Portale Europeo per i Giovani
Informazioni e opportunità per i giovani in Europa.

Uno scambio, e dopo? Uno stage!

Stage Erasmus a Parigi

Gennaio 2013. Sono in piena crisi post-scambio. Nel grigiore dell’inverno svizzero sento particolarmente la mancanza del clima umido del Sud degli Stati Uniti, dove ho trascorso l’ultimo semestre di università. Non posso però cedere alla malinconia. Devo concentrarmi sulla ricerca di un posto di stage per il master, ma è difficile resistere alla sete di scoperta che i mesi in America hanno acceso e allora… tagliamo la testa al toro: farò anche lo stage all’estero! La responsabile della mobilità della facoltà HEC all’università di Losanna mi conferma che posso fare uno stage Erasmus. Bene, ma dove? Avrei preferito tornarmene dallo zio Sam ma la mia famiglia non è particolarmente felice di vedermi ripartire per mete troppo lontane. Devo cercarmi un posto in Europa. Parigi mi sembra un buon compromesso. In Internet trovo l’annuncio di un piccolo produttore di profumi che offre un posto di stage nel reparto di marketing. Dopo un breve colloquio via Skype, ricevo una risposta positiva. A inizio febbraio sbarco nella capitale francese.

Mi sento subito a mio agio. Mi vengono affidate diverse mansioni: gestione degli ordini e delle relazioni con i clienti, follow up delle vendite, comunicazione web. Evidentemente, il fatto di conoscere la lingua rende tutto più facile – forse troppo. I problemi comunque non mancano, anche se sono di tutt’altra natura: pratiche amministrative, ricerca di un alloggio, stesura della tesi di master. Devo inoltre cercare di gestire al meglio la mia vita sociale, una sfida non facile quando sei all’estero.  

Il tempo vola. Sono già cinque mesi che lavoro con questo piccolo team a contatto diretto con il lusso e il mondo degli affari. Cinque mesi che mi confronto però anche quotidianamente con il vero senso dell’arte di arrangiarsi e di non mollare. Come stagista, e quindi ex studente, devo cavarmela da sola – non come durante lo stage accademico. Sebbene le informazioni sulle possibilità di stage e le procedure da seguire scarseggino, sconsiglio di rivolgersi a un’agenzia specializzata: i suoi servizi costano parecchio ed è illusorio credere che si possa acquistare questo tipo di esperienza. Basta un po’ di coraggio: fare qualche ricerca e provare. La perseveranza paga e ogni esperienza apre nuove porte. Nel mio caso quelle verso la Germania per un nuovo stage.

 

 

Pubblicato: lun, 26/05/2014 - 15:17


Tweet Button: 

Link correlati


Info for young people in the western balkans

Hai bisogno di aiuto o consulenza da parte di un esperto?

Chiedilo a noi!