Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Dichiarazione

Dichiarazione comune del primo vicepresidente Frans Timmermans, del vicepresidente Andrus Ansip e dei commissari Jourová e Gabriel in occasione della Giornata per la protezione dei dati del 2018

Bruxelles, 26 gennaio 2018

"Il 28 gennaio ricorre la Giornata europea della protezione dei dati personali.

I dati sono ovunque. Quando usiamo gli smartphone, potrebbero essere raccolti dati sul luogo in cui ci troviamo, i nostri gusti, i nostri amici, la nostra salute… In Europa la protezione dei dati è un diritto fondamentale, dobbiamo tutelarla.

Il 2018 sarà un anno cruciale per la protezione dei dati in Europa.

Nel maggio 2018 diventeranno realtà le nuove norme dell'UE per la protezione dei dati. Tali norme affrontano le sfide che il mondo digitale lancia al nostro diritto alla protezione dei dati.

A soli 100 giorni dall'applicazione delle nuove norme, la Commissione ha adottato orientamenti destinati alle autorità nazionali preposte alla protezione dei dati, alle amministrazioni nazionali e alle imprese per prepararle a questo grande cambiamento. La Commissione sensibilizzerà anche i cittadini europei per garantire che siano pienamente consapevoli dei propri diritti.

I cittadini europei potranno ora godere di nuovi diritti. Il diritto a ricevere informazioni chiare e comprensibili impedirà alle società di nascondersi dietro a un complesso linguaggio giuridico per ottenere il nostro consenso. La portabilità, ossia il diritto a trasferire i propri dati da un servizio all'altro, è un altro nuovo diritto che consente di cambiare facilmente servizi. I diritti esistenti, come il diritto all'oblio, vengono ora chiariti.

Norme migliori per la protezione dei dati significano anche una maggiore sicurezza online. La metà degli internauti europei è preoccupata per l'uso improprio dei loro dati personali. Se i dati personali detenuti da una società sono esposti a un attacco informatico, tale società dovrà informare le autorità e i propri utenti entro 72 ore.

Un'altra grande novità delle nuove norme è garantire che, quando valicano i confini, i dati continuino a essere tutelati. Se una società raccoglie dati in Europa, dovrà rispettare le norme europee anche se li analizza all'estero. È fondamentale in un mondo globalizzato.

L'Unione europea è fiera di dare l'esempio e fissare uno standard elevato di protezione dei dati in tutto il mondo. Siamo impegnati a promuovere a livello internazionale i nostri valori inerenti alla protezione dei dati. Le nostre economie dipendono pesantemente dai flussi di dati internazionali. Nel 2016 abbiamo lanciato lo scudo UE-USA per la privacy al fine di agevolare gli scambi con gli Stati Uniti e al momento è in corso un dibattito con il Giappone per mettere a punto le ultime misure per consentire il libero flusso di dati personali fra l'UE e il Giappone. Questi scambi rispettano appieno le nostre norme sulla protezione dei dati, agevolando al contempo gli scambi commerciali.

Siamo impegnati a garantire che la sicurezza, gli scambi e la protezione dei dati personali vadano di pari passo con la modernizzazione e l'innovazione, sia a livello europeo che a livello globale."

Contesto

Ogni anno il 28 gennaio la Commissione europea celebra la Giornata europea per la protezione dei dati.

La riforma delle norme sulla protezione dei dati è stata approvata nell'aprile 2016 (dichiarazione). Le nuove norme dell'UE sulla protezione dei dati si applicheranno dal 25 maggio 2018 (cfr. il comunicato stampa).

Nel gennaio 2017 la Commissione ha proposto di adeguare le norme per le comunicazioni elettroniche (ePrivacy) alle nuove norme di altissimo livello del regolamento generale dell'UE sulla protezione dei dati. Nel settembre 2017 la Commissione ha proposto una nuova serie di norme per disciplinare la libera circolazione dei dati non personali nell'UE. Insieme alle norme già esistenti per i dati personali, le nuove misure consentiranno l'archiviazione e il trattamento dei dati non personali in tutta l'Unione europea per migliorare la competitività delle imprese europee e modernizzare i servizi pubblici. Entrambe le proposte devono ancora essere approvate dal Parlamento europeo e dagli Stati membri.

In preparazione all'applicazione del regolamento generale sulla protezione dei dati il 25 maggio, la Commissione ha pubblicato orientamenti pensati per aiutare i cittadini, le imprese, le organizzazioni e le pubbliche amministrazioni a rispettare e a beneficiare delle nuove norme sulla protezione dei dati. Oltre agli orientamenti, la Commissione ha lanciato un nuovo sito web, disponibile in tutte le lingue dell'UE, con le domande più frequenti, gli esempi pratici e i link, per illustrare in modo più chiaro e più pratico l'attuazione delle nuove norme.

Per maggiori informazioni, consultare il sito europa.eu/dataprotection.

 

STATEMENT/18/461

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar