Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Dichiarazione

Giornata europea in memoria delle vittime del terrorismo: la dichiarazione della Commissione europea

Bruxelles, 11 marzo 2019

Oggi la Commissione europea celebra la quindicesima Giornata europea in memoria delle vittime del terrorismo, che commemora ogni anno i bombardamenti di Madrid dell'11 marzo 2004, in cui sono morti 193 cittadini dell'UE e altre migliaia ne sono rimasti feriti.

"Oggi ricordiamo tutti coloro che hanno perso la vita o i loro cari in seguito ad attentati terroristici, sia all'interno dell'Unione europea che fuori dei suoi confini. Rendiamo omaggio a tutte le persone colpite da questi crimini efferati, alle loro famiglie e ai loro amici, e ci impegniamo a restare uniti nella lotta contro il terrorismo.

Le cicatrici sono profonde e con il passare del tempo potranno attenuarsi, ma mai scomparire. Se non possiamo cancellare questi ricordi, possiamo fare del nostro meglio per aiutare le vittime a trovare consolazione.

Le norme a livello dell'UE garantiscono già che le vittime ricevano il sostegno necessario, in particolare assistenza medica, psicologica, aiuti per reagire al trauma subito e consulenza giuridica per ottenere giustizia, immediatamente dopo un attentato terroristico e per tutto il tempo necessario. Quest'anno sarà istituito il nuovo centro di competenza dell'UE per le vittime del terrorismo, una piattaforma che offre competenze, orientamento e sostegno, per la quale è già stato stanziato un milione di euro.

Non possiamo permettere che la paura ci divida: è proprio questo lo scopo dei terroristi. L'unico modo per superare la sfida del terrorismo è lavorare insieme e ricordare i valori e i legami che ci uniscono. È ciò che la Commissione Juncker ha fatto negli ultimi quattro anni, combattendo la propaganda terroristica offline e online, colmando le lacune informative, sottraendo ai terroristi i mezzi per agire e contrastando la radicalizzazione.

Oggi ringraziamo anche gli eroi di tutti i giorni, gli operatori di primo intervento che lavorano insieme in prima linea affinché nessuna vittima sia dimenticata. Grazie al loro lavoro l'Europa è un luogo più sicuro. È questo che noi siamo".

Contesto

La sicurezza è stata una priorità politica sin dall'inizio del mandato della Commissione Juncker, dagli orientamenti politici del presidente del luglio 2014 fino all'ultimo discorso sullo stato dell'Unione del 12 settembre 2018. Il sostegno alle vittime della criminalità, comprese le vittime degli attentati terroristici, è un aspetto importante del lavoro della Commissione volto a combattere le minacce terroristiche in tutte le loro dimensioni.

L'UE ha istituito un solido quadro giuridico per sostenere e proteggere le vittime in tutta Europa con la direttiva sui diritti delle vittime e la direttiva sulla lotta contro il terrorismo. La Commissione finanzia inoltre progetti volti a difendere i diritti delle vittime, comprese quelle del terrorismo, nel quadro del programma "Giustizia" (con una dotazione di circa 2,5 milioni di euro per il 2018).

Joëlle Milquet, nominata consigliera speciale del presidente Jean-Claude Juncker per il risarcimento delle vittime di reato nell'ottobre 2017, pubblica oggi la sua relazione sul rafforzamento dei diritti delle vittime, dal risarcimento alla riparazione. La relazione contiene 41 raccomandazioni dettagliate su come migliorare l'accesso delle vittime alla giustizia e al risarcimento a livello dell'Unione e nazionale (si veda il comunicato stampa integrale). Il sostegno alle vittime e i diritti delle vittime sono inoltre al centro del lavoro svolto dalla rete di sensibilizzazione al problema della radicalizzazione (RAN).

La Giornata europea in memoria delle vittime del terrorismo è stata istituita dopo gli attentati di Madrid dell'11 marzo 2004. Ogni anno, dal 2005, l'Unione europea ricorda in quel giorno le vittime delle atrocità terroristiche.

Per ulteriori informazioni

Comunicato stampa sulla relazione sul rafforzamento dei diritti delle vittime: dal risarcimento alla riparazione

L'UE che protegge — Prevenire la radicalizzazione

Direttiva sui diritti delle vittime di reato

Direttiva sulla lotta contro il terrorismo:

Twitter: #11M #SecurityUnion #EUProtects

 

STATEMENT/19/1610

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar