Percorso di navigazione

Aggiornamento : 11/06/2014

Familiari cittadini di paesi extra-UE – Faq

  • Sono giapponese e risiedo in Svezia, dove convivo con il mio partner svedese e mio figlio, un ragazzo di 23 anni nato da un precedente matrimonio. Il mio compagno ha deciso di trasferirsi in Islanda per seguire un master e io vorrei accompagnarlo con mio figlio, studente di nazionalità giapponese a nostro carico. È possibile che mio figlio ottenga una carta di soggiorno in Islanda?

    - (In quanto figlio della partner di un cittadino dell'UE) perché, essendo studente, è a vostro carico, benché abbia più di 21 anni.

  • Mi trasferirò in Olanda per seguire un corso di lingua di un mese. Mia moglie, cittadina di un paese extra-UE, che ho sposato in Belgio ed è del mio stesso sesso, vuole accompagnarmi. Deve adempiere delle formalità specifiche?

    NO – Nei Paesi Bassi otterrà lo stesso trattamento riservato a tutti i coniugi.

    Per un soggiorno inferiore a tre mesi sarà sufficiente un passaporto in corso di validità (ma, a seconda del suo paese di origine, è possibile che le occorra anche un visto).

    Inoltre, potrebbe essere tenuta a dichiarare la sua presenza nel paese ospitante e dovrà portare sempre con sé il passaporto.

  • Sono un cittadino romeno trasferitosi in Norvegia per maturare un'esperienza di studio di un anno. I miei genitori, moldavi, vorrebbero soggiornare in questo paese per tutta la durata dei miei studi. In qualità di genitori di un cittadino dell'UE, hanno automaticamente diritto al soggiorno in Norvegia?

    NO  - Ma puoi chiedere alle autorità locali di valutare la loro richiesta. Se respingono la domanda, sono tenute a giustificare la loro decisione dopo aver valutato attentamente il tuo caso.

Assistenza e consulenza

Assistenza e consulenza

Non hai trovato le informazioni che cercavi? Hai un problema da risolvere?

Chiedi un consiglio sui tuoi diritti di cittadino dell'UE

Risolvi i problemi incontrati con un organismo pubblico