Percorso di navigazione

Aggiornamento : 01/10/2014

vehicles

Validità dell'assicurazione auto

In quale situazione ti trovi?

Vivo in un altro paese dell'UE

La tua assicurazione auto nel paese di accoglienza

Hai l'obbligo di immatricolare la tua auto nel paese in cui risiedi abitualmente.

Per l'immatricolazione devi presentare un documento che dimostri  che il veicolo è assicurato.

Le autorità sono tenute ad accettare la copertura assicurativa offerta da qualunque compagnia di assicurazione che:

  • abbia sede o una filiale nel paese in cui ti sei trasferito oppure
  • in assenza di agenzie nel paese in questione, sia autorizzata a fornire i suoi servizi sul suo territorio.

Verifica presso il tuo assicuratore se la tua polizza è valida nel paese in cui ti trasferisci.

Stipulare una nuova assicurazione all'estero

Se la tua polizza non è valida nel paese in cui ti trasferisci, rivolgiti agli uffici nazionali/centri d'informazione per la carta verde per sapere quali compagnie assicurative offrono polizze valide in tale paese.

Attestato di rischio

In qualunque momento puoi richiedere al tuo assicuratore  un attestato relativo alla tua classe di merito, che deve esserti rilasciato entro 15 giorni  dalla tua richiesta.

Se invece devi sottoscrivere una nuova polizza di assicurazione auto in un altro paese dell'UE, il nuovo assicuratore non è obbligato a tener conto della tua classe di merito (e delle eventuali riduzioni alle quali potresti avere diritto) al momento del calcolo del premio.

È tuttavia probabile che alcune compagnie di assicurazione tengano conto della tua classe di merito, quindi vale la pena di confrontare le offerte.

Caso personale

La mia assicurazione auto è valida all'estero?

Lazlo, cittadino sloveno, ha deciso di trasferirsi nel Regno Unito portando con sé la sua automobile per la quale ha stipulato in Slovenia una polizza assicurativa standard.

Al suo arrivo in Gran Bretagna dovrà contattare le autorità locali per immatricolare la vettura e per sapere se la sua assicurazione slovena è riconosciuta. In caso contrario dovrà stipulare una nuova assicurazione nel Regno Unito.

Nel mio paese ho un ottimo attestato di rischio. Perché all'estero mi applicano un premio così alto?

Rosa è italiana e si è di recente trasferita in Francia. Guida da dieci anni e non ha mai avuto incidenti, quindi i suoi premi assicurativi in Italia erano relativamente bassi.

In Francia diverse compagnie di assicurazione si sono rifiutate di tener conto del suo attestato di rischio italiano. Alla fine, però, dopo un'accurata ricerca, Rosa ha trovato una compagnia disposta a tenerne conto e a proporle una tariffa inferiore.

Sono un turista

L'assicurazione auto del tuo paese di origine ti copre in tutta l'UE se causi danni a terzi.

La targa d'immatricolazione del tuo veicolo dimostra  che possiedi un'assicurazione di responsabilità civile. Ciò significa che se ti trovi in un altro paese dell'UE, di norma la polizia locale non ti fermerà soltanto per verificare se sei assicurato.

Naturalmente è sempre meglio portare con sé i documenti dell'assicurazione,  che possono rivelarsi utili in caso di incidenti o di controlli da parte della polizia.

Caso personale

Per comodità, porta con te i documenti dell'assicurazione

Ronaldo è stato fermato dalla polizia in Francia per eccesso di velocità. Poiché non aveva con sé i documenti di assicurazione, la polizia gli ha chiesto di chiamare la sua compagnia di assicurazione in Portogallo per dimostrare che fosse assicurato.

Anche se non è obbligatorio, portare con sé all'estero i propri documenti dell'assicurazione è il miglior modo per dimostrare di avere una copertura assicurativa e può far risparmiare tempo e denaro in caso di problemi.

Assistenza e consulenza

Footnote

In questo caso, i 27 Stati membri dell'UE + Islanda, Liechtenstein e Norvegia

Retour au texte en cours.

In questo caso, i 27 Stati membri dell'UE + Islanda, Liechtenstein e Norvegia

Retour au texte en cours.