Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

CONSIGLIO EUROPEO
IL PRESIDENTE

IT

Bruxelles, 7 febbraio 2013

(OR. en)

EUCO 35/13

PRESSE 47

PR PCE 29

Discorso di apertura del presidente Herman Van Rompuy
al Consiglio europeo

Benvenuti alla nostra prima riunione dell'anno! Oggi dobbiamo raggiungere un accordo sul bilancio dell'Unione per il resto del decennio. Riprenderemo il discorso da dove lo abbiamo lasciato nel novembre scorso.

Le ultime settimane sono state proficue e sono fiducioso che ora potremo raggiungere un compromesso finale attorno a questo tavolo. È semplicemente necessario.

Quando si parla di bilancio si tende, com'è comprensibile, a lasciarsi assorbire da piccoli dettagli che richiamano la nostra attenzione e a dimenticare la visione d'insieme, sebbene sia quella che conta maggiormente. Così, prima di buttarci a capofitto in accese discussioni, cerchiamo di tener presente la visione d'insieme.

Dobbiamo avere un bilancio per il futuro che punti alla crescita, all'innovazione e alla creazione di posti di lavoro, specie per i giovani. Dobbiamo avere un bilancio all'insegna della moderazione che tenga conto delle difficili realtà economiche in Europa e consenta di ottimizzare le risorse. E dobbiamo avere un bilancio per le preoccupazioni più pressanti: combattere la disoccupazione, sostenere gli sforzi delle persone più duramente colpite dalla crisi in Europa e svolgere il nostro ruolo nel far fronte ai rischi globali.

Cari colleghi, sono fermamente convinto che, se tutti dimostriamo senso di responsabilità, un tale bilancio per l'Unione europea sia alla nostra portata. Ma non ci siamo ancora, mettiamoci al lavoro!


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site