Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea - Dichiarazione

Dichiarazione congiunta del Vicepresidente Ansip e della Commissaria Gabriel sul primo anniversario dell'abolizione delle tariffe di roaming in Europa

Bruxelles, 15 giugno 2018

Andrus Ansip, Vicepresidente responsabile per il Mercato unico digitale e Mariya Gabriel, Commissaria per l'Economia e la società digitali, hanno dichiarato, dopo il primo anno senza tariffe di roaming nell'UE, che gli europei beneficiano ampiamente delle nuove norme:

"Siamo lieti di constatare che le persone utilizzano più spesso e più liberamente il telefonino quando si spostano all'interno dell'UE, specialmente per quanto riguarda l'utilizzo di dati mobili. A riconoscere i vantaggi del roaming senza costi aggiuntivi sono soprattutto i giovani e le persone che viaggiano di frequente.

Questo è un esempio di come l'UE migliora concretamente la vita dei cittadini europei. Il roaming a tariffa nazionale funziona e sta diventando un'abitudine: i consumatori manifestano il loro apprezzamento, i consumi crescono e la domanda di servizi mobili durante gli spostamenti nell'UE è molto alta. Un vantaggio sia per i consumatori che per gli operatori. Il forte aumento del traffico in roaming ha un effetto positivo anche sul ricavo all'ingrosso per gli operatori.

Il nostro principale obiettivo era eliminare i notevoli ostacoli creati dalle tariffe di roaming per i consumatori, limitati dai costi di utilizzo del cellulare all'estero, ma anche per gli operatori di telefonia mobile. Da quando abbiamo abolito le tariffe di roaming il consumo di traffico dati è più che quintuplicato e le chiamate sono aumentate di due volte e mezzo nell'UE e nello Spazio economico europeo. È un'ottima notizia. Inoltre, l'82% delle persone che si sono recate in un altro paese dell'UE nel corso dell'ultimo anno afferma di aver beneficiato delle nuove norme. Nessuno si ritrova più con fatture esorbitanti al ritorno dalle vacanze o da un viaggio di lavoro all'estero.

Proseguiremo la collaborazione con le autorità di regolamentazione nazionali per seguire l'evoluzione dei mercati della telefonia mobile in tutta Europa e garantire che le norme siano applicate correttamente.

Le buone notizie per i cittadini europei non si fermano qui: oltre all'abolizione delle tariffe di roaming, dal 1° aprile di quest'anno i cittadini europei possono portare con sé i loro abbonamenti digitali, mentre a partire dal 3 dicembre di quest'anno i consumatori europei che acquistano beni e servizi online potranno cercare le offerte migliori in tutta l'UE senza essere discriminati in base alla nazionalità e al paese di residenza."

Contesto

Grazie alla nuova normativa europea sul roaming, in vigore dal 15 giugno 2017, quando viaggiano all'estero nell'UE i consumatori possono utilizzare il proprio telefono cellulare come se fossero nel loro paese, senza costi aggiuntivi.

Dall'ultima indagine Eurobarometro sul roaming risulta che il 62% degli europei è a conoscenza del fatto che sono state abolite le tariffe di roaming e che il 69% pensa di poterne beneficiare, o che qualcuno dei suoi conoscenti ne potrà beneficiare. A riconoscere l'evidente vantaggio delle nuove norme sono soprattutto i giovani e le persone che viaggiano frequentemente.

La fine delle tariffe di roaming ha segnato una tappa importante nella preparazione del mercato unico dell'UE all'era digitale. Nel complesso la Commissione ha presentato 29 proposte legislative nel quadro della strategia per il mercato unico digitale. Di queste, 16 sono ormai state concordate, e le prime ad entrare in vigore riguardano le nuove norme sul roaming, la portabilità dei contenuti online e le norme contro i blocchi geografici ingiustificati.

La Commissione invita i colegislatori a concludere entro la fine del 2018 l'esame delle restanti 13 proposte legislative che rientrano nella strategia per il mercato unico digitale.

Per ulteriori informazioni

Indagine Eurobarometro sul roaming (giugno 2018)

Fine delle tariffe di roaming

Nuove norme sulla portabilità

Fine dei geoblocchi ingiustificati

Relazione sul roaming dell'organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche

STATEMENT/18/4181

Contatti per la stampa:

Informazioni al pubblico: contattare Europe Direct telefonicamente allo 00 800 67 89 10 11 o per e-mail


Side Bar