Percorso di navigazione

Condividi su 
	Condividi su Facebook
  
	Invia come Tweet 
  
	Condividi su google+
  
	Condividi su linkedIn

I tuoi diritti online

Aggiornamento : 03/12/2012

Cosa fare in caso di problemi

Hai diverse possibilità se ritieni che un fornitore di servizi abbia violato i tuoi diritti online (condizioni del contratto, qualità del servizio, ecc.) o se un venditore online ti ha ingannato:

Contatta il fornitore di servizi/venditore

Rivolgiti innanzitutto al tuo fornitore o venditore, segnalandogli che ha violato la normativa europea e quella nazionale e chiedigli di risolvere il problema prima di dover passare ad altre misure.

Puoi inoltre ricordargli i suoi obblighi – sono riassunti in questa pagina e descritti in dettaglio nel Codice dei diritti online nell'UE English.

Caso personale

Jutta, tedesca, non era soddisfatta della connessione ad Internet, che giudicava più lenta di quanto stabilito nel contratto.

Ha quindi contattato l'operatore per lamentarsi. Quest'ultimo è subito intervenuto per risolvere il problema aumentando la velocità di connessione. Jutta non ha dovuto adottare altre misure.

Contatta l'autorità nazionale di regolamentazione (per i fornitori di servizi Internet)

Cosa fare se il tuo fornitore si rifiuta adempiere i suoi obblighi. Le autorità nazionali di regolamentazione English nel settore delle comunicazioni elettroniche (che comprende i servizi Internet) possono avere la facoltà di risolvere una controversia tra te e il tuo fornitore di servizi Internet.

Spesso dispongono di procedure speciali per gli operatori di questo settore e possono risolvere le controversie in maniera equa e rapida.

Contattale se hai problemi con le condizioni del contratto, la qualità del servizio, l'accesso alle reti e ai servizi, ecc.

Composizione extragiudiziale della controversia

Puoi segnalare alla tua autorità nazionale per la protezione del consumatore qualsiasi problema che incontri con i servizi online.

Se il venditore online ha sede nell'UE, puoi anche provare a risolvere il problema mediante una procedura alternativa o online di composizione delle controversie.

Caso personale

Arvidas, lituano, ha ricevuto dal suo fornitore di servizi Internet una fattura superiore a quella prevista dal suo contratto.

Dopo aver provato, invano, a ottenere una rettifica della fattura, Arvidas era indeciso se avviare una lunga e complessa azione legale. Con la procedura alternativa di composizione delle controversie esistente in Lituania, è invece riuscito a trovare una soluzione per ridurre al minimo gli inconvenienti. 

Azione legale formale

In ultima istanza, puoi rivolgerti al tribunale.

Se ritieni che i tuoi diritti sanciti dall'UE (compresi i diritti online) siano stati violati, hai diritto:

  • a che la tua causa sia esaminata equamente e pubblicamente, entro un termine ragionevole, da un giudice indipendente e imparziale
  • ai servizi di un avvocato per ottenere consulenze e difendere e rappresentare i tuoi interessi.

Se non ti puoi permettere un'azione legale formale, dovresti avere diritto al patrocinio English.

Anche se il fornitore di servizi o il venditore hanno sede all'estero, hai diritto ad adire un tribunale del tuo paese, se l'impresa in questione esercita un'attività commerciale o professionale nel tuo paese o destinata ad esso.

In alcuni casi (comprese le transazioni online fino a 2 000 euro), puoi anche avvalerti del procedimento europeo per controversie di modesta entità English (valido in tutti i paesi membri dell'UE tranne che in Danimarca): un'alternativa rapida ed economica al normale ricorso in tribunale. Per avviare questo tipo di procedimento basta presentare l'apposito modulo English standard.

Ti serve ancora aiuto?

Ti serve ancora aiuto?

Non hai trovato le informazioni che cercavi? Hai un problema da risolvere?