Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Dichiarazione

Libera circolazione dei dati non personali: dichiarazione congiunta del Vicepresidente Ansip e della Commissaria Gabriel sul voto del Parlamento europeo

Strasburgo, 4 ottobre 2018

Il Parlamento europeo ha adottato oggi il regolamento sulla libera circolazione dei dati non personali proposto dalla Commissione europea nel settembre 2017. Andrus Ansip, Vicepresidente per il Mercato unico digitale, e Mariya Gabriel, Commissaria per l'Economia e la società digitali, hanno accolto con favore il risultato in una dichiarazione congiunta:

"Accogliamo con favore il voto del Parlamento europeo. Un'economia e una società digitali non sono possibili senza dati: con questo regolamento si concretizza un altro pilastro fondamentale del mercato unico digitale. Solo se i dati circolano liberamente l'Europa può sfruttare al meglio le opportunità offerte dalle tecnologie e dal progresso digitali, come l'intelligenza artificiale e i supercomputer.

Questo regolamento permette per i dati non personali ciò che il regolamento generale sulla protezione dei dati permette per i dati personali, vale a dire la loro circolazione libera e sicura nell'Unione europea. 

Con il suo voto il Parlamento europeo invia un segnale chiaro a tutte le imprese europee: non importa dove si archiviano e trattano i dati nell'UE, poiché gli obblighi di localizzazione all'interno degli Stati membri appartengono al passato. 

Le nuove norme daranno un forte impulso all'economia dei dati europea, in quanto le start-up e le PMI europee avranno la possibilità di creare nuovi servizi grazie all'innovazione transfrontaliera basata sui dati, che potrebbe condurre a un aumento del 4% (739 miliardi di €) del PIL dell'UE entro il 2020. 

Insieme al regolamento generale sulla protezione dei dati, il regolamento sulla libera circolazione dei dati non personali permetterà all'UE di trarre il massimo beneficio, oggi e in futuro, dall'economia mondiale basata sui dati.

Contesto

Da quando la comunicazione sull'economia dei dati europea è stata adottata nel gennaio 2017 nell'ambito della strategia per il mercato unico digitale, la Commissione ha condotto una consultazione pubblica online, ha organizzato dialoghi strutturati con gli Stati membri e ha effettuato vari seminari con diverse parti interessate. Queste iniziative di raccolta di dati hanno portato alla pubblicazione di una valutazione d'impatto.

Il 19 giugno 2018 il Parlamento europeo, il Consiglio dell'UE e la Commissione europea hanno raggiunto un accordo politico provvisorio in merito al regolamento sulla libera circolazione dei dati non personali.

Il regolamento mira a eliminare gli ostacoli alla libera circolazione dei dati non personali. Dopo l'odierno voto positivo del Parlamento europeo, nelle prossime settimane il Consiglio dell'UE adotterà il regolamento, che entrerà in vigore entro la fine dell'anno. Quando il regolamento sarà adottato formalmente, gli Stati membri avranno 6 mesi di tempo per applicare le nuove norme.

Il regolamento sulla libera circolazione dei dati non personali non ha alcun effetto sull'applicazione del regolamento generale sulla protezione dei dati, poiché non riguarda i dati personali. I due regolamenti funzioneranno tuttavia in maniera complementare per garantire la libera circolazione di tutti i dati (personali e non), creando uno spazio unico europeo dei dati. In caso di serie di dati miste, la disposizione del regolamento generale sulla protezione dei dati che garantisce la libera circolazione dei dati personali si applicherà ai dati personali della serie e il principio della libera circolazione dei dati non personali si applicherà a quelli non personali.

Per ulteriori informazioni:

Scheda informativa: Libera circolazione dei dati

Domande e risposte: Un quadro per la libera circolazione dei dati non personali nell'UE

Scheda informativa: Realizzazione del mercato unico digitale, azioni della Commissione europea dal 2015

STATEMENT/18/6001

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar