Navigation path

Left navigation

Additional tools

UNIONE EUROPEA

IT

Bruxelles, 24 maggio 2013 (10.07)

(OR. en)

10001/13

PRESSE 212

Dichiarazione dell'alto rappresentante a nome dell'Unione europea sull'adesione di taluni paesi terzi alla decisione 2013/45/PESC del Consiglio e alla decisione 2013/182/PESC del Consiglio che modificano la decisione 2011/137/PESC del Consiglio concernente misure restrittive in considerazione della situazione in Libia

Il 22 gennaio 2013 il Consiglio ha adottato la decisione 2013/45/PESC1 che modifica la decisione 2011/137/PESC del Consiglio.

La decisione del Consiglio stabilisce che gli Stati membri dell'UE possono autorizzare lo sblocco di taluni fondi o risorse economiche congelati laddove siano oggetto di una decisione giudiziaria o amministrativa emessa nell'Unione o di una decisione giudiziaria esecutiva in uno Stato membro. Inoltre, l'atto legislativo modificato agevolerà lo scambio di informazioni tra gli Stati membri dell'UE e le autorità libiche pertinenti in modo da facilitare il recupero dei fondi distratti. La decisione modifica e aggiorna l'elenco delle persone e delle entità soggette a misure restrittive riportato negli allegati I, II, III e IV della decisione 2011/137/PESC.

Il 22 aprile 2013 il Consiglio ha adottato la decisione 2013/182/PESC2 che modifica la decisione 2011/137/PESC del Consiglio.

La decisione del Consiglio depenna una persona dall'elenco delle persone ed entità di cui agli allegati II e IV della decisione 2011/137/PESC ed attua la UNSCR 2095 (2013).

Il paese aderente Croazia*, i paesi candidati Turchia, ex Repubblica jugoslava di Macedonia*, Montenegro*, Islanda+ e Serbia*, il paese del processo di stabilizzazione e associazione e potenziale candidato Albania e i paesi dell'EFTA Liechtenstein e Norvegia membri dello Spazio economico europeo, nonché la Repubblica moldova, l'Armenia e la Georgia aderiscono a tali decisioni.

Essi provvederanno affinché le loro politiche nazionali siano conformi a tali decisioni del Consiglio.

L'Unione europea prende atto di questo impegno e se ne compiace.

1 :

Pubblicata il 23.1.2013 nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea L 20, pag. 60.

2 :

Pubblicata il 23.4.2013 nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea L 111, pag. 50.

* :

La Croazia, l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia, il Montenegro e la Serbia continuano a partecipare al processo di stabilizzazione e associazione.

+ :

L'Islanda continua ad essere membro dell'EFTA e dello Spazio economico europeo.


Side Bar