Percorso di navigazione

Aggiornamento : 28/07/2015

FAQ - Tasse universitarie e sostegno finanziario

  • Sono danese e vorrei studiare in Germania, ma l'università che ho contattato mi chiede di pagare le tasse di iscrizione. Non è previsto l'esonero dalle tasse universitarie per i cittadini dell'UE che studiano in un altro paese dell'Unione?

    NO - la legislazione dell'UE non prevede l'esonero dalle tasse universitarie. Stabilisce soltanto che hai diritto allo stesso trattamento dei cittadini del paese in cui intendi studiare. Nel caso in questione, se gli studenti tedeschi devono pagare le tasse, devi farlo anche tu.

  • Sono francese e vorrei studiare in Irlanda. So che le università irlandesi non richiedono il pagamento delle tasse d'iscrizione ai cittadini irlandesi. Ho diritto anch'io all'esonero?

     SÌ - secondo la legislazione europea, tutti i cittadini dell'UE possono beneficiare del sistema di istruzione del paese ospitante alle stesse condizioni degli studenti del luogo. Ciò significa che gli studenti francesi hanno diritto a ricevere lo stesso trattamento degli studenti irlandesi per quanto riguarda le tasse universitarie.

  • Sono un cittadino britannico e frequento un'università scozzese. Le mie tasse universitarie sono più alte rispetto a quelle dei residenti e degli studenti provenienti da altri paesi dell'UE. Non si tratta di un caso di discriminazione per il quale l'UE può venirmi in aiuto?

    NO - riguarda il rapporto tra il Regno Unito e i suoi cittadini. Si tratta di una questione di politica interna che non ha attinenza con la legislazione europea.

  • Ho la cittadinanza ceca e vivo nel Regno Unito dall’età di 12 anni. Mi piacerebbe andare all’università in questo paese, ma avrei bisogno di una borsa di studio. A chi dovrei rivolgermi per ottenerla? Alle autorità ceche o a quelle britanniche?

    In primo luogo alle autorità britanniche - I governi degli Stati membri devono dare ai cittadini stranieri provenienti da altri paesi dell'UE e che soggiornano in modo permanente nel loro territorio lo stesso sostegno riservato ai loro cittadini. Con soggiorno permanente si intende un soggiorno di 5 anni senza interruzioni. Di conseguenza, se vivi nel Regno Unito da almeno 5 anni hai diritto alla stessa borsa di studio prevista per gli studenti britannici.

  • Ho la cittadinanza polacca. Ho conseguito da poco la laurea triennale nel mio paese e ora vorrei frequentare un corso di laurea specialistica in Francia. Posso richiedere una borsa di studio alle autorità polacche o francesi?

    FORSE - i governi dell'UE non hanno l'obbligo di concedere borse di studio o prestiti a studenti provenienti da altri paesi dell'UE, né di aiutare i loro cittadini che decidono di studiare all'estero.

    La decisione spetta alle autorità nazionali competenti. In alcuni paesi la concessione delle borse di mantenimento è soggetta a limitazioni relative ai soggiorni di studio all'estero.

    Contatta le autorità del tuo paese di origine e del paese ospitante per scoprire il tipo di sostegno finanziario che possono offrirti.

  • Rischio di perdere la borsa di mantenimento concessa dal mio paese di origine se vado a studiare all'estero?

    È POSSIBILE - se vuoi studiare all'estero, le autorità del tuo paese possono decidere se concederti una borsa di mantenimento. Contattale per ricevere informazioni in merito.

    Se ti accordano un sostegno finanziario, devono fare in modo che non sia subordinato a condizioni tali da limitare senza motivo la tua libertà di circolazione.

  • Sono un cittadino austriaco e studio diritto a tempo pieno nel Regno Unito. Ho chiesto invano una borsa di mantenimento e un prestito per pagare la retta. Ho diritto al sostegno finanziario nel Regno Unito alle stesse condizioni riservate agli studenti britannici?

    NO - hai diritto alle stesse sovvenzioni per il pagamento della retta concesse ai cittadini britannici, ma non hai automaticamente diritto a una borsa di mantenimento alle stesse condizioni applicate ai cittadini britannici. I paesi dell’UE non sono tenuti a concedere un sostegno al mantenimento alle persone che non sono considerate abitualmente residenti, a meno non siano classificate come lavoratori dipendenti o lavoratori autonomi (o persone che conservano tale status) o ai loro familiari.
  • Sono francese e vorrei studiare nella Repubblica ceca. Dovrò prendere la residenza nella Repubblica ceca prima di poter beneficiare delle stesse tasse universitarie riservate agli studenti cechi?

    NO - in quanto cittadina francese che studia nella Repubblica ceca, in base alla normativa dell'UE non ti possono applicare una retta più elevata rispetto a quella riservata ai cittadini cechi. Tuttavia, potresti non avere diritto a una borsa di mantenimento da parte delle autorità ceche, a meno che tu non abbia la residenza permanente.
  • Una scuola con sede nell’UE può applicare a uno studente di un altro paese delle tasse d’iscrizione più elevate rispetto a quelle riservate ai cittadini nazionali? Ad esempio, una scuola in Polonia può far pagare a un cittadino britannico una tassa d’iscrizione più elevata di quella applicata ai cittadini polacchi?

    NO -   nell'UE le scuole non possono operare discriminazioni sulla base della nazionalità. Pertanto, in questo caso una scuola polacca non può far pagare a un cittadino britannico più di quanto non faccia pagare ai cittadini polacchi.
  • Sono un cittadino della Repubblica ceca e vivo e lavoro nel Regno Unito da un anno e mezzo.  Ho chiesto una borsa di studio, ma mi hanno offerto un somma ridotta perché sono un lavoratore migrante. Non ho diritto a una borsa integrale?

    FORSE - potresti beneficiare di una borsa di studio se la tua formazione ha attinenza con il tuo precedente lavoro. In tal caso avresti lo stesso diritto a una borsa di studio di uno studente britannico. L’importo concesso varia a seconda del reddito familiare: maggiore il reddito, minore la sovvenzione.

 

Assistenza e consulenza