Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Dichiarazione

Protezione dei lavoratori dalle sostanze chimiche cancerogene: dichiarazione della Commissaria Thyssen in seguito all'accordo tra le istituzioni dell'UE

Bruxelles, 11 ottobre 2018

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto oggi un accordo sulla seconda proposta della Commissione di ampliare l'elenco delle sostanze chimiche riconosciute come cancerogene sul luogo di lavoro. Grazie a tale accordo la direttiva sugli agenti carcinogeni e mutageni verrà a comprendere altre 8 sostanze chimiche cancerogene, tra cui i gas di scarico dei motori diesel. La Commissaria per l'Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori Marianne Thyssen ha espresso soddisfazione per l'accordo e ha dichiarato:

"Oggi abbiamo compiuto un altro passo avanti importante nella protezione dei lavoratori europei dai tumori di origine professionale. La Commissione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo su un provvedimento che aggiunge altre otto sostanze chimiche cancerogene, compresi i gas di scarico dei motori diesel. In tal modo si garantirà una protezione migliore a oltre 20 milioni di lavoratori europei. Ne trarranno beneficio, in particolare, gli addetti dell'industria chimica, metalmeccanica e automobilistica, i conducenti professionali, il settore delle costruzioni, quello portuale e la logistica. Allo stesso tempo il nostro mercato interno diventerà più semplice e più equo, rivolgendo un'attenzione particolare alle piccole imprese e alle microimprese per aiutarle a rispettare le norme in materia di salute e sicurezza.

Porgo i miei ringraziamenti a tutti coloro che hanno reso possibile questo risultato e sottolineo in particolare gli sforzi profusi dalla presidenza austriaca e dai suoi predecessori a nome del Consiglio, dal relatore Claude Rolin e dai relatori ombra del Parlamento europeo.

Mi auguro che questo accordo si realizzi prontamente, in modo che possa veramente fare la differenza sul terreno e prevenire più di 100 000 decessi per tumori nei prossimi 50 anni."

Prossime tappe

L'accordo sarà presentato al Comitato dei rappresentanti permanenti (Coreper) del Consiglio per l'approvazione. Dopo l'assenso dei rappresentanti permanenti degli Stati membri sarà il Parlamento europeo a convalidare l'accordo votando in seduta plenaria.

Contesto

La lotta contro i tumori di origine professionale e la creazione di luoghi di lavoro più sani e più sicuri sono priorità della Commissione in carica e incarnano un principio fondamentale del pilastro europeo dei diritti sociali. Le prove scientifiche indicano che questo problema merita tanta attenzione: il cancro, che rappresenta il 52% di tutti i decessi correlati all'attività lavorativa, rimane il maggiore assassino silenzioso sul luogo di lavoro. Sebbene la maggior parte degli Stati membri disponga di limiti di esposizione nazionali per molte sostanze chimiche cancerogene, in alcuni Stati membri essi sono meno rigorosi. In tale situazione i lavoratori non godono di pari protezione in tutto il mercato unico e non esistono condizioni di parità per le imprese.

Dato che le conoscenze scientifiche sulle sostanze chimiche cancerogene sono in costante evoluzione, la Commissione è favorevole a un processo di aggiornamento continuo della direttiva sugli agenti cancerogeni e mutageni (direttiva 2004/37/CE).

La Commissione Juncker ha intrapreso un'azione decisiva al fine di aggiornare la legislazione sulla protezione dei lavoratori dalle sostanze chimiche cancerogene. La Commissione ha lanciato la sua prima proposta nel maggio 2016, che i colegislatori hanno già adottato come direttiva alla fine del 2017. L'accordo provvisorio odierno segna uno dei passi finali nella fase negoziale della seconda proposta di gennaio 2017. Nell'aprile 2018 la Commissione ha presentato una terza proposta di rafforzamento della protezione dei lavoratori dalle sostanze chimiche cancerogene. La direttiva comprende ora 22 sostanze chimiche cancerogene, 21 delle quali sono state aggiunte durante il mandato della Commissione in carica.

Tali iniziative si inseriscono nel più ampio sforzo della Commissione di migliorare le norme in materia di salute e sicurezza sul posto di lavoro in tutta l'Europa. In questo contesto la Commissione ha iniziato nel gennaio 2017 la revisione approfondita e l'aggiornamento della legislazione esistente.

Per maggiori informazioni

MEMO - La Commissione continua gli interventi per proteggere i lavoratori dalle sostanze chimiche cancerogene: domande frequenti

Marianne Thyssen su Facebook e Twitter

Notizie sul sito web della DG Occupazione

Iscrizione gratuita alla newsletter su Occupazione, affari sociali e inclusione della Commissione europea

 

STATEMENT/18/6083

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar