Percorso di navigazione

Aggiornamento : 07/07/2014

work

Doppia imposizione

Vi è il rischio della doppia imposizione se due paesi hanno il diritto di tassare il tuo reddito perché, ad esempio:

In queste situazioni, sebbene tu sia sempre soggetto alla normativa fiscale del paese in cui risiedi, potresti anche dover pagare le tasse nel tuo paese di origine.

Fortunatamente, la maggior parte dei paesi aderisce ad accordi contro la doppia imposizione Deutsch English français , che evitano che tu venga tassato due volte:

  • in base alla maggior parte degli accordi fiscali bilaterali, le tasse pagate nel paese in cui lavori vengono dedotte da quelle che versi nel tuo paese di residenza
  • in altri casi, il reddito che percepisci nel paese in cui lavori potrebbe essere considerato imponibile solo in quel paese ed esente dalle imposte nel tuo paese di residenza.

NB: le aliquote fiscali nei due paesi interessati saranno molto probabilmente diverse. Se l’aliquota fiscale nel paese in cui lavori è più elevata, sarà quella che devi versare - anche se è compensata dall’imposta applicata nel tuo paese di residenza, o se quest'ultimo ti esonera da qualsiasi altra imposta.

Per poter beneficiare degli sgravi fiscali per doppia imposizione, potresti dover dimostrare dove sei residente e che hai già pagato le tasse sul tuo reddito. Informati presso le autorità fiscali Deutsch English français per sapere quali prove e documenti devi presentare.

Le informazioni contenute in questa pagina descrivono le norme più comuni dei trattati contro la doppia imposizione; verifica in dettaglio quali sono le disposizioni del trattato fiscale applicabile alla tua situazione che potrebbero discostarsi da tali norme.

Norme applicabili:

Lavoratori pendolari transfrontalieri

Se vivi in un paese dell'UE e lavori in un altro, la normativa fiscale applicabile al tuo reddito dipenderà dalla legislazione nazionale e dagli accordi contro la doppia imposizione in vigore tra questi due paesi. Essa può essere molto diversa da quella che stabilisce quale paese è competente per le prestazioni previdenziali.

A seconda dell'accordo contro la doppia imposizione , potresti dover pagare le imposte nel paese in cui lavori e anche in quello in cui risiedi.

Se sei un lavoratore dipendente, nella maggior parte dei casi il paese in cui lavori tasserà il reddito che percepisci sul suo territorio.

Se sei un lavoratore autonomo e risulti iscritto in quanto tale nel paese in cui vivi, ma fornisci dei servizi al di là della frontiera, dovrai generalmente pagare le tasse sul reddito nel paese in cui presti tali servizi se vi crei una "base fissa" o una "attività stabile" (ad esempio un ufficio o un negozio). Chiedi alle autorità fiscali quali norme si applicano al tuo caso.

Se vivi in un paese dell’UE, ma percepisci tutto o quasi tutto il tuo reddito in un altro paese e ci paghi le tasse, quest'ultimo dovrebbe trattarti come un residente, accordandoti gli stessi sgravi e le stesse esenzioni fiscali e tutte le altre agevolazioni fiscali concesse ai residenti, tra cui le detrazioni personali o la possibilità di compilare una dichiarazione fiscale congiunta con il tuo coniuge.

Il partenariato transfrontaliero dei servizi europei per l'impiego della tua regione frontaliera potrà aiutarti a scoprire se esistono disposizioni fiscali specifiche per i lavoratori pendolari transfrontalieri applicabili al tuo caso.

Lavoratori distaccati all’estero

Se vieni distaccato all'estero per un breve periodo (fino a due anni), rimarrai iscritto al sistema previdenziale del tuo paese di appartenenza. Tuttavia, il reddito che percepisci durante il distacco all'estero può essere tassato dal paese di accoglienza.

Se vieni distaccato all’estero dalla tua società, è possibile che non debba pagare le imposte sul reddito che percepisci nel paese in cui lavori se:

soggiorni all'estero per meno di sei mesi l'anno e

il tuo stipendio viene pagato direttamente dal tuo datore di lavoro (nel tuo paese), anziché da una filiale o da un’altra società del datore di lavoro nel paese in cui lavori.

Dirigenti o membri del CdA

Se vivi in un paese e sei membro del consiglio di amministrazione di una società in un altro paese, il paese in cui ha sede quest'ultima può tassare gli onorari e il reddito legati a tale funzione.

I paesi dell’UE possono considerare come parte dei tuoi onorari tutte le prestazioni in natura (ad esempio stock options o automobile aziendale) che ricevi in quanto membro del CdA. 

Se, oltre al tuo ruolo di membro del CdA, lavori per la stessa società come consigliere, consulente o semplice dipendente, il reddito legato a tali funzioni sarà molto probabilmente soggetto allo stesso trattamento fiscale riservato ai pendolari transfrontalieri (vedi sopra).

Dipendenti che lavorano in un paese dell’UE per una società con sede in un altro paese

Se vivi in un paese dell'UE e lavori per una società con sede in un altro paese dell'Unione, in base alla maggior parte dei trattati fiscali sarai tassato solo nel tuo paese di residenza.

Artisti e sportivi professionisti

Il reddito percepito in un altro paese dell'UE come artista (musicista, attore di teatro o cinematografico, conduttore di programmi radiotelevisivi) o come sportivo professionista potrebbe essere tassato in tale paese. Ciò vale anche se vieni pagato indirettamente tramite una società.

Solitamente la durata del tuo soggiorno all'estero (a prescindere da quanto guadagni o se tu abbia o meno una base fissa nel paese in questione) non viene presa in considerazione: l'elemento decisivo è dato dalle tue attività all'estero.

Tuttavia, se lo spettacolo o la manifestazione sono finanziati almeno in parte dallo Stato o se la tua remunerazione è insignificante, alcuni paesi sceglieranno di non tassare il tuo reddito, che però continuerà ad essere soggetto alle norme fiscali del tuo paese di origine.

Nella maggior parte dei casi il tuo paese di origine ti concederà gli sgravi fiscali per le tasse pagate all’estero sul reddito derivante da spettacoli o manifestazioni. Per beneficiare degli sgravi, dovrai probabilmente dimostrare di aver pagato le tasse sul reddito percepito all’estero.

Dipendenti pubblici distaccati all’estero

Se sei un dipendente pubblico distaccato all'estero o se vivi in un paese dell'UE, ma lavori in un altro paese come dipendente pubblico, si applicano generalmente le seguenti condizioni:

  • continuerai a pagare le tasse sul reddito da dipendente pubblico solo nel paese dell’amministrazione per la quale lavori
  • dovrai pagare le tasse sul reddito solo nel paese in cui lavori se vi risiedi e
    • sei un cittadino di tale paese o
    • se ti ci sei trasferito non soltanto per lavorare come dipendente pubblico (ad esempio già ci vivevi prima di essere assunto). 

Disoccupati in cerca di lavoro all’estero

Se trascorri un breve periodo (meno di sei mesi all'anno) in un altro paese dell'UE senza lavorare, non sarai probabilmente considerato residente in tale paese ai fini fiscali. In tal caso, l'indennità di disoccupazione dovrebbe essere tassata soltanto nel paese che la eroga.

Se trascorri più di sei mesi all'anno in un altro paese dell'UE, potresti essere considerato residente ai fini fiscali in tale paese. Quest'ultimo potrebbe quindi tassare l'indennità di disoccupazione trasferita da un altro paese. Diversi accordi fiscali bilaterali prevedono infatti che l'indennità di disoccupazione sia tassata soltanto nel paese di residenza fiscale.

Tuttavia, se mantieni un’abitazione permanente e stretti legami personali ed economici con il tuo paese di origine, potresti ancora essere considerato residente ai fini fiscali in tale paese, anche se soggiorni all’estero per più di sei mesi. In questo caso, l'altro paese dell'UE non potrà tassare la tua indennità di disoccupazione.

Pensionati all’estero

Se sei andato in pensione in un altro paese dell'UE e vi trascorri più di sei mesi all'anno, potresti essere considerato residente ai fini fiscali in tale paese. In questo caso, potresti dover pagare in quel paese l’imposta sul tuo reddito globale - comprese le pensioni che percepisci da altri paesi dell’UE.

Eccezione: le pensioni del settore pubblico sono generalmente tassate solo nel paese dell'amministrazione per la quale lavoravi.

Fonti da consultare

Questa è solo una sintesi di ciò che accade di solito. Per scoprire quali regole si applicano al tuo caso:

  • chiedi ad una esattoria locale Deutsch English français
  • verifica l' accordo contro la doppia imposizione Deutsch English français tra il paese in cui soggiorni e quello in cui hai il domicilio fiscale
  • se sei un dipendente pubblico distaccato all’estero, verifica il diritto internazionale applicabile e gli eventuali accordi diplomatici/consolari internazionali per sapere se hai diritto a eventuali privilegi fiscali nel paese in cui lavori.
Assistenza e consulenza