Percorso di navigazione

Proprietà intellettuale

Aggiornamento 07/2011

Le imprese hanno diversi strumenti per proteggere la propria proprietà intellettuale:

  • diritti di proprietà industriale (brevetti, modelli di utilità, disegni e modelli, marchi, privativa per ritrovati vegetali,  topografie dei circuiti integrati e indicazioni geografiche) che devono essere registrati nei singoli paesi UE (disegni e marchi possono essere registrati anche a livello dell'UE);
  • diritti d'autore relativi ad opere artistiche e letterarie originali, musica, teletrasmissioni, software, banche dati, creazioni pubblicitarie e multimediali. Tali diritti vengono concessi automaticamente e non richiedono una registrazione ufficiale;
  • strategie commerciali, come ad esempio i segreti commerciali, gli accordi di riservatezza o la produzione rapida.

I brevetti sono diritti nazionali assegnati dagli uffici brevetti nazionali. Non esiste un brevetto unico che garantisce la protezione in tutta l'UE. Una singola richiesta di brevetto europeo all'Ufficio europeo dei brevetti (UEB) fornisce una protezione nazionale nei paesi europei che ne fanno parte, selezionati dal richiedente. Il trattato di cooperazione in materia di brevetti (PCT) semplifica le richieste internazionali.

I diritti relativi a marchi, disegni e modelli possono essere registrati a livello nazionale o europeo. I diritti europei sono registrati dall'Ufficio per l'armonizzazione nel mercato interno, con sede ad Alicante (Spagna). Tali diritti sono esclusivi e validi in tutta l'UE.

L'UE è impegnata a far rispettare l'applicazione dei diritti di proprietà intellettuale e a combattere la contraffazione e la pirateria, che hanno ormai raggiunto livelli allarmanti, con notevoli conseguenze per l'innovazione, la crescita, l'occupazione e la salute e la sicurezza dei consumatori. A seconda della legislazione nazionale e dell'origine dei prodotti contraffatti, le autorità competenti possono essere: i servizi doganali, le autorità di vigilanza del mercato (normativa commerciale), le forze di polizia o gli uffici brevetti e marchi.

I diritti di proprietà intellettuale sono ancora protetti prevalentemente dalle leggi nazionali, piuttosto che dalla normativa UE. Poiché tale sistema può risultare complicato e costoso, è opportuno promuovere un'ulteriore armonizzazione.

I diritti di proprietà intellettuale sono disciplinati da convenzioni internazionali nell'ambito dell'Organizzazione mondiale del commercio e dell'Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale.

Il sito web InnovAccess fornisce informazioni centralizzate sulla legislazione e le procedure di registrazione e sulle misure di sostegno esistenti a livello nazionale.

Il sito della Commissione europea fornisce un ulteriore elenco di risorse online sui diritti di proprietà intellettuale.

L'helpdesk DPI fornisce un sostegno in materia di diritti di proprietà intellettuale a coloro che partecipano a progetti di ricerca internazionale (in particolare quelli finanziati dall'UE), ivi compresa la relativa documentazione e una linea di assistenza.

È stato inoltre istituito un helpdesk speciale per dare sostegno alle imprese dell'UE che commerciano con la Cina o che hanno problemi di diritti di proprietà intellettuale in tale paese.

Il Portale transatlantico sui DPI offre alle PMI strumenti online per proteggere i loro diritti di proprietà intellettuale in numerosi paesi del mondo.

La Enterprise Europe Network fornisce alle imprese informazioni e consulenze sulla tutela della proprietà intellettuale.

SOLVIT aiuta le imprese ad affrontare i problemi derivanti dalla scorretta applicazione delle norme europee sul mercato interno da parte delle amministrazioni nazionali.

Assistenza e consulenza

Assistenza e consulenza

La tua Europa - Consulenza fornisce consigli e aiuto per tutti i problemi riguardanti l'applicazione della normativa europea che si incontrano in un altro paese dell'UE.

La Enterprise Europe NetworkEnglish, con i suoi  circa 600 sportelli localiEnglish, collabora con le organizzazioni imprenditoriali per aiutare le imprese a sviluppare l'attività in nuovi mercati, reperire o trasferire nuove tecnologie e accedere ai finanziamenti dell'UE.