skynesher
© iStockphoto.com - skynesher

Le tue competenze riconosciute in tutti i paesi europei

Nel lavoro, negli studi, nel volontariato o in altre attività svolte all'estero si acquisiscono importanti competenze e qualifiche utili per il futuro. Cosa fa l'UE per garantire che queste vengano riconosciute negli altri paesi europei?

Studi

Per chi ha bisogno di far riconoscere i suoi studi in un altro paese perché intende partire per uno scambio, oppure desidera lavorare o studiare altrove, l'UE ha messo a punto due sistemi di crediti che illustrano i livelli conseguiti nei diversi paesi europei: l'ECTS per l'istruzione superiore e l'ECVET per l'istruzione e formazine professionale.

 

Inoltre, il quadro europeo delle qualifiche (EQF) mette a confronto i diversi sistemi nazionali. Ciò consente di stabilire il livello delle qualifiche esistenti negli altri paesi europei raffrontando ciascun livello nazionale con uno degli otto livelli di riferimento del quadro.

 

Apprendimento non tradizionale e informale

Ottenere il riconoscimento delle proprie qualifiche non è sempre facile. Dopo aver completato un ciclo di studi tradizionale, ad esempio un corso di laurea triennale, si ottiene un diploma che attesta il conseguimento di determinate qualifiche e competenze. Ma non è così per chi partecipa ad un progetto di volontariato. Anche se un'esperienza di questo tipo ha consentito di acquisire delle competenze utili per il resto della vita, non è detto che vengano specificate su un pezzo di carta.

 

Per agevolare il riconoscimento di processi di apprendimento non tradizionali e informali (come ad esempio le attività di volontariato), i paesi dell'UE sono invitati a prendere entro il 2018 dei provvedimenti in tal senso. Un inventario europeo offre una panoramica delle buone pratiche di convalida già in vigore in questo campo.

 

Passaporto europeo delle competenze

Il passaporto europeo delle competenze consente di riunire in un unico documento tutte le competenze acquisite. Consiste di cinque documenti che insieme indicano ad eventuali futuri datori di lavoro le competenze e qualifiche del titolare. Comprende un CV e un passaporto delle lingue, in cui si possono elencare le lingue conosciute, specificando il livello di comprensione e della lingua parlata e scritta, come pure i certificati ottenuti e altre esperienze linguistiche.

Inoltre, Mobilità Europass registra le conoscenze e competenze acquisite in un altro paese europeo, ad esempio durante un tirocinio, un semestre accademico o un'attività di volontariato. Infine, i supplementi al diploma e al certificato consentono di specificare ulteriormente quanto appreso nel corso dei rispettivi programmi di studio.

 

Youthpass

Hai preso parte ad un progetto Erasmus+ e vorresti che le competenze acquisite siano riconosciute nel tuo paese di appartenenza o in un altro paese dell'UE? Allora lo Youthpass fa per te! Per il momento è soltanto disponibile per gli scambi giovanili, il servizio volontario europeo e la mobilità degli operatori giovanili, ma presto sarà possibile creare uno Youthpass anche per altre attività.