Percorso di navigazione

Aggiornamento : 24/04/2014

family

Unioni di fatto

Se convivi con qualcuno in maniera stabile e continua, godi di alcuni diritti all'interno dell'UE, anche se l'unione non è registrata presso le autorità.

Se il tuo partner di fatto  si trasferisce con te in un altro paese dell'Unione, le autorità locali sono tenute a favorire il suo ingresso e soggiorno  sul territorio. A tal fine, però, è necessario dimostrare che convivete o che siete legati da una relazione stabile. Ciò vale anche se il tuo partner non è un cittadino dell'UE.

Negli Stati membri che riconoscono le unioni di fatto avrai anche diritti e doveri in materia di proprietà, successione e assegni alimentari in caso di separazione.

Questi diritti risultano particolarmente importanti per i partner dello stesso sesso, poiché il matrimonio o la registrazione della loro unione non sono consentiti in tutti i paesi dell'Unione.

Tuttavia, la maggior parte dei paesi dell'UE non ha ancora stabilito con esattezza le modalità con cui provare l'esistenza di una relazione stabile o di una coabitazione duratura.

Se vivi in un paese che ti impedisce di sposarti (coppie dello stesso sesso) o di contrarre un'unione registrata, oppure se non ti interessa nessuna di queste due opzioni, puoi stipulare un contratto di convivenza che specifichi alcuni aspetti della vostra coabitazione.

Nella pratica, però, con questo tipo di contratto potresti incontrare notevoli difficoltà a far valere i tuoi diritti.

In caso di conflitti di proprietà, la legislazione applicabile è generalmente quella del paese in cui è avvenuta la controversia.

Assistenza e consulenza

Assistenza e consulenza

Non hai trovato le informazioni che cercavi? Hai un problema da risolvere?

Chiedi un consiglio sui tuoi diritti di cittadino dell'UE

Risolvi i problemi incontrati con un organismo pubblico

Footnote

In questo caso, i 27 Stati membri dell'UE + Islanda, Liechtenstein e Norvegia

Retour au texte en cours.