Navigation path

Left navigation

Additional tools


UNIONE EUROPEA

IT

Bruxelles, 17 maggio 2013

(OR. en)

9677/2/13 REV 2

PRESSE 202

Dichiarazione dell’alto rappresentante, Catherine Ashton, a nome dell’Unione europea, in occasione della giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia,
17 maggio 2013

In occasione della giornata internazionale contro l'omofobia e la transfobia desidero ribadire l'impegno dell'UE a favore dell'uguaglianza e della non discriminazione. L'identità di genere e l'orientamento sessuale continuano ad essere usati in molti paesi come pretesto per gravi violazioni dei diritti umani. Lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuali (LGBTI) sono ancora oggetto di persecuzioni, discriminazioni, maltrattamenti e spesso estrema violenza.

L'UE organizza incessantemente campagne a favore del rispetto dei diritti umani, a prescindere dall'orientamento sessuale o dall'identità di genere. Durante i nostri dialoghi sui diritti umani solleviamo la questione dei diritti degli LGBTI e ci pronunciamo apertamente con pubbliche dichiarazioni, lavorando dietro le quinte con le nostre delegazioni per difendere la causa della giustizia e dei diritti umani. Mediante lo strumento europeo per la democrazia e i diritti umani, l'UE sostiene i difensori dei diritti umani degli LGBTI in tutto il mondo.

Accogliamo con favore il sostegno da parte delle Nazioni Unite del principio di non discriminazione in base all'orientamento sessuale o all'identità di genere, in particolare l'innovativa risoluzione n. 17/19 del giugno 2011 del Consiglio dei diritti dell'uomo delle Nazioni Unite. Esortiamo a proseguire con maggiori sforzi in questo settore.

Il paese aderente Croazia*, i paesi candidati ex Repubblica jugoslava di Macedonia*, Montenegro* Islanda+ e Serbia, i paesi del processo di stabilizzazione e associazione e potenziali candidati Albania e Bosnia–Erzegovina e i paesi dell'EFTA Liechtenstein e Norvegia membri dello Spazio economico europeo, nonché la Georgia aderiscono alla presente dichiarazione.

* :

La Croazia, l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia, il Montenegro e la Serbia continuano a partecipare al processo di stabilizzazione e associazione.

+ :

L'Islanda continua ad essere membro dell'EFTA e dello Spazio economico europeo.


Side Bar