Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Dichiarazione

La Commissione plaude all'accordo sulla mobilità transfrontaliera delle società

Strasburgo, 13 marzo 2019

Il Parlamento europeo e gli Stati membri hanno raggiunto oggi un accordo provvisorio sulle nuove norme che renderanno più agevoli le fusioni, le scissioni e i trasferimenti societari all'interno del mercato unico, prevedendo nel contempo solide garanzie.

Queste nuove disposizioni permetteranno alle società di essere più competitive e di espandersi facilmente nell'UE. Forniranno inoltre solide garanzie per i dipendenti, gli azionisti di minoranza e i creditori e assicureranno che tali operazioni transfrontaliere non possano essere usate per fini fraudolenti o abusivi. 

Il primo Vicepresidente Frans Timmermans e la Commissaria per la Giustizia, i consumatori e la parità di genere, Věra Jourová, hanno dichiarato: "Il mercato unico dell'UE offre alle società numerose opportunità di trasferirsi e di crescere. Tuttavia, finora le società non sono state in grado di sfruttarle appieno. Le nuove norme sulla mobilità transfrontaliera introdurranno procedure chiare per le società, consentendo risparmi di costi e di tempo. Gli imprenditori potranno scegliere dove operare e come fare crescere o riorganizzare la loro azienda. Allo stesso tempo, le nuove norme porranno in essere solide garanzie per tutelare i diritti dei lavoratori e, per la prima volta, impedire le operazioni aventi finalità fraudolente o abusive."

Ciò permetterà alle società di beneficiare di una serie completa di norme europee per trasferirsi da uno Stato membro all'altro o di scindersi in più entità su base transfrontaliera.

Nel contempo, le nuove norme consentiranno alle autorità nazionali di bloccare le operazioni transfrontaliere aventi fini abusivi o fraudolenti che conducono o mirano a condurre all'evasione fiscale o all'elusione del diritto nazionale o dell'UE, o aventi fini criminali.

I dipendenti, soprattutto per quanto riguarda il loro diritto all'informazione, alla consultazione e alla partecipazione, nonché gli azionisti di minoranza e i creditori beneficeranno di solide garanzie che tuteleranno i loro diritti durante le operazioni transfrontaliere. Ciò migliorerà notevolmente la protezione di questi portatori di interessi rispetto alla situazione attuale, caratterizzata da frammentazione e incertezza giuridica.

Prossime tappe

L'accordo provvisorio deve ora essere formalmente approvato dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell'UE. 

Contesto

La modifica della direttiva relativa ad alcuni aspetti del diritto societario per quanto riguarda le trasformazioni, le fusioni e le scissioni transfrontaliere fa parte del pacchetto sul diritto societario proposto dalla Commissione europea nell'aprile 2018.

Per maggiori informazioni

Tutte le informazioni relative al pacchetto sul diritto societario sono disponibili qui.

L'altra parte del pacchetto sul diritto societario riguardante la digitalizzazione del diritto societario è già stata concordata il 5 febbraio — cfr. la dichiarazione

 

 

 

 

 

STATEMENT/19/1608

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar