Percorso di navigazione

Condividi su 
	Condividi su Facebook
  
	Invia come Tweet 
  
	Condividi su google+
  
	Condividi su linkedIn

Automobili

Aggiornamento : 10/12/2012

Vendere l'automobile all'estero

Automobili nuove

Un privato può richiedere il rimborso dell'IVA presso le autorità del suo paese quando vende una macchina nuova a un acquirente che risiede in un altro paese dell'UE. In questo modo l'IVA non viene pagata due volte.

Caso personale

Rivendi un'automobile nuova? Recupera parte dell'IVA

Merete acquista un'automobile nuova in Danimarca per 20 000 euro, più 5 000 euro d'IVA (25%). Dopo quattro mesi, rivende il veicolo (ancora considerato nuovo ai fini fiscali) a Hagen per 16 000 euro.

Hagen ritorna in Austria, dove vive, portando con sé l'automobile. Paga 3 200 euro di IVA alle autorità fiscali austriache (l'aliquota IVA in Austria è del 20%).

In qualità di venditrice, Merete deve sapere quali sono i suoi diritti in questa situazione. Se l'IVA sulla seconda transazione fosse stata addebitata in Danimarca, l'importo da pagare sarebbe stato di 4 000 euro (il 25% di 16 000 euro). Poiché l'automobile è ancora considerata nuova, Merete ha il diritto di ricevere dalle autorità danesi un rimborso di 4 000 euro sui 5 000 euro di IVA versati al momento dell'acquisto del veicolo.

Un'automobile venduta nell'UE è considerata nuova se:

  • la vendita avviene a meno di sei mesi dalla data del suo primo utilizzo

o

  • se ha percorso meno di 6 000 km.

Automobili usate

Se un privato che risiede all'interno dell'UE vende la propria automobile usata a un acquirente residente nell'Unione, la transazione non è assoggettata ad IVA, né nel paese del venditore, né in quello dell'acquirente.

Un'automobile viene considerata usata se:

  • la vendita avviene a distanza di oltre sei mesi dalla data del suo primo utilizzo

e

  • se ha percorso più di 6 000 km.
Ti serve ancora aiuto?

Footnote

In questo caso, i 27 Stati membri dell'UE + Islanda, Liechtenstein e Norvegia

Retour au texte en cours.