Strumenti di servizio

Selettore lingua

Bandiera dell'UE

Percorso di navigazione

Menu

Aggiornamento : 27/09/2017

Programmazione di una successione transfrontaliera

Puoi scegliere di applicare alla tua successione la legislazione del paese di cui hai la cittadinanza

La successione viene generalmente gestita da un'autorità - spesso un tribunale o un notaio - dell'ultimo paese dell'UE in cui hai abitato. Nella maggior parte dei casi, questa autorità applicherà alla successione il proprio diritto nazionale.

Tuttavia, la normativa dell'UE ti permette di scegliere che alla successione si applichi la legislazione del paese di cui hai la cittadinanza, indipendentemente dal fatto che si tratti di un paese dell'UE o meno.

Se hai la cittadinanza di più paesi, hai la possibilità di scegliere la legislazione di uno di questi.

La scelta va espressa in modo esplicito e chiaro, in un testamento o in una dichiarazione distinta. Il testamento o la dichiarazione saranno considerati validi se rispondono ai requisiti:

  • del paese dell'UE in cui avrai abitato per ultimo
  • della legislazione del paese di cui hai la cittadinanza, se scegli questa opzione.

In quali casi le autorità possono rifiutare di applicare la tua scelta

  • La normativa europea sulle successioni non si applica in Danimarca, in Irlanda e nel Regno Unito. Se i tuoi eredi decidono di affidare la successione ad un'autorità di uno di questi paesi, la tua scelta del diritto applicabile potrebbe non essere presa in considerazione. I cittadini danesi, irlandesi e britannici possono tuttavia beneficiare della normativa europea e scegliere il diritto del paese di cui sono cittadini se la successione ha luogo in un paese dell'UE diverso dalla Danimarca, dall'Irlanda e dal Regno Unito.
  • L'autorità del paese europeo che gestisce la successione può rifiutare di applicare determinate disposizioni della legislazione del paese di cui hai la cittadinanza se sono contrarie all'ordine pubblico locale. Ad esempio, potrebbe rifiutare di applicare disposizioni che discriminano tra gli eredi sulla base del sesso o del fatto che siano legittimi o naturali.

Cosa disciplina il diritto applicabile alla successione

Il diritto nazionale applicabile alla successione, sia esso quello del paese dell'UE in cui avrai vissuto per ultimo o quello di cui hai la cittadinanza, disciplinerà la successione di tutto il tuo asse ereditario, a prescindere dall'ubicazione dei beni e dal fatto che si tratti di mobili (una macchina, un conto bancario, ecc.) o immobili (una casa, ecc.).

Il diritto nazionale determinerà questioni come:

  • chi sono i beneficiari della successione: ad esempio il coniuge/partner, i figli, i genitori
  • se è possibile diseredare un familiare
  • se alcune parti del patrimonio sono riservate a determinate persone: ad esempio, ai figli
  • se eventuali donazioni effettuate in vita vadano reintegrate nell'asse ereditario prima della sua trasmissione agli eredi
  • la trasmissione della proprietà del patrimonio agli eredi
  • i poteri degli eredi, degli esecutori testamentari e degli amministratori del patrimonio, incluse le condizioni di vendita della proprietà per pagare eventuali creditori
  • chi è responsabile di eventuali debiti da te lasciati
  • come il patrimonio va suddiviso tra gli eredi.

La normativa europea sulle successioni non stabilisce quale autorità debba gestire e quale legislazione debba applicarsi a determinati aspetti connessi alla successione, come:

  • le tasse di successione che gli eredi dovranno pagare sul patrimonio
  • lo stato civile: ad esempio, chi vada considerato come ultimo coniuge
  • il regime patrimoniale del matrimonio o dell'unione civile: vale a dire come il patrimonio vada suddiviso dopo la morte del coniuge o partner
  • le questioni riguardanti le società: ad esempio, come suddividere le azioni detenute

Esempio

Nigel è un pensionato britannico che si è trasferito in Francia, dove possiede una casa e vive da oltre 8 anni, di cui gli ultimi 5 con la sua compagna Anne.

Poiché Nigel vive in Francia, potrebbe essere interessante per i suoi eredi affidare la successione ad un notaio francese. In linea di massima la successione sarà disciplinata dalla legislazione francese poiché la Francia è l'ultimo paese in cui Nigel avrà vissuto. Sarebbe così il diritto francese a determinare chi siano gli eredi, le quote riservate ai figli di Nigel e quali siano i diritti di Anne, dal momento che la coppia non è sposata.

Il diritto inglese riconosce a Nigel una maggiore libertà di scegliere a chi dare in eredità il suo patrimonio. Ecco perché decide di indicare nel testamento che alla sua successione debba applicarsi la legislazione inglese, e designa Anne come unica erede di tutte le sue proprietà francesi.

Scopri di più sulle legislazioni nazionali in materia di successioni

Informazioni sulle procedure, i beneficiari e le loro quote, la validità dei testamenti e molto ancora, per ciascun paese dell'UE:

Seleziona:

Gestire una successione transfrontaliera

Scopri come la tua famiglia e altre persone che ti sono vicine possono gestire la tua successione se riguarda più di un paese dell'UE.

Consultazioni pubbliche
    Hai bisogno di aiuto?
    Ottieni assistenza e consulenza